RUGBY, SEI NAZIONI: INGHILTERRA - ITALIA IN DIRETTA TV

Si è data la dimostrazione che si può essere bravi anche ritornando sui

04/mar/2003 18.41.24 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Roma, 3 marzo 2003

 

INGHILTERRA – ITALIA IN DIRETTA TV

PLAUSO E SODDISFAZIONE FRA GLI AZZURRI

Roma – La decisone della RAI di trasmettere domenica prossima, 9 marzo, Inghilterra – Italia, in diretta (Raitre, ore 16) è stata accolta con evidente soddisfazione dalla Nazionale Italiana di Rugby in raduno da domenica sera a Roma.

Il capitano Azzurro, Alessandro Troncon ed il manager Marco Bollesan si sono fatti interpreti degli umori generali.

Alessandro Troncon: “chi ha preso questa decisione ha evidentemente compreso che era la cosa più opportuna da farsi. Si è data la dimostrazione che si può essere bravi anche ritornando sui propri passi.

E’s tata una cosa giusta da farsi….ben venga per il rugby!”

Marco Bollesan: “tutta la squadra ha appreso con comprensibile soddisfazione, leggendo i giornali, la decisione della RAI di trasmettere la partita di domenica contro l’Inghilterra in diretta. Soddisfazione per noi e per tutti coloro che apprezzano il rugby e per tutti gli sportivi italiani poiché la Nazionale è di tutti. Ringraziamo la sensibilità di chi ha r8itenuto che questo avvenimento deve essere visto in Italia, Da parte nostra ci sarà la volontà dbi ben figurare in questo scontro di altissimo livello”.

 

 

NIENTE PIU’FEBBRE PER MAURO BERGAMASCO

ARRIVA IL BEL TEMPO E MIGLIORANO LE CONDIZIONI DEGLI AMMALATI

Roma – Con il ritorno del sole, dopo le piogge dei giorni scorsi, anche le condizioni degli “influenzati” sono migliorate. Mauro Bergamasco, da 6 giorni febbricitante, stamani era sfebbrato e conta, da domani, di rimettersi in pieno negli allenamenti. Scott Palmer e Andrea Lo Cicero, dal canto loro hanno partecipato alla sessione di allenamento mattutina consistente in un duro lavoro tecnico atletico conclusosi con il rituale semicupio gelato in piscina (quella del Cus Roma a Tor di Quinto). Il pomeriggio di libertà è stato utilizzato per l’acquisto, da parte di chi non lo aveva, dello smoking, che è un abito obbligatorio per partecipare, secondo tradizione, al “terzo tempo” del dopo partita.

Mentre è arrivata la notizia della formazione inglese che domenica scenderà in campo contro gli Azzurri, John Kirwan ha confermato che domani annuncerà anche lui il XV (ed i 22 nomi) che calpesterà il prato di Twickenham.

 

 

ANNUNCIATO IL XV INGLESE

MOLTI I CAMBI RISPETTO AGLI INCONTRI CON FRANCIA E GALLES

Londra – Il Commissario Tecnico della Nazionale inglese Clive Woodward ha annunciato oggi la formazione che domenica scenderà in campo contro l’Italia nello storico Stadio di Twickenham, a Londra (calcio d’inizio alle 15 locali, 16 italiane, e diretta televisiva su Raitre con la telecronaca di Andrea Fusco ed il commento tecnico di Vittorio Munari). Rispetto al precedente incontro con il Galles Woodward ha dovuto cambiare, soprattutto per problemi fisici, ben 6 giocatori. Da sottolineare le defezioni dell’estremo Jason Robinson (al cui posto va Josh Lewsey), della seconda linea e capitano della squadra Martin Johnson (rimpiazzato da Danny Grewcock), dell’ala Ben Cohen (al cui posto ci sarà James Simpson-Daniel) e del terza linea Neil Back (Joe Worsley in campo) tutti a causa di infortuni.

Gli altri 2 in campo, rispetto al XV schierato contro il Galles sono Mike Tindall, che torna al centro dei trequarti, al posto di Charlie Hodgson (che sarà in panchina) ed il mediano di mischia Matt Dawson, dopo che con il Galles aveva giocato Kyran Bracken (in panchina contro l’Italia) e, dal primo minuto contro la Francia, Andy Gomarsall.

Rispetto ai 2 incontri già giocati (Francia e Galles) sono solo 6 i giocatori che metteranno il 3 nelle presenze dal primo minuto, del 6 Nazioni 2003: il tallonatore Steve Thompson, la seconda linea Ben Kay, il mediano di apertura e capitano per l’incontro con l’Italia Jonny Wilkinson, l’ala Dan Luger, il centro Will Grenwood e la terza linea Richard Hill (che ha giocato come Numero 8 contro la Francia). Anche se poi, grazie alle sostituzioni, ad avere 3 caps nelle 3 partite del 6 Nazioni, ci saranno anche Lawrence Dallaglio (entrato a partita iniziata contro la Francia), Danny Grewcock (ha preso il posto di Johnson in entrambe le partite disputate) e Graham Rowntree (entrato al posto di Jason Leonard contro la Francia).

Non particolarmente complicate la scelta del XV, comunque, per Clive Woodward che ha così commentato: “Josh Lewsey, negli ultimi 2 anni, dopo il suo esordio nel tour americano del 2001, ha fatto grandi progressi. Mike Tindall ha fatto una grande partita la scorsa settimana con il suo club (Bath) e mi sembra tornato a suoi massimi livelli e anche Matt Dawson riprende il suo posto nella mediana”. Se poi si aggiunge che Danny Grewcock è il sostituto naturale di Martin Johnson e Worsley quello di Neil Back ecco che i giochi sono fatti:

15 Josh Lewsey; 14 James Simpson-Daniel, 13 Will Greenwood, 12 Mike Tindall, 11 Dan Luger; 10 Jonny Wilkinson, 9 Matt Dawson; 8 Lawrence Dallagio, 7 Richard Hill, 6 Joe Worsley; 5 Ben Kay, 4 Danny Grewcock; 3 Robbie Morris, 2 Steve Thompson, 1 Graham Rowntree.

A disposizione: 16 Mark Regan, 17 Mike Worsley, 18 Simon Shaw, 19 Alex Sanderson, 20 Kyran Bracken, 21 Charlie Hodgson, 22 Ollie Smith.

 

 

SEI NAZIONI “A”: TRE CAMBI FRA GLI AZZURRI

ENTRANO MASTRODOMENICO, CANDIAGO E DOLCETTO

Roma – Tre novità tra i convocati per la Nazionale “A” di Franco Bernini e Alessandro Ghini, in raduno a Roma - Fiumicino in vista del match del Sei Nazioni di categoria contro l’Inghilterra “A” in programma venerdì prossimo, 7 marzo,  a Northampton (ore 19.30 locali).

Si tratta di cambi dovuti o a spostamenti nella Nazionale Assoluta, come nel caso di Nicola Mazzucato, chiamato da Kirwan a sostituire Stoica, o di sostituzioni a causa di cattive condizioni fisiche.

Per Mazzucato è stato convocato Mattia Dolcetto, tre quarti ala del Viadana Campione d’Italia, 22 anni, 90 kg. per 1.78. In sostituzione di Enrico Pavanello è stato chiamato la seconda linea romana Luca Mastrodomenico, militante nel Calvisano, un atleta di 26 anni di oltre 2 metri per 115 kg. che vanta già 5 presenze in Nazionale.

La terza sostituzione è quella dell’abruzzese in forza all’Overmach Parma, Maurizio Zaffiri, sostituito sempre da Parma (Gran Rugby) dalla terza linea Edoardo Candiago, 24enne, 1.92 per 106 kg., presente lo scorso anno in tutte e 5 le partite della nazionale “A” nel Sei Nazioni, compresa quella vinta dagli Azzurri a Napoli contro l’Inghilterra per  22 a 21. Gli Azzurri partiranno alla volta dell’Inghilterra da Fiumicino, giovedì alle 12.30. 

Invece, la Nazionale Under 21 partirà da Pisa alle 12.55 per trasferirsi a Newsbury, dove sempre venerdì, alle ore 19 locali, affronterà i pari età inglesi, sempre nel quadro del loro Sei Nazioni di categoria. Gli azzurrini sono reduci da una gran bella prova contro l’Irlanda ed intendono ripetersi anche contro l’Inghilterra.

 

 

TUTTO ESAURITO A TWICKENHAM

PER INGHILTERRA – ITALIA 75.000 SPETTATORI

Londra –Cresce l’attesa per Inghilterra – Italia di domenica 9 marzo (diretta TV RAI 3, ore 16).  Dopo le dichiarazioni dell’allenatore dell’Irlanda O’Sullivan che ammoniva l’Inghilterra a non sottovalutare gli Azzurri perché “si tratta di una squadra, ormai in grado di battere chiunque”, gli ultimi biglietti disponibili per lo stadio londinese sono andati esauriti. Alla partita, perciò, assisteranno 75.000 spettatori. Gli italiani saranno presenti con oltre un migliaio di supporter, un terzo dei quali già residenti in Inghilterra. Coordinatore del tifo azzurro Aldo Vittorio Bevacqua, reperibile a Londra al num. telefonico +44 (0) 2076305184, e mail: avbevaqua@hotmail.com.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl