COMUNICATO STAMPA ARIX VIADANA DEL 21/01/06

Cup tra Arix Viadana e Northampton Saints che si sarebbe dovuta disputare

Allegati

21/gen/2006 08.33.13 Rugby Viadana Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA DEL 21/01/06

CHALLENGE CUP. SOSPESO IL MATCH TRA ARIX VIADANA E NORTHAMPTON SAINTS.

E` stata definitivamente sospesa la gara di European Challenge Cup tra Arix Viadana e Northampton Saints che si sarebbe dovuta disputare Venerdi` sera e, in seconda istanza Sabato pomeriggio alle ore 14. La decisone finale, dopo il sopraluogo al terreno dello Stadio “Zaffanella” e` stata presa dal massimo dirigente della ERC Ivan Cebenka dopo aver sentito il parere dell’ arbitro Rossich e dei dirigenti delle due squadre. Ufficialmente il match non si e` potuto disputare per l’ impraticabilità` del fondo erboso (ghiacciato) avallando di fatto la sola  opinione dei dirigenti del Northampton. L’ arbitro ed i dirigenti dell’ Arix Viadana invece erano di parere opposto dopo aver constatato la reale praticabilità` e quindi la possibilita` di disputare regolarmente il match. Addirittura, durante la mattinata si era prospettata la possibilita` di disputare il match a Livorno, con il Viadana disponibile a praticare tale ipotesi, ma ,logisticamente si e` presto verificato che cio` non era possibile. Quindi la decisione finale di annullare la gara.

L’ Arix Viadana lamenta il gravissimo danno economico e di immagine dovuto all’ annullamento in alcun modo giustificato della gara considerando il comportamento degli anglosassoni arrogante , vessatorio e non rispettoso delle regole, quindi illegale.

La reazione da parte del presidente dell’ Arix Viadana Silvano Melegari e` stata durissima:” Cio` che e` accaduto a Viadana oggi (ieri ndr) con la decisione di annullare la gara tra Viadana e Northampton  e` scandaloso. Si e` consumata una farsa i cui protagonisti: i massimi dirigenti della ERC e gli stessi dirigenti del Club inglese, hanno dimostrato di essere indegni delle cariche che ricoprono, svelando altresì` quale  e` la politica che sottende la gestione delle Coppe Europee di Rugby: fare esclusivamente gli interessi dei club inglesi, calpestando le regole e danneggiando deliberatamente i club di altre nazioni ed in particolar modo quelli italiani. Per quanto mi riguarda la misura e` colma e intendo intraprendere azioni precise, in concerto con il Ghial Calvisano, la Lega Rugby e la FIR, contro questo insostenibile atteggiamento del Board eurpeo  che sta` screditando l’ immagine e l’ essenza stessa del rugby”.

 

Luigi Malaspada.

 

 

 



La mia Cartella di Posta in Arrivo è protetta con SPAMfighter
830 messaggi contenenti spam sono stati bloccati con successo.
Scarica gratuitamente SPAMfighter!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl