Rugby Monza - Comunicato del 12 dicembre 2010

Allegati

12/dic/2010 21.32.57 Rugby Monza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

IL WEEKEND DELLE PRIME VOLTE

Rinviate le gare della U14 (a data da destinarsi) e della Serie A (domenica prossima a Pesaro), in Serie C arriva la prima vittoria casalinga per il Monza sul Borgo Poncarale; sabato è giunta anche la prima vittoria della storia per la giovanissima franchigia degli Aironi di cui il Monza fa parte: e non poteva esserci miglior prima vittoria, coi vice-Campioni d’Europa del Biarritz Olympique sconfitti 28-27 in una partita al cardiopalma; la vittoria è stata salutata dal numeroso contingente di tifosi giunti da Monza per incitare i bianconeri. Vittoria senza storia invece per la U18 che travolge l’Alessandria giunta a Monza con 13 uomini contati.

SERIE C1 – ELITE NORD-OVEST – 9°GIORNATA

ASD RUGBY MONZA 1949 – BORGO PONCARALE 18-05

Arriva finalmente la prima vittoria interna per i ragazzi di Galimberti che riescono a prevalere sul Borgo Poncarale. Dopo essere passati in svantaggio, i bianco-rossi oggi in tenuta bianco-nera, riprendono in mano il pallino del gioco e trovano la meta con Beni spinto oltre la linea da tutto il pack: Apostol trasforma. Con altre due punizioni del rumeno il Monza allunga oltre il break fino a trovare la meta finale con Gheno. Nel finale i bresciani premono il Monza nei ventidue ma senza marcare punti. Altri 4 punti in classifica quindi in attesa di recuperare alcuni degli assenti. Da segnalare oggi l’esordio di Lee Taylor, ex-calciatore neo-zelandese residente in Italia da diversi anni che ha esordito nei minuti finali.

ALTRI RISULTATI

VII Rugby Torino - Rugby Bergamo 40-00
Cus Pavia - Botticino (5 punti a zero in classifica)
Rugby Rho - Bassa Bresciana  18-22
San Mauro – Gussago 15-03
Parabiago – Valtellina 43-12

 

 

UNDER 18 -  CAMPIONATO ELITE 2 NORD-OVEST

ASD RUGBY MONZA 1949 – DLF ALESSANDRIA 83-11 (52-06) di Gaetano Palmiotto

 

Monza: Selvagno, Villa (Massironi), Brugaletta, Ferraris, Lusetti, Borzone, Bandera (cap), Alfieri (Sironi), Frittoli, Perego (Paleari), Manzoli (Hueller) , Toffoli (Allegretti), Diana, Falgitano, Fornasiero.

 

Non c’è molto da dire su una gara segnata dal fatto che gli alessandrini si presentano in soli 13 giocatori. Dopo soli 19 minuti il Monza aveva già segnato la quarta meta del bonus e chiuso la pratica Alessandria.

Nonostante il terreno pesante, i bianco-rossi fanno vedere delle belle giocate al largo favoriti dall’inferiorità numerica dell’avversario; dopo 4’ è Frittoli a schiacciare in meta l’ovale; Villa all’8’ allunga ulteriormente mentre l’Alessandria porta fieno in cascina con una punizione al 14’. Al 17’ Brugaletta segna la prima delle quattro personali di giornata: al 26’, 30’ e 35’ le altre marcature personali del ragazzo in prestito dal Seregno. Ferraris al 19’ e Lusetti in pieno recupero arrotondano il punteggio con Alessandria che realizza un altro piazzato: il primo tempo si chiude sul 52-06. Nella ripresa il Monza riparte a pieno ritmo e marca ancora con Massironi (2’ e 10’), Selvagno (4’), Bandera (34’) e Borzone (30’) che realizza anche ben 9 trasformazioni. Per l’Alessandria meta di orgoglio al 15’ meritata per l’impegno espresso in campo.

 

Altri risultati

Pro Recco – Amatori Genova 78-00

CUS Torino – CUS Pavia 48-05

Amatori Novara – Union Milano 12-10

 

 

HEINEKEN CUP – 3°TURNO

Montepaschi Aironi - Biarritz 28-27 di Matteo Pia (Ufficio Stampa Aironi)

 

Marcatori: P.t. 2’ c.p. Tebaldi (3-0), 6’ m. Terrain (3-5), 15’ m. Ngwenya tr. Yachvili (3-12), 30’ c.p. Tebaldi (6-12), 37’ m. Marshall (11-12). S.t. 2’ m. Balshaw (11-17), 7’ m. Toniolatti tr. Tebaldi (18-17), 17’ m. Gimenez tr Yachvili (18-24), 27’ m. Pratichetti tr. Tebaldi (25-24), 32’ c.p. Yachvili (25-27), 37’ drop Laharrague (28-27).

Montepaschi Aironi: Laharrague; Toniolatti, Penney, Pavan (s.t. 39’ Rubini), Pratichetti; Marshall, Tebaldi; Williams, Krause (s.t. 16’ Favaro), Sole; Geldenhuys (cap), Bortolami; Staibano (s.t. 19’ Redolfini), Ongaro (s.t. 17’ Ferraro), Aguero. All.: Phillips.

Biarritz: Haylett-Petty (s.t. 16’ Bolakoro); Ngwenya, Gimenez (s.t. 19’ Mignardi), Traille, Balshaw; Peyrelongue, Yachvili; Lakafia (s.t. 18’ Lauret), Harinordoquy (cap), M. Lund; E. Lund, Thion; Barozzi (s.t. 18’ Johnstone), Terrain (s.t. 18’ August), Marconnet. All. Rodriguez.

Arbitro: Fitzgibbon (Irl).

Note – p.t.: 11-12. Calci: Tebaldi 4/6 (10 punti), Laharrague 1/2 drop (3 punti), Yachvili 3/5 (7 punti), Traille 0/1 drop. Spettatori: 3000. Man of the match: Nick Williams (Montepaschi Aironi). Punti in classifica: Montepaschi Aironi 4, Biarritz 2.

 

La prima storica vittoria dei Montepaschi Aironi arriva nel terzo turno della fase a gironi di Heineken Cup ed è una vera e propria impresa. A cadere allo Zaffanella è infatti il Biarritz vice campione d’Europa in carica. E non è che i francesi abbiano sottovalutato l’impegno, visto che Rodriguez ha schierato di fatto la formazione migliore.

Partita dalle mille emozioni e dai tanti rovesciamenti di fronte, con gli Aironi capaci di rimontare dal 3-12 con cui dopo un quarto d’ora i baschi sembravano aver già archiviato la pratica. La meta di Marshall e il piede di Tebaldi hanno invece riavvicinato i neroargento, grandi poi nel reagire nuovamente alla meta in avvio di ripresa di Balshaw. La splendida azione corale che ha portato alla meta di Toniolatti e la determinazione nella meta di Pratichetti, con un’azione di sfondamento degna di un avanti di peso, hanno dimostrato al Biarritz che gli Aironi non avrebbero mollato fino alla fine. E così è stato. Il piazzato di Yachvili al 32’ ha riportato avanti i baschi, Traille ha provato il drop della sicurezza senza centrare i pali. Il drop lo ha messo a segno, invece, un altro francese, Julien Laharrague, che però veste la maglia degli Aironi. Il suo sinistro preciso al termine di una lunga azione ha fatto esplodere lo Zaffanella.

PRIMO TEMPO

Buona partenza degli Aironi, subito sicuri in touche e in grado di mantenere il possesso, premiati dal calcio piazzato concesso per il fuorigioco della linea francese e trasformato da Tebaldi. Da una rimessa laterale vinta fortunosamente arriva invece la replica del Biarritz, con Traille capace di ribaltare il campo e riportare i vice campioni d’Europa a ridosso dei 5 metri. Sul fallo della difesa, i baschi scelgono la touche e innescano una maul che avanza fino in meta dove Terrain schiaccia per il 3-5. La trasformazione di Yachvili centra il palo. E’ sempre Traille quello che più di tutti riesce a fare metri palla in mano ed è ancora lui a portare il Biarritz in zona d’attacco per conquistare un’altra rimessa ai 5 metri. Questa volta la difesa degli Aironi porta subito a terra la maul avversaria; dopo il primo pick and go, Yachvili riapre subito sul lato chiuso dove Ngwenya riesce a rompere l’ultimo placcaggio di Tebaldi e a schiacciare per la seconda meta francese. Questa volta Yachvili centra i pali e porta il risultato sul 3-12. La reazione dei Montepaschi Aironi arriva subito, e sull’invito di Marshall, solo un placcaggio per i pantaloncini ferma l’avanzata di Pavan che poi perde in avanti l’ovale. Il Biarritz si affida sempre alle touche in zona offensiva, ma per due volte gli Aironi riescono a difendere bene. Alla mezz’ora, poi, una palla rubata da Pratichetti a Yachvili e calciata avanti da Marshall porta a una punizione che Tebaldi trasforma nuovamente da posizione non facile accorciando così le distanze sul 6-12. Sei minuti dopo il mediano di mischia dei Montepaschi Aironi ha un’altra opportunità per il fallo con cui il Biarritz ha cercato di fermare l’avanzata prepotente della maul. Da quasi metà campo Tebaldi sbaglia completamente la mira. Biarritz riparte affidando palla a Ngwenya sull’ala, ma l’ala dei baschi perde palla proprio nel contatto con Tebaldi, ne approfitta Marshall che senza raccogliere l’ovale lo calcia di prima intenzione e poi attacca il turbo fino a schiacciare in meta. La trasformazione di Tebaldi esce di poco lasciando avanti nel punteggio il Biarritz: 11-12, risultato su cui si chiude anche il primo tempo.

SECONDO TEMPO

La fiammata finale degli Aironi provoca subito la reazione del Biarritz ad inizio ripresa. In due minuti i francesi sono già in meta con Balshaw, che all’ala concretizza la superiorità numerica completando gli ultimi metri per arrivare oltre la linea. Yachvili manca ancora la trasformazione lasciando comunque gli Aironi sotto il break. Anzi, è proprio il Montepaschi ad andare nuovamente a segno con un’azione spettacolare. Tebaldi finta il passaggio e poi parte vicino al raggruppamento, off-load per Williams che macina metri e trova l’ottimo sostegno di Toniolatti, che finta la traiettoria interna e poi si allarga per accelerare fino in meta. La trasformazione di Tebaldi porta in vantaggio gli Aironi 18-17. Anche in svantaggio, Biarritz punta comunque alla quarta meta e al 17’ decide di andare in touche invece che piazzare. La difesa degli Aironi tiene per un po’, ma dopo una lunga serie di raccogli e vai, è Gimenez ad allungarsi oltre la linea di meta. Yachvili trasforma per il 18-24. Anche i Montepaschi Aironi, però, continuano a crederci e a loro volta rinunciano ai tre punti per il bersaglio grosso, venendo premiati al 23’ dal raccogli e vai sulla linea di meta di Matteo Pratichetti. Ancora una volta Tebaldi centra i pali e gli Aironi tornano in vantaggio 25-24. La strategia del Biarritz a questo punto cambia e al 32’ Yachvili decide di andare per i pali da posizione centrale trovando i 3 punti del nuovo vantaggio francese (25-27). Per provare a mettersi al sicuro, al 35’ Biarritz prova ad affidarsi anche al drop di Traille, ma l’ovale passa a lato dell’acca. Il drop lo mette invece Julien Laharrague al termine di una nuova azione ottimamente costruita dagli Aironi. Il francese dà nuovamente il vantaggio al Montepaschi: 28-27 al 38’. Risultato che non cambia fino al triplice fischio, per la prima storica vittoria dei Montepaschi Aironi.

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl