comunicato petrarca rugby

10/mag/2011 16.55.02 carrera petrarca rugby Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
PETRARCA RUGBY

COMUNICATO STAMPA

Padova, 10 maggio 2011

CINQUE GIORNI ALLE SEMIFINALI
Domenica al “Centro Geremia” arrivano i Cavalieri

Cinque giorni al via delle semifinali del campionato di rugby di Eccellenza.
Il PETRARCA scenderà in campo domenica 15 maggio, alle 18.10, al “Centro
Geremia” della Guizza per la gara di andata contro i Cavalieri Prato. La
domenica successiva, 22 maggio, gara di ritorno a campi invertiti.
Il Petrarca ha concluso al terzo posto la regular season, i Cavalieri al
secondo. Ecco perchè il Petrarca giocherà in casa la gara di andata, lasciando
ai toscani il teorico vantaggio di disputare tra le mura amiche il match di
ritorno.
Tra le due si stilerà una sorta di mini classifica, e la finalista sarà la
formazione con il maggior numero di punti in classifica (con relativi punti di
bonus).
“Abbiamo raggiunto l'obiettivo minimo”, spiega il presidente del Petrarca
Enrico Toffano, impegnato a preparare al meglio questo appuntamento sul piano
organizzativo. “Ora per noi inizia una sorta di nuovo mini campionato. Due
partite per dimostrare, soprattutto a noi stessi, il reale valore, e per
raggiungere nuovamente dopo dodici anni la finale scudetto”. Ha detto qualcosa
di particolare ai giocatori? “Li ho incontrati nei giorni scorsi. Ho ricordato
loro che questo genere di partite si vincono solo e solamente se nella testa
scatta la voglia di conquistare un risultato prestigioso. Sono certo che al di
là di noi dirigenti, del consiglio, dello staff, e delle strategie di gioco,
siano proprio gli atleti i veri protagonisti. Comunque ritengo abbiano capito
questo concetto, e dico pubblicamente che mi aspetto una grande partita in
casa”. Che avversario sarà il Prato? “Massimo rispetto per loro. Non sono
parole di circostanza, imposte dall'etica sportiva e dal fair-play.
Effettivamente ogni volta che li abbiamo incontrati ci hanno messo in grande
difficoltà. E poi immagino che abbiano le stesse nostre motivazioni”. Si
giocherà alla Guizza. Una scelta obbligata? “Il Plebiscito è n piena
ristrutturazione per i Mondiali Under 20. Per questo stiamo allestendo al
“Centro Geremia” una gradinata da mille posti di fronte alla tribuna
principale. Spero sia una grande giornata di festa dello sport, si creerà un
ambiente ideale, di quelli intensi e genuini”. Per un titolo ancora
raggiungibile, ce n'è uno che è svanito. Parliamo dell'Under 20, eliminata in
semifinale dai Crociati al termine d una gara intensa e decisa solo nel finale.
Deluso? “Assolutamente no. Purtroppo non possiamo più inseguire la conferma
dello scudetto giovanile, ma l'Under 20 è una formazione di cui sono molto
orgoglioso. Ha affrontato una stagione difficilissima, con molti infortuni e
con i giocatori dell'Accademia spesso assenti perchè impegnati in altre
competizioni. Scarso anche il contributo della Prima Squadra, per altrettanti
infortuni e perchè i giocatori utilizzabili dalla categoria Under 20 spesso
erano impegnati a sostituire altri infortunati. Tuttavia la squadra ha espresso
fin alla fine bel gioco, grande carattere e tanto orgoglio. Grazie anche agli
allenatori e ai dirigenti, che si sono impegnati con passione e determinazione.
A nome mio e di tutto il Petrarca, insomma, grazie a questo gruppo”.

Cordiali saluti


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl