RUGBY NOTIZIE: SABATO AUSTRALIA-ITALIA A MELBOURNE

23/giu/2005 19.39.50 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
RUGBY NOTIZIE a cura dell'Ufficio Stampa FIR

Roma, 22 giugno 2005


SABATO AUSTRALIA-ITALIA A MELBOURNE
IMPERATIVO RITROVARE ENERGIE


Melbourne -  Fra i volti nuovi della Nazionale Italiana nel Tour estivo in Argentina ed Australia spicca la sagoma allampanata di Pierluigi Bernabò, neo-consigliere federale, seconda linea azzurra degli anni Settanta, padre dell’attuale capitano della Nazionale Under 21, Valerio.
Bernabò è uno che di rugby se ne intende ed è di quelli che prima di tutti ha intuito che il nuovo corso innescato da Pierre Berbizier stava procedendo con efficienza, intuendo la possibilità di fare il colpo in Argentina.
A tre giorni ormai dal calcio di inizio dell’ultima, immane, fatica, cioè  il   test match contro l’Australia (ore 07.00 del mattino italiane, diretta su Sky Sport) la domanda è d’obbligo: questa Italia continua a crescere anche a Melbourne?
“Parzialmente - ammette con franchezza e competenza il dirigente accompagnatore azzurro -. Colpa del fuso orario e della stanchezza che comincia ad affiorare. Sono certo  che all’ultimo momento le energie si troveranno, ma il problema sono gli avversari. Davvero questa Australia è una corazzata: Chiedetelo a Samoa che ne ha presi ben 74 qualche giorno fa!”
- L’Australia è quello che è: bicampione del mondo, numero due del ranking mondiale. Sono cose che non si possono cambiare. Mentre l’effetto negativo dello sbalzo di fuso può essere modificato..
“Ed è quello che si sta tentando di fare. Il dottor Patricola sta facendo il massimo, dosando perfino l’alimentazione e prescrivendo a tutti quelle pastiglie di melatonina che sono un toccasana per ristabilire il ciclo del sonno. I giocatori  riescono a dormire la notte quando in Italia è giorno e da domani si potrebbe tornare alla normalità. Berbizier è ben consapevole della situazione e sta dosando energie e motivazioni, accelerando o rallentando il lavoro a seconda delle circostanze. Il problema rimane, comunque,  sempre nervoso e mentale. In questo senso il fatto che in Italia la partita si potrà vedere in diretta  televisiva può offrire un grosso contributo motivazionale a ripescare energie. Per il resto lo staff medico-fisioterapico ha veramente fatto miracoli. Siamo partiti con tanti “malati” ritorniamo con i giocatori sani. Di solito accade il contrario.  Anche Nitoglia che, si era “stirato” in palestra, oggi si è allenato. Solo Dellapè sta risentendo ancora degli sforzi compiuti a Cordoba”.
- Dal punto di vista tecnico-tattico?
“I giocatori hanno sempre più chiaro  quello che devono fare in campo. Hanno metabolizzato  bene e velocemente gli schemi di gioco ed  i fondamentali su cui insiste Berbizier.”
- Non dimentichiamo, che si gioca a Melbourne, in casa degli australiani, dove non si fanno sconti…
“Soprattutto perché la loro Nazionale di Cricket ha perso contro il Bangladesh insegnando a non sottovalutare nessuno. Ora, dunque, ci stanno aspettando, specie dopo il clamore suscitato dalla nostra vittoria contro l’Argentina!”
- Squadra che vince non si tocca. L’Italia schiererà lo stesso XV che ha sconfitto l’Argentina a Cordoba?
“Qualche cambio dovrebbe esserci. Berbizier  vuole mettere gente fresca  e offrire qualche opportunità a qualche giocatore. Comunque, la formazione è già delineata, ma si preferisce annunciarla solo domani di modo che tutti gli atleti mantengano la giusta tensione. Sabato  è l’ultima partita  e chi non entra nei 22 potrebbe andare mentalmente già in ferie. E se poi qualcuno si infortuna?.


__________________________________________
Ufficio Stampa e Comunicazione
Federazione Italiana Rugby
Tel. +39.06.36.85.78.32
Fax +39.06.36.85.71.02
stampa@federugby.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl