Comunicato 13.12.02

13/dic/2002 19.19.40 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

RUGBY Notizie a cura dell'Ufficio Stampa FIR

 

Roma, 13 dicembre 2002

 

L'ITALIA SEVEN FA BELLA FIGURA CONTRO GLI ALL BLACKS
BUONA PARTITA D'ESORDIO, IN CRESCITA I GIOVANI

George (Sudafrica) -
Nonostante l'esordio proibitivo, questa mattina a George, contro i Campioni del Mondo della Nuova Zelanda, gli azzurri del Seven hanno davvero ben figurato.

Il Seven azzurro ha infatti tenuto testa agli All Black Sevens, per buona parte dell'incontro, trovandosi in vantaggio per ben due volte. Alla fine ha logicamente prevalso la maggiore esperienza dei neozelandesi che si sono aggiudicati l'incontro per 29 a 14.

Quattordici punti frutto di due mete trasformate: la prima di Javier Dragotto e trasformata dallo stesso giocatore e la seconda di Antonio Mannato, sempre trasformata da Dragotto.

Soddisfazione nel clan azzurro per questa buona prova anche se poi sono arrivate altre 2 sconfitte (contro l'Argentina per 31 a 0) e contro Zambia (14 a 12).

Il Manager della squadra Orazio Arancio, commenta comunque così la giornata: "la nota positiva è ovviamente la buona prestazione dei ragazzi contro la Nuova Zelanda. Ma quello che ci soddisfa di più è vedere questi ragazzi crescere e migliorare volta per volta".

Gli azzurri infatti, sono partiti per questo Tour in giro per il mondo per l'IRB Sevens Series (una vera e propria Coppa del Mondo del rugby a sette), con la consapevolezza di avere pochissima esperienza alle spalle ma con la volontà di crescere: "Ed è quello che abbiamo visto in campo - prosegue Arancio - con la buona prestazione contro la Nuova Zelanda ma anche con la partita contro Zambia. Infatti questi africani hanno davvero un ottima predisposizione al Seven, fatta di tenuta atletica e corsa veloce. Lo dimostra anche la vittoria, per 19 a 0, del Kenya contro il Galles, una vera e propria batosta per i gallesi. Lo Zambia è stato altrettanto veloce e forte e ci ha battuto semplicemente per il fatto di aver trasformato una meta in più di noi. Da questa partita abbiamo imparato due cose: la prima che non bisogna dare nulla per scontato e, anche se si gioca bene con la Nuova Zelanda bisogna stare attenti alle altre squadre e la seconda che è bene anche preparare in maniera specifica il Seven, come fanno le squadre africane, ovviamente, per i nostri obiettivi di squadra del 6 Nazioni, sempre in ottica del rugby a quindici".

Solo la sconfitta contro l'Argentina per 31 a 0 non ha convinto lo staff tecnico azzurro, ma forse, come ammette Orazio Arancio, "siamo arrivati a quell'incontro un po' affaticati da quello con gli All Blacks e forse con qualche illusione di troppo. Tenere testa alla Nuova Zelanda ha forse illuso un po' tutti e ne abbiamo pagato lo scotto. L'Argentina , che comunque è una squadra molto forte (come si è visto anche a Dubai) è arrivata per farci tornare con i piedi bene per terra".

Le note positive, ora che l'Italia dovrà affrontare la Francia (con cui ha perso a Dubai per 5 a 12) per la classifica che va dal nono al sedicesimo posto, rimangono quelle di aver visto dei buoni progressi del gruppo e, soprattutto, fra i giovanissimi: "Era un nostro obiettivo - dice Arancio - come quello di far esperienza. Non dimentichiamo infatti che abbiamo iniziato questo tour con pochissima esperienza alle spalle, dovendo anche chiamare chi aveva già partecipato ad altri tornei Seven come Roselli, Salvan e Rivaro per non lanciare una squadra intera allo sbaraglio. Poi, come fanno tutte le altre Nazioni, abbiamo puntato sui giovanissimi per far far loro esperienza sia specifica, per il futuro dell'Italia Seven, che in ottica del XV. Anche la Nuova Zelanda mette in campo dei giovanissimi, fra cui c'è anche un ragazzo di soli 18 anni, per fare esperienza. Noi quindi dobbiamo considerarci soddisfatti dalle prestazioni dei nostri giovani. Giocatori come Mannato, Nitoglia, Marangon e Benatti, in due sole settimane che si allenano e giocano sotto i nostri occhi, hanno fatto vedere notevoli progressi e questo è il dato positivo della giornata. Ora vediamo domani, ci aspetta una Francia anche lei molto migliorata rispetto a Dubai. Curioso che, oltre all'incontro di Dubai, martedì ci siamo anche allenati contro di loro. Si vede che devono essere il nostro riferimento settimanale per annotare i progressi fatti" conclude il team Manager Orazio Arancio.

GLI INCONTRI DELL'ITALIA AL SOUTH AFRICA SEVENS
Venerdì 13 dicembre (Prima giornata)

Nuova Zelanda - Italia 29 - 14
Mete di Dragotto e Mannato, trasformate da Dragotto.

Argentina - Italia 31 - 0

Italia - Zambia 12-14
Meta di Roselli, tr. Dragotto, e di Perziano.

Sabato 14 dicembre (Seconda giornata)
Per le posizioni dalla nona alla sedicesima: Francia - Italia; Namibia - Zambia; Canada - Golfo Arabico; Galles - Marocco

 

COPPE EUROPEE: IN TV LA SFIDA ARIX VIADANA - MUNSTER
Roma -
L'incontro di Heineken Cup fra i Campioni d'Italia, Arix Viadana, e la forte selezione irlandese del Munster sarà trasmesso domani in televisione su Telepiù nero. L'incontro, con calcio d'inizio alle 18, non andrà però in diretta ma in leggera differita (alle 19.30) con il commento di Antonio Raimondi e Federico Fusetti.

Un impegno quindi davvero importante, per la squadra lombarda, che oltre a dover affrontare uno dei migliori XV d'Europa (finalista di Heineken Cup lo scorso anno) avrà anche il compito promozionale in un orario di grande audience.

Qualche ora prima dell'incontro fra Viadana e Munster, in Galles, spetterà a Ghial Amatori e Calvisano tenere alto l'onore del rugby italiano contro il Neath. Squadra che, proprio lo scorso week-end, gli uomini di Calvisano hanno battuto grazie ad una straordinaria rimonta nel finale.

Partita invece questa mattina la Benetton Treviso che domenica proverà a ripetere il colpaccio. Già fatto contro i francesi del Castres nel primo turno, andando a vincere in casa dei Newcastle Falcons. Ai trevigiani basta comunque anche una sconfitta di stretta misura (partono con un vantaggio di 19 punti) per passare il turno e affrontare, nei quarti di finale della Parker Pen Challenge Cup, la vincente fra gli inglesi Saracens e i francesi di Colomiers.

HEINEKEN CUP
Sabato, 14.12.02

Arix Viadana - Munster (Irl) 18.00 arb. Andy Ireland (Sco)
Differita Telepiù Nero dalle 19.30
, commentatori: Antonio Raimondi e Federico Fusetti

Sabato, 14.12.02
Neath (Wal) - Ghial Am. & Calvisano 14.30 arb. Eric Darriere (Fra)

PARKER PEN CHALLENGE CUP
Partita di ritorno (eliminazione diretta - tra parentesi i punti di vantaggio)

Domenica, 15.12.02

Newcastle Falcons (Eng) - Benetton Treviso (19) 14.30 arb. Hugh Watkins (Wal)

PARKER PEN SHIELD
Partita di ritorno (eliminazione diretta - tra parentesi i punti di vantaggio)

Sabato, 14.12.02

Pau (Fra) - Infor GR.A.N. Rugby (5) 19.00 arb. Paul Adams (Wal)
Overmach Parma - La Moraleja Alcobendas (7) 14.30 arb. Roy Maybank (Ing)
Caerphilly (Wal) - Rugby Rovigo (4) 14.30 arb. David Changleng (Sco)
Marchiol Silea - Mont de Marsan (Fra) (10) 15.00 arb. Keri Evans (Wal)
APS Petrarca Padova (20) - Lottomatica Roma 14.30 arb. Olan Trevor (Irl)

Domenica, 15.12.02
Dinamo Bucarest (Rom) (3) - Conad L'Aquila 13.00 arb. John Hogg (Sco)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl