Comunicato stampa del 24/10/2002

con la cui maglia vanta 32 caps (17 le mete

24/ott/2002 15.40.51 Giovanni Sonego Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PARTE IL TOUR DEGLI WALLABIES

ATTESI A GENOVA PER IL JAGUAR TEST MATCH DEL 23 NOVEMBRE

Ventisette giocatori, quarantamila chilometri da percorrere, 4 test match che diranno, a un anno esatto dalla Coppa del Mondo 2003, se l’Australia sarà in grado di difendere il titolo iridato conquistato quattro anni or sono a Cardiff a spese dei galletti francesi. Parte domani la tournèe della Nazionale australiana che porterà i quarantun membri che compongono (tra giocatori e staff) la spedizione degli Wallabies prima in Sud America e successivamente in Europa, per concludersi il 23 novembre allo Stadio Luigi Ferraris di Genova, sede designata per il Jaguar Test Match che vedrà gli “aussies” affrontare l’Italia del CT John Kirwan e del Team Manager Marco Bollesan. 

La partenza per la campagna autunnale della nazionale gialloverde avverrà da Sydney venerdì mattina (ora australiana), con trasvolata dell’Oceano Pacifico sino a Buenos Aires, dove il 2 di novembre i Campioni del Mondo affronteranno al River Plate Stadium quell’Argentina che, due settimane più tardi, sarà di scena al Flaminio di Roma per affrontare gli azzurri. Dopo il test con i Pumas, la spedizione guidata dal manager Phil Thomson e dal CT Eddie Jones varcherà l’ Atlantico per atterrare nella mattinata di  lunedì 4 novembre a Dublino dove, il 9 novembre, gli Wallabies affronteranno a Lansdowne Road l’Irlanda della stella Brian O’Driscoll. Dalla capitale dell’Eire, la comitiva australiana si trasferirà, il giorno successivo al test con il XV verde smeraldo, a Londra, sede di quello che si preannuncia come il test più impegnativo del tour australiano: il 16 novembre, in contemporanea con Italia - Argentina, gli Wallabies affronteranno a Twickenham un’Inghilterra in cerca di conferme in vista dei Mondiali che si disputeranno proprio in Australia il prossimo autunno. Nella mattina di domenica 17, infine, la comitiva australiana decollerà da Londra Gatwick alla volta del Cristoforo Colombo di Genova, dove l’arrivo del volo British Airways BA2614 è previsto alle ore 14.10 circa. Gli Wallabies risiederanno  presso il Novotel di Genova Ovest mentre l’Italia, il cui arrivo nel capoluogo ligure è in programma nel tardo pomeriggio di giovedì 21 novembre, sarà ospite come l’anno passato del Jolly Hotel Marina sito presso l’area dell’Expo.

“Ci attende una tournèe estremamente impegnativa - è il commento del CT australiano Eddie Jones - e sappiamo che non sarà facile far coesistere i ritmi di viaggio con gli incontri con quattro nazionali competitive come l’Argentina, l’Irlanda , l’Inghilterra e l’Italia. In particolare - prosegue Jones -mi preoccupa l’incontro con l’Argentina, che ha dimostrato l’anno passato di poter reggere il confronto con la Nuova Zelanda e potrà contare sull’apporto di un pubblico che mi dicono essere tra i più caldi del mondo. Ad ogni modo - conclude Jones - nessuno dei test-match dovrà essere sottovalutato, affronteremo quattro Nazionali di spicco nel panorama del rugby mondiale e contro ognuna di esse dovremo esprimerci al meglio ed accumulare esperienza in vista della Coppa del Mondo del prossimo anno”. 

 

LATHAM COSTRETTO A RINUNCIARE AL TOUR IN SUDAMERICA E EUROPA

Chris Latham, il ventisettenne estremo degli Wallabies, con la cui maglia vanta 32 caps (17 le mete realizzate), è l’unico dei 27 giocatori scelti dal CT Eddie Jones lo scorso 26 settembre a dover rinunciare alla tournèe australiana in Sudamerica e Europa. Il trequarti dei Queensland Reds aveva subito infatti un infortunio alla caviglia destra la scorsa settimana mentre giocava con la figlia nel giardino di casa, a Brisbane. Latham, che già da tempo vedeva a rischio il proprio posto da titolare insidiatogli da Mat Rogers dei New South Wales Waratahs, era partito ugualmente per il training camp di preparazione alla tournèe per un disperato tentativo di recupero ma, nel pomeriggio di quest’oggi (ora australiana), è stato bloccato dallo staff medico della Nazionale: “Sapevo che un mio recupero era improbabile -ha commentato un affranto Latham lasciando il ritiro degli Wallabies sulla Gold Coast  -  e che, nella migliore delle ipotesi, sarei riuscito a prendere parte solo alle partite con Inghilterra e Italia, ma  ho lottato sino alla fine per cercare di conservare il mio posto. So che, saltando il tour, darò a Mat Rogers una grande opportunità di mettersi in mostra e che non sarà facile per me riconquistare il posto da titolare, ma questo infortunio mi permetterà di avere una off-season tranquilla, nel corso della quale cercherò di recuperare per presentarmi al via del 2003, l’anno della Coppa del Mondo, al massimo della forma”.

A rimpiazzare Latham nella lista dei convocati che partiranno nella mattina di venerdì 25 (ora australiana) da Sydney sarà Scott Staniforth dei N.S.W. Waratahs, 1 caps e 2 mete con la maglia della Nazionale.

Bill Young, pilone degli ACT Brumbies, partirà invece con la squadra ma rientrerà in patria dopo il test match di Buenos Aires per assistere alla nascita del proprio primogenito, prevista per i primi giorni di novembre. Young, 9 presenze in Nazionale, raggiungerà nuovamente la comitiva australiana a Dublino prima dell’incontro con l’Irlanda. Situazione analoga per il capitano George Gregan, che partirà regolarmente per il tour ma potrebbe essere costretto a rientrare in patria in qualunque momento: la moglie è in attesa di dare alla luce il secondo figlio, che potrebbe nascere a partire dalla seconda settimana di novembre. Gregan potrebbe dunque essere costretto a saltare il test con l’Inghilterra ed il Jaguar Test Match di Genova contro Troncon e compagni. Qualora Gregan dovesse abbandonare il tour a metà strada, il capitanato passerebbe al trequarti Mat Burke o, in alternativa, al n°8 Toutai Kefu che proprio ieri ha ricevuto, in coppia con Burke, i gradi di vice-capitano.

 

L’ELENCO DEI CONVOCATI

Matthew Burke (N.S.W. Waratahs, vice-capitano), Matt Cockbain (Queensland Reds), David Croft (Queensland Reds), Ben Darwin (A.C.T. Brumbies), Owen Finegan (A.C.T.Brumbies), Elton Flatley (Queensland Reds), Adam Freier (N.S.W. Waratahs), David Giffin (A.C.T. Brumbies), Matt Giteau (A.C.T. Brumbies), George Gregan (A.C.T. Brumbies, capitano), Justin Harrison (A.C.T. Brumbies), Daniel Herbert (Queensland Reds), Toutai Kefu (Queensland Reds, vice-capitano), Stephen Larkham (A.C.T. Brumbies), David Lyons (N.S.W. Waratahs), Stirling Mortlock (A.C.T. Brumbies), Patricio Noriega (N.S.W. Waratahs), Jeremy Paul (A.C.T. Brumbies), Mat Rogers (N.S.W. Waratahs), Wendell Sailor (Queensland Reds), George Smith (A.C.T. Brumbies), Scott Staniforth (N.S.W. Waratahs), Nick Stiles (Queensland Reds), Ben Tune (Queensland Reds), Daniel Vickerman (A.C.T. Brumbies), Chris Whitaker (N.S.W. Waratahs), Bill Young (A.C.T. Brumbies).   

 

PARTE IL TOUR DEGLI WALLABIES
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl