Asd Rugby Monza 1949 - Comunicato Stampa del 3 ottobre 2010

03/ott/2010 20.46.58 Rugby Monza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

SERIE C E MINIRUGBY: BUONA LA PRIMA. LE RINGHIO AL “PETTERNELLA” A ROVIGO SI INCHINANO SOLO ALLA  NAZIONALE ITALIANA: SCONFITTE LE CAMPIONESSE D’ITALIA DEL RIVIERA DEL BRENTA. AGLI OLD PREMIO AD IMOLA COME SQUADRA PROVENIENTE DA PIU’ LONTANO. DELUSIONE AIRONI, SCONFITTI ALL’ULTIMO MINUTO DA EDINBURGH GUNNERS.

 

Dopo le chiacchiere estive, dopo i test amichevoli, il rugby comincia a far sul serio con Campionati e Trofei importanti. Da Rovigo note molto positive per la squadra femminile che viene sconfitta solo dalla Nazionale Italiana, vincitrice dell’odierna edizione del prestigioso Trofeo Petternella, un vero e proprio Campionato Italiano di Rugby a 7 (disciplina olimpica). Comincia bene anche la Serie C maschile che con molte assenze  strappa soffrendo la vittoria in casa della neo-promossa San Mauro Torinese. Bene anche minirugby a Velate ed Old ad Imola mentre gli Aironi gettano al vento una propizia occasione venendo superati da Edimburgo solo nell’ultima azione di gioco.

SERIE C1 – GIRONE NORD-OVEST

SAN MAURO TORINESE – ASD RUGBY MONZA 1949 13-17 (03-07) di Luca Mussi

 

Prima di campionato con luci e ombre per il Rugby Monza, di scena a S. Mauro per l'esordio della nuova stagione. I biancorossi non mostrano molta confidenza con le nuove regole per la mischia chiusa e offrono una prestazione sotto la sufficienza, mentre il reparto arretrato fornisce una buona prestazione difensiva parzialmente oscurata dalla assenza di idee in fase di attacco.

Inizio partita bruciante da parte dei monzesi, che al terzo minuto trovano la prima meta con un ottima incursione di Bani finalizzata da Colombo. Il primo quarto d'ora di gioco è tutto appannaggio del Monza, che ripetutamente manca il colpo del KO lasciando poi lentamente prendere campo ai torinesi; il primo tempo termina sul 7-3. Nella ripresa si palesa la solita incapacità di chiudere le partite, causata da un calo di attitudine psicofisica. Al 60' infatti il Monza si porta sul 14-3 grazie ad una meta di Mussi ottimamente servito da Motta, subito dopo un'altra meta di Bani viene incredibilmente annullata dall'arbitro, ma da quel momento è la squadra di casa a fare la partita. Una meta trasformata e un calcio piazzato portano il punteggio sul 14-13, così gli ultimi minuti sono al cardiopalma con il S. Mauro che spinge in cerca della vittoria e il Monza che con un ultimo calcio fissa il punteggio sul 17-3.

 

Formazione

Pedron 15 - Paris 14 - La sorda 13 - Gaudino 12 - Predolini 11 - Colombo G. 10 - Bani 9 - Gallo 8 - Maconi 7

Cavalleri 6 - Striatto 5 - Fumagalli 4 - Foti 3 - Quercia P. 2 - Quercia C 1 A disposizione: Motta Francesco, Eralti, Donadi, Mussi, Sala, Folchi e Zardo

 

Altri risultati

Partono forte le squadre che si sono meglio attrezzate per puntare alla Serie B (Parabiago, Settimo e Pavia) con Bassa Bresciana già costretta a inseguire. Vittorie importanti anche per Bergamo e Rho che puntano ad un campionato più tranquillo di quello appena trascorso. Le tre neo-promosse, Valtellina, Botticino e San Mauro perdono tutte mentre delle due retrocesse dalla B vince solo il Parabiago. Domenica a Monza atteso il Settimo Torinese che si è notevolmente rinforzato con una campagna acquisti spendacciona: vedremo sul campo se sono stati soldi spesi bene.

 

Valtellina – Rho 10-35 (0-5)

Bergamo – Gussago 34-17 (5-0)

Pavia – Borgo Poncarale 45-22 (5-1)

Settimo T.se – Bassa Bresciana 23-0 (4-0)

Botticino – Parabiago 7-32 (0-5)

 

CLASSIFICA

PUNTI

G

V

N

P

PF

PS

Diff

RHO

5

1

1

0

0

35

10

25

PARABIAGO

5

1

1

0

0

32

7

25

PAVIA

5

1

1

0

0

45

22

23

BERGAMO

5

1

1

0

0

34

17

17

SETTIMO T.SE

4

1

1

0

0

23

0

23

ASD RUGBY MONZA 1949

4

1

1

0

0

17

13

4

SAN MAURO TORINESE

1

1

0

0

1

13

17

-4

BORGO PONCARALE

1

1

0

0

1

22

45

-23

GUSSAGO

0

1

0

0

1

17

34

-17

BASSA BRESCIANA

0

1

0

0

1

0

23

-23

BOTTICINO

0

1

0

0

1

7

32

-25

VALTELLINA

0

1

0

0

1

10

35

-25

 

 

FEMMINILE – TORNEO DI ROVIGO DI RUGBY FEMMINILE A 7 “MIRKO PETTERNELLA”

Grande prova delle Ringhio che tornano con la carica giusta da questo importantissimo Torneo in cui vengono sconfitte solo dalla Nazionale Italiana che si aggiudicherà il Torneo. Sconfitte avversarie storiche come Red&Blu Roma e soprattutto le campionesse d’Italia in carica del Riviera del Brenta.

Un buon viatico prima di domenica quando scatterà la Serie A con un match durissimo: Benetton a Treviso.

 

MINIRUGBY – TORNEO A VELATE

UNDER 12

Parte con determinazione la stagione del minirugby Monza..nel "campionato brianzolo" di fronte a Cernusco, Cologno M. ed i padroni di casa del Velate. I ragazzi della dodici sfoderano già un gran qualità e colgono il primo successo stagionale. Sempre sopra le righe le prestazioni di alcuni ma sostanzialmente un grande lavoro di gruppo e di insieme che inserisce nel collettivo ben cinque esordienti assoluti.

Risultati:

Monza 7 - 0 Cologno

Monza 6 - 0 Velate 00

Monza 5 - 1 Velate 99

Monza 4 - 0 Cernusco

FORMAZIONE BISCALDI ANDREA, COLACURCIO LEONARDO, COMI LORENZO, DAVANZO DAVIDE, FRIGNATI VALERIO, FRIXIONE YIDNEKACHEW, GRECO MATTEO, GRIMOLDI MARCO, MALANDRA ANDREA, MELI PAOLO, MESSINA IACOPO, RATCLIFFE ALBERTO, SCALAMBRINO FEDERICO, TARABINI ALESSANDRO, TOFFOLI LUDOVICO, ZANIOLO MARCO All RATCLIFFE, MACONI

UNDER 10 di Paolo Barravecchia

RISULTATI

Monza - Cologno 2-0

Monza -Velate B  1-3

Monza - Velate A 0-5

Monza - Cernusco 0-4

FORMAZIONE: ALMADORI,LORENZO, BARRAVECCHIA,EMANUELE; COCCHINI,DARIO; COSTATO,MARCO; CURTI,TOMMASO; DE CAPITANI,FEDERICO; FATAI,PIETRO; FOLCHINI,JACOPO; FRIGNATI,ADRIANO ANGELO; MARELLO,FILIPPO MATTIA; RADDI,AMERIGO; RATCLIFFE,ALICE; REALE,JACOPO; SOZZINI,EMILIANO; TARABINI,FEDERICA MARTINA          

 

UNDER 8

 

Buon esordio anche per la Under 8 composta da molti volti nuovi.

 

OLD RUGBY MONZA – Torneo di Imola di Luca Bonisoli

 

Una vittoria, un pareggio e una sconfitta per gli Old Elephants che – seppur decimati dall’influenza  e l’inizio titubante – si difendono con onore. Persa la prima 4 mete a 0 col Cesena, i veterani bianco-rossi si impongono 3-0 sul Vicenza. Ultima partita di grande intensità col Ravenna si risolve con un epico 0-0. Il Monza torna a casa con la coppa per la squadra giunta da più lontano.

 

MONTEPASCHI AIRONI – EDIMBURGO 9-10 di Matteo Pia

 

Marcatori: pt 4’ cp D. Blair (0-3), 11’ cp Mercier (3-3), 42’ cp Mercier (6-3); st 34’ cp Bocchino (9-3), 40’ m Jacobsen tr D. Blair (9-10).

 

Montepaschi Aironi: Laharrague; Toniolatti, Penney, Pavan, Demas; Mercier (st 6’ Bocchino), Tebaldi; Williams, Sole (st 18’ Erasmus), Benatti; Geldenhuys, Del Fava; Perugini, Ongaro (st 18’ Santamaria), Al. De Marchi. (All. Bernini).

 

Edimburgo: Thompson; Robertson, Cairns, Grove (st 30’ King), Visser; D. Blair, Laidlaw; Grant, McDonald, McKenzie; McLeod, Lozada (st 3’ Hamilton); Cross, Ford (st 30’ Kelly), Traynor (st 1’ Jacobsen). (All. Moffat).

 

Arbitro: Phillips (Irl)

 

Note – p.t. 6-3; Gialli: st 12’ McDonald, st 39’ Del Fava. Calci: Spettatori: 4053. Man of the match: Williams. Punti in classifica: Montepaschi Aironi 1, Edimburgo 4.

 

La prima vittoria resta tabù per i Montepaschi Aironi, beffati nel finale dall’Edimburgo dopo una partita passata a macinare gioco, a passare sugli avversari con una mischia nettamente superiore ma non sempre premiata dai giudizi di un arbitraggio che ancora una volta, va detto, non ha certo aiutato la squadra di Bernini. La beffa è arrivata proprio all’80’, quando Jacobsen ha schiacciato in meta il pallone portato avanti dalla maul, con gli Aironi costretti a difendere senza Del Fava, punito con il giallo. Gli scozzesi hanno sfruttato la superiorità numerica, quello che gli Aironi non sono riusciti a fare quando sulla panca puniti si è andato a sedere McDonald a metà ripresa. Anche in quel caso, però, l’arbitraggio non ha aiutato. Gli Aironi hanno avuto un paio di mischie ai 5 metri: sulla prima la spinta stava portando l’intero pack in meta, ma Phillips ha fischiato facendo rifare tutto (quando invece in una situazione del tutto simile, a Swansea gli Aironi sono stati puniti con la meta tecnica); sulla seconda ha dato subito punizione a favore dell’Edimburgo, che in mischia ordinata aveva sofferto fino a quel momento. Dopo le due sconfitte larghe nel punteggio subite in Galles, la squadra ha avuto comunque una grande reazione. Ha saputo reagire all’iniziale svantaggio, ha difeso con ordine con Penney che ha dimostrato di essersi già inserito nei meccanismi della squadra (anche in fase offensiva), ha saputo risalire il campo con intelligenza, affidandosi ora al piede di Mercier ora ad azioni multifase giocate in velocità. E’ mancato però l’acuto della meta, con qualche “in avanti” di troppo dentro i 22 (ma anche Edimburgo in questo non è stata da meno), però sembravano comunque bastare i due calci di Mercier e la realizzazione di Bocchino per cullare il sogno della prima vittoria. Un successo sfumato sul penultimo pallone della partita, ma che poteva tornare in mano agli Aironi nell’ultima azione. Con Demas lanciato in velocità per raccogliere il proprio calcetto e provare ad arrivare in meta ma placcato senza palla, Phillips ha però fischiato la fine dell’incontro. 

 

PRIMO TEMPO

 

Il punteggio si sblocca già al 4’, quando l’arbitro fischia un’entrata laterale in ruck ai danni dei Montepaschi Aironi e David Blair centra i pali per il 3-0 degli ospiti. Gli Aironi riprendono però subito il filo del gioco grazie anche alla mischia che guadagna tre calci consecutivi a favore per risalire il campo e permettere a Mercier di fissare il 3-3 con una punizione appena fuori i 22 all’11’. Anche dopo il pareggio sono i padroni di casa a tenere in mano il gioco, senza però riuscire a concretizzare. Cosa che peraltro capita anche all’Edimburgo quando al 23’ si ripresenta dalle parti dei 22 sfruttando una touche lunga ricevuta da Grove ma poi vanificata da uno dei tanti “in avanti” che caratterizzano la prima parte di gara. Il predominio territoriale comunque resta degli Aironi e al 29’ un grande break di Williams porta i padroni di casa negli ultimi 10 metri. Solo un placcaggio di McDonald ferma il numero 8 degli Aironi, che poi con un altro in avanti concedono però il pallone agli avversari. La mischia ordinata che ne segue è chiaramente a vantaggio degli Aironi, ma Phillips lascia giocare Edimburgo permettendo agli scozzesi di liberare. La grande mole di lavoro offensiva si potrebbe concretizzare al 39’, quando prima la mischia ruba l’ovale su introduzione avversaria, poi dopo diverse fasi costringe Laidlaw a calciare contro un compagno. Mercier mette però a lato la punizione, ma si rifà al 42’, sull’ultimo ovale del primo tempo, centrando nuovamente i pali e premiando così il grande lavoro della mischia, abile a rubare un altro possesso.

 

SECONDO TEMPO

 

Anche il secondo tempo si apre con una punizione concessa a favore di Edimburgo. Questa volta David Blair non dà però la potenza giusta e la traiettoria si spegne prima dell’acca. Subito dopo gli Aironi perdono Mercier, che esce zoppicante lasciando posto a Bocchino. La giovane apertura ha subito sul piede la possibilità di aumentare il vantaggio per un’entrata laterale, ma anche il suo calcio da 45 metri si rivela corto. Poco dopo il 10’ minuti la difesa di Edimburgo si fa trovare in fuorigioco sul calcio di liberazione. Laharrague parte velocemente, serve Tebaldi che trova poi l’inserimento di Perugini per portare gli Aironi negli ultimi 10 metri. Nelle ruck Edimburgo si difende fallosamente e a farne le spese è McDonald, punito con il giallo. Gli Aironi chiedono la mischia ordinata ma con un altro pallone perso in avanti concedono il cambio di possesso. Sulla mischia successiva il pacchetto dei Montepaschi Aironi fa ancora la voce grossa e riconquista l’ovale. E’ di nuovo mischia ai 5 metri, gli Aironi avanzano ma Phillips fa ripetere tutto e quando si riparte dà subito punizione a favore di Edimburgo, che così allontana la pressione. Con un uomo in meno, gli scozzesi avrebbero anche il pareggio su un piatto d’argento, ma al 21’ David Blair manda clamorosamente a lato un calcio centrale. La difesa degli Aironi continua a recuperare palloni ma la superiorità numerica si chiude senza punti segnati. Subito dopo la mezzora gli Aironi trovano un nuovo break importante. Sul calcetto di Tebaldi, Robertson va in difficoltà e Benatti va a recuperare palla guadagnandosi una punizione dai 22 che Bocchino trasforma per il 9-3. Il finale però è di sofferenza, perché Edimburgo si butta in avanti e gli Aironi restano anche in 14 per il giallo a Del Fava. David Blair va in touche e sulla maul proprio al 40’ Jacobsen arriva fino a schiacciare in meta. La trasformazione di Blair vale il sorpasso degli scozzesi. Come se non bastasse la beffa, Phillips e la terna arbitrale completano una giornata pessima: Demas va via in  velocità, con un calcio a seguire si lancia verso la meta, viene placcato senza palla alle spalle e quando la palla esce l’arbitro fischia la fine sorvolando quindi sull’azione chiaramente irregolare.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl