Comunicato 14 novembre 2002

JAGUAR TEST MATCH: ITALIA - ARGENTINAGRANDE EQUILIBRIO SIA DI VITTORIE CHE NEL PESO DEI

15/nov/2002 16.13.19 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

RUGBY Notizie a cura dell'Ufficio Stampa FIR

Roma, 14 novembre 2002

JAGUAR TEST MATCH: ITALIA - ARGENTINA
KIRWAN PROMETTE SPETTACOLO

Roma -
Vigilia improntata al fair-play per le Nazionali di Italia ed Argentina che domani alle ore 15.15 si incontreranno allo Stadio Flaminio di Roma nell'atteso Jaguar Test Match.

Ieri sera le due squadre si sono incontrate nel ricevimento offerto dall'Ambasciata Argentina. Gli Azzurri, nella loro bella e fiammante divisa gessata con cravatta a tre simboli - Tricolore, Pumas e Canguro - a ricordare i due Jaguar Test Match, quello di domani e quello di sabato prossimo a Genova contro i Campioni del Mondo dell'Australia. Gli argentini erano vestiti in maniera molto più informale in un completo pantaloni e camicia jeans. Pochi convenevoli. Argentini che non hanno calcato la mano sulla sofferta partita fra i rincalzi di martedì a Colleferro.

Il fair-play è continuato anche nella giornata di oggi, poiché le squadre alloggiano in due alberghi assai vicini nella zona di Villa Pamphili e, inevitabilmente, gli incontri casuali sono stati frequenti. Nessun problema nemmeno in occasione del rituale assaggio del terreno di gioco al Flaminio per i rispettivi specialisti di calci piazzati. C'è stato, infatti, un turnover che ha reso possibile a Contepomi e Co. da una parte ed a Mirko Bergamasco, Peens e (in orari differenziati) e Dominguez dall'altra, di provare i pali.

I due team sono rimasti vicini anche in occasione dell'allenamento mattutino. I Pumas si sono recati sui campi dell'Acquacetosa mentre gli Azzurri erano poche centinaia di metri più lontani, sul terreno di gioco del CUS Roma. Per gli argentini consueto allenamento pre-partita seguito poi, dopo il pranzo, da una visita al Vaticano.

Il XV italiano ha invece impostato l'ultimo allenamento con il rituale team-run, ovvero la ripetizione continua senza pause, tutto campo, degli schemi di gioco. Al termine il CT John Kirwan è apparso sereno e soddisfatto. Quello di domani è il test più impegnativo da lui affrontato da quando ha preso sulle spalle la responsabilità della Nazionale Azzurra. Infatti il Test Match disputato nella tournée post-campionato è da considerarsi in maniera assai relativa perché sperimentale, di assaggio e senza un lavoro serio sulle spalle. Spagna e Romania sono stati due match contro squadre che a l'Italia sono dietro da anni. L'Argentina, invece, rappresenta il rugby emergente in campo mondiale. Ci precede nel ranking mondiale di 3 posti e negli ultimi mesi ha sconfitto Francia, Sudafrica, perdendo di strettissima misura contro Nuova Zelanda, Inghilterra ed Australia e viene da due settimane di raduno collegiale.

Un avversario, perciò, durissimo che John Kirwan, vero All Blacks, aspetta a pie' fermo e promette: "Prometto una grande partita da parte degli Azzurri. Ho scelto con cura fra i giocatori disponibili schierando quelli più in forma. Ho cercato di preparare con intelligenza la squadra creando un gruppo. Sono riuscito a tenerli insieme, direttamente od indirettamente, fin da questa estate visitando i loro club e tenendoli mentalmente sempre legati alla maglia azzurra. Non ho avuto molto tempo a disposizione per via degli impegni nei vari campionati a cui prendono parte, ma ho sfruttato al massimo le occasioni delle partite contro Romani e Spagna per creare un insieme tecnico, tattico ed umano. Grazia alla collaborazione delle società ho potuto svolgere anche un paio di mini raduni di un giorno sempre in quell'ottica. Ci sono stati degli infortuni e delle rinunce dolorose, ma oggi la squadra è pronta, motivata e forte. Ho molto rispetto per l'Argentina, ma l'Italia non gli è assolutamente inferiore, è pronta alla battaglia e sono certo che ha grandi possibilità di vittoria. E posso assicurare che, chi domani verrà al Flaminio, troverà grandi motivi per applaudirci".

 

JAGUAR TEST MATCH: ITALIA - ARGENTINA
GRANDE EQUILIBRIO SIA DI VITTORIE CHE NEL PESO DEI "PACK"

Roma -
Italia e Argentina si sono incontrate già otto volte. 4 le vittorie dei Pumas (3 in Argentina e 1 in Coppa del Mondo in Nuova Zelanda), 3 quelle degli Azzurri (2 in Italia e 1 in Coppa del Mondo in Sudafrica) e un pareggio (Coppa Latina in Francia). Grande equilibrio fra queste 2 squadre, quindi, come grande equilibrio ci sarà anche domani in quello che i 2 Coach, John Kirwan e Marcelo Loffreda, definiscono come chiave di lettura per l'incontro: il "pack" degli avanti. Infatti la differenza di peso, delle 2 mischie è di un solo chilo: 835 kg per gli 8 pumas e 836 per gli Azzurri. Delle 2 mischie il più pesante è la seconda linea azzurra Santiago Dellapé (117kg/2m) seguito dal pilone argentino Omar Hasan (115kg per 1m83), mentre il più leggero è il flanker Santiago Phelan con i suoi 92kg. Gli azzurri più leggeri pesano tutti 100kg: Moretti (1m78), Persico (1m86) e Palmer (1m92). Si tratta dunque di pacchetti leggeri in grado di imprimere grande dinamismo alla partita.

LE FORMAZIONI
ITALIA:
15 Mirco Bergamasco, 14 Paolo Vaccari, 13 Cristian Stoica, 12 Matteo Barbini, 11 Nicola Mazzucato; 10 Diego Dominguez, 9 Alessandro Troncon (cap.); 8 Scott Palmer, 7 Aaron Persico, 6 Salvatore Garozzo; 5 Santiago Dellapé, 4 Marco Bortolami; 3 Federico Pucciariello, 2 Andrea Moretti, 1 Gianluca Faliva.
A disposizione:
16 Fabio Ongaro, 17 Leandro Castrogiovanni, 18 Enrico Pavanello, 19 Matteo Parisse, 20 Juan Manuel Queirolo, 21 Gert Peens, 22 Cristian Zanoletti.

ARGENTINA: 15 Ignacio Corleto, 14 Gonzalo Camardon, 13José Orengo, 12 Lisandro Arbizu (cap.), 11 Diego Albanese; 10 Felipe Contepomi, 9 Augustin Pichot; 8 Gonzalo Longo, 7 Rolando Martin, 6 Satiago Phelan; 5 Rimas Alvarez, 4 Ignacio Fernandez Lobbe; 3 Omar Hasan, 2 ario Ledesma, 1 Roberto Grau.
A disposizione:
16 Juan José Villar, 17 Mauricio Reggiardo, 18 Pedro Sporleder, 19 Martin Durand, 20 Nicolas Fernandez Miranda, 21 Juan Fernandez Miranda, 22 José Maria Nunez Piossek.

Arbitro: Andrew Cole (Australia). Giudici di Linea: Mark Lawrence (Sudafrica) e Steve Walsh (Nuova Zelanda).

TV: Diretta su Raitre, dalle ore 15.15, senza commento a causa dello sciopero dei giornalisti. Differita integrale su Raisport Sat, martedì 19 novembre alle ore 16.05, con il commento di Andrea Fusco.

 

JAGUAR TEST MATCH: ITALIA - ARGENTINA
CRESCE LA RICHIESTA DI BIGLIETTI - ANCORA IN VENDITA AL FLAMINIO

Roma-
Le prevendite per il Jaguar Test Match fra Italia e Argentina procedono al di sopra delle previsioni. L'interesse per il match, partito molto tiepidamente, è cresciuto nelle ultime ore e solo nella giornata di ieri sono stati venduti oltre 5 mila tagliandi superando la quota fatidica dei 10 mila biglietti venduti. Con l'apertura dei due botteghini a Viale Tiziano si ritiene che l'acquisto di biglietti aumenti considerevolmente anche perché domani non ci saranno i diritti di prevendita.

Numerose sono state anche le richieste di biglietti dal resto dell'Italia che si giovano anche delle speciali tariffe ferroviarie che consentono di spostarsi da qualsiasi località verso Roma, spendendo 10 euro epr gli Intercity e 20 per gli Eurostar.

Inoltre per donne e Under 15 pagano le tribune scoperte e le curve con prezzi ridotti (10 euro per la tribuna e 3 la curva).

RADDOPPIA L'IMPEGNO DELLA RAI
Roma -
La RAI ha deciso di raddoppiare l'impegno per il Jaguar Test Match fra Italia e Argentina di domani, allo Stadio Flaminio di Roma (ore 15.15). La TV nazionale infatti, oltre alla consueta trasmissione in diretta su Raitre, ai servizi nei vari telegiornali, a interviste e speciali (dribbling la settimana prossima), ha deciso di ritrasmettere l'incontro martedì prossimo, 19 novembre, alle 16.05, sul canale tematico Raisport Sat. Una decisione che nasce per dare l'opportunità, agli appassionati, anche di rivedere l'incontro ed ascoltare la voce del telecronista Andrea Fusco. Infatti la diretta di domani, a causa dello sciopero dei giornalisti, andrà in onda solo con l'audio ambientale e del campo: voci dei giocatori, degli arbitri, delle panchine e del pubblico mentre martedì andrà in onda nella consueta veste di partita con telecronaca.

IL MINISTRO TREMAGLIA SPETTATORE DI ITALIA - ARGENTINA
Roma-
Fra le tante autorità presenti domani al Jaguar Test Match Italia - Argentina, ci sarà anche il Ministro del nuovo Ministero degli Italiani all'Estero, Mirko Tremaglia. Una presenza che si spiega da una parte con la passione sportiva del Ministro e dall'altra dal fatto che il 52% della popolazione argentina ha origine italiana e molti, anche il passaporto.

 

 

NOTA DELLA REDAZIONE
RITIRO ACCREDITI PER ITALIA E ARGENTINA

Roma -
Si informa la stampa accreditata per il Jaguar Test Match fra Italia e Argentina che gli accrediti e l'assegnazione dei posti potranno essere ritirati direttamente allo Stadio Flaminio (ingresso Tribuna Coperta, Viale Tiziano), domani, sabato 16 novembre, a partire dalle 11 del mattino, fino alle 14.30.

Sarà necessario, per il ritiro degli accrediti, avere con se un documento d'identità da mostrare se richiesto.

Per i fotografi, invece, ci sarà il consueto briefing con l'assegnazione dei posti a bordo campo, alle ore 14. Ai fotografi che non saranno presenti al briefing, non verrà garantita la postazione in bordo campo.

ERRATA CORRIGE
Roma -
Per mero errore di trascrizione nel comunicato stampa di ieri sono state diramate erroneamente le designazioni arbitrali relative alle gare del Campionato Under 19 di domenica.

Queste le designazioni corrette:

CAMPIONATO UNDER 19 17.11.02
Girone A (6a giornata)

SKG Gr.A.N. Rugby - Benetton TV arb. Bonaccorsi (Prato) * posticipo ore 13

Girone B (5a giornata)
Cus Roma - Partenope arb. Paluzzi (Roma), ore 11.30

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl