ITALIA_-_FRANCIA_DOMANI_AL_FLAMINIO:_DOMINGUEZ_KO,_GIOCA?ÿ?iso-8859-1?Q?_PEZ

22/mar/2003 19.08.09 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 22 marzo 2003

 

ITALIA – FRANCIA DOMANI AL FLAMINIO:

DOMINGUEZ KO, GIOCA PEZ

Roma – Diego Dominguez non ce l’ha fatta. Lo stato influenzale ha vinto il suo desiderio di essere in campo domani contro la Francia per raggiungere, assieme al suo “gemello” Troncon, Carlo Checchinato al vertice delle 75 presenze azzurre. E con i punti, eventuali, realizzati contro la Francia portarsi sempre a ridosso del record mondiale di segnature che lo vede attualmente secondo con 1011 punti contro il primatista gallese Neil Jenkins con 1070 punti.

Stamani alle 10.30 il CT John Kirwan ed il medico azzurro Vincenzo Ieracitano si sono recati nella stanza di Dominguez all’Hotel Summit per un ultimo controllo: niente da fare, temperatura sempre oltre i 38 gradi!

Ramiro Pez era già in preallarme ed ha avuto la conferma di partire titolare, così come due settimane fa’ a Twickenham.

Il commento di John Kirwan è stato laconico: “Lo abbiamo controllato per la seconda volta. Diego ha perso 1 chilo e mezzo in tre giorni e a prescindere che sfebbri,  non è possibile schierare contro la Francia un uomo non al 100% delle condizioni. Con Pez in campo, comunque, non cambia niente. Lui è già abituato al gioco della squadra, e la squadra è già abituata a lui. A Londra ha giocato bene, per cui sono tranquillo. Con il forfait di Dominguez, Gert Peens va in panchina con la maglia n. 21!”

Peens ha accolto con estremo entusiasmo l’annuncio. “E’ il più bel regalo di compleanno che potevo ricevere” – sorride l’estremo che proprio oggi ha compiuto 29 anni -.  “Sono molto felice, vado in panchina molto contento. E’ entusiasmante stare lì con i ragazzi a far battaglia con loro, invece di stare in tribuna a guardare. Contro la Francia ho giocato una sola volta, ma a livello di Nazionale “A”, lo scorso anno perdendo di poco. Speriamo domani di far meglio. Quanto a Diego mi dispiace molto per lui, so che ci teneva molto a giocare contro la Francia, ma ha avuto la febbre per 3 giorni consecutivi…”

Ramiro Pez non è certo tipo che si tiri indietro davanti alle responsabilità. Si è visto a Twickenham ed in altre occasioni. “Domani scenderò in campo – afferma sereno – con molta fiducia. Vedo molto bene la squadra e spero che giocheremo una partita come per quei 60 minuti a Twickenham contro l’Inghilterra. La situazione con Dominguez non incide sul mio stato mentale in maniera assoluta. Sono cose che avvengono spessissimo quando si gioca a livello internazionale!”

 

ITALIA:  15 Mirco Bergamasco; 14 Nicola Mazzucato, 13 Paolo Vaccari, 12 Giovanni Raineri, 11 Denis Dallan; 10 Ramiro Pez, 9 Alessandro Troncon (cap.); 8 Matthew Phillips, 7 Aaron Persico, 6 Andrea De Rossi; 5 Mark Giacheri, 4 Cristian Bezzi; 3 Ramiro Martinez, 2 Carlo Festuccia, 1 Andrea Lo Cicero.

A disposizione: 16 Fabio Ongaro, 17 Leandro Castrogiovanni, 18 Santiago Dellape’, 19 Scott Palmer, 20 Matteo Mazzantini, 21 Gert Peens, 22 Andrea Masi.

 

FRANCIA: 15 Poitrenaud; 14 Rougerie, 13  Castaignède,  12 Traille,  11 Garbajosa; 10 Michalak, 9 Yachvili;  8 Harinordoquy,  7  Magne, 6 Betsen; 5 Brouzet, 4 Pelousn  (Cap); 3 Marconnet, 2 Ibanez, 1 Crenca.

A disposizione:  16 Rué, 17 Milloud, 18 Auradou, 19 Tabacco, 20 Ellissalde, 21 Merceron, 22 Clerc. 

 

ARBITRO: Nigel Williams (Galles). G.d.l. Jonathan Kaplan (Sudafrica) e Alain Rolland (Inghilterra).


 

ITALIA – FRANCIA INIZIO ORE 15

DIFFERITA INTEGRALE RAI 3 ORE 16

BIGLIETTI DOMANI ACQUISTABILI ALLO STADIO

Roma –E’ stato confermato che la partita di domani fra Italia e Francia, allo Stadio Flaminio (ore 15), quarto test match del Torneo delle Sei Nazioni, verrà trasmesso integralmente da RAI 3 con inizio in differita alle ore 16.

La differita si spiega per la concomitanza con la trasmissione del secondo appuntamento di Formula 1 con il  Gran Premio di Malesia.

Telecronista del match Andrea Fusco, esperto Vittorio Munari, dal capo Vito Giannulo, al Coordinamento Marcello Cicchetti.

Intanto il Comitato Organizzatore ha reso noto che la prevendita dei biglietti continua sostenuta e che   domani (dalle ore 10) i tagliandi rimasti potranno essere acquistati direttamente presso i botteghini del Palazzetto dello Sport situato di fronte lo Stadio Flaminio. 

 

 

I NUMERI DI ITALIA – FRANCIA

FAVOREVOLI AGLI AZZURRI

Roma - Non è capitato spesso nella storia del grande rugby a cui partecipa l’Italia che i dati statistici relativi ai giocatori che scenderanno in campo dal primo minuto fossero favorevoli agli Azzurri. Certo, i numeri non sono tutto, però un certo “peso” possono averlo. La Francia risulta essere mediamente meno “esperta” dell’Italia (2 anni di meno circa, 25,9 contro 27,7). La Francia risulta, dunque,  molto giovane e l’Italia, sempre giovane, ma esperta. In particolare la differenza di 3 anni e mezzo si verifica fra le linee arretrate dove, però, una maggiore freschezza è generalmente considerata positiva. I tre quarti italiani sono anche più pesanti in media di oltre 5 chili (89,3 contro 84). Un maggior peso nelle linee arretrate  ha una importanza relativa, comunque. Più importante, invece, il fatto che il pack azzurro pesi quasi 70 chili  più di quello transalpino. Ciò fa ritenere che la Francia cercherà di imporre alla partita un forte dinamismo.  Quanto all’altezza media del pack (di rilievo per le rimesse laterali) il vantaggio medio degli Azzurri è di 1 cm., assolutamente non determinante. 

 

                                                      ITALIA                                         FRANCIA

Età media                                        27,7                                                 25,9

Età media tre quarti                         26,7                                                 23,1

Età media avanti                              28,6                                                 28,4

Peso medio tre quarti                       89,3                                                 84

Peso Pack                                     893                                                 824

Il più pesante                                   Martinez 118 kg                               Brouzet 116 kg

Altezza media                                  1.84,9                                              1.86,3

Altezza media pack                          1.88,8                                              1.87,5

Altezza media saltatori (3)                1.97                                                1.96

Saltatore più alto                              Giacheri 2.01                                   Brouzet 2.00

Più basso                                        Raineri, 1.73                                    Castaignede 1.75

Presenze Nazionali medie                 24,3                                                 30,5

Più presenze in Nazionale                 Troncon 74                                      Pelous 70

Meno presenze in Nazionale             Festuccia/Bezzi (3)                          Yachvili (3)

Più mete                                         Vaccari, 22                                      Castaignede 14

Più punti                                          Vaccari 107                                     Castaignede 230

Più giovane                                     Bergamasco Mirko, 20                     Michalack 20

Più “stagionato”                               Giacheri, 34                                     Crenca, 33

 

 


 

FRA ITALIA E FRANCIA IN  “ROSA” A ROMA

UN TEMPO CIASCUNA

VINCE LA PANCHINA “LUNGA” TRANSALPINA

Roma – Fra Italia e Francia in rosa è stato grande equilibrio per tutti gli  80 minuti di gioco. Equilibrio nel senso che il primo tempo ha visto la superiorità delle azzurre opposta alla strenua difesa delle transalpine, mentre la ripresa ha mostrato un rapporto opposto favorevole alle ospiti. Alla fine il successo, meritato, è andato alle francesi poiché la superiorità espressa dalle Azzurre (in maglia bianca perché padrone di casa) si è tradotta nei primi 40’ minuti di gioco solo con una segnatura, quella realizzata al 29’ dalla Veronica Schiavon su calcio piazzato in seguito ad un fuori gioco francese in mischia, seguito da una penalità di 10 metri per non rispetto delle distanze. Il mediano di aperta italiano era bravo a calibrare il pallone da una distanza di 30 metri. Poi, però, non riusciva a realizzarne un altro paio da situazioni più favorevoli. La svolta di gioco si è realizzata nella ripresa, quando il tecnico francese immetteva 5 ragazze fresche nel pacchetto di mischia creando le premesse per rovesciare le sorti della partita. Purtroppo la panchina azzurra non era altrettanto “lunga” e così la Francia poteva a lungo mettere le Azzurre sotto grande pressione. E al  14’, a seguito di una splendida azione in avanzamento del pack ed a una perfetta apertura, il VX transalpino riusciva a liberare l’ala Drayton a filare in mezzo ai pali. La facile trasformazione consentiva alle francesi di realizzare la segnatura-partita.

 

ITALIA – FRANCIA FEMMINILE,  3 – 7 (pt. 3 – 0)

ITALIA: 15 Valentina Schiavon; 14 Elena Bisetto, 13 Silvia Pizzati, 12 Paola Zangirolami (14’ – 16’ st. Castellini, 11 Gloria Pavan; 10 Veronica Schiavon, 9 Elisa Facchini; 8 Elena Sartorato, 7 Daniela Gini (25’ st. Pace), 6 Silvia Guadino; 5 Paola Agostinelli, 4 Gioia Buratto;  3 Maria Sanfilippo, 2 Licia Stefan (CAP. – 10 st. Sacerdote), 1 Alessandra Mestriner.

A disposizione: 16 Sara Sacerdote, 17 Elisabetta Toniolo, 18 Sonia Pace, 19 Erika Morri, 20 Simona Castellini, 21 Roxana Michelini, 22 Silvia Peron.

FRANCIA: 15 Vidal; 14 Allainmat, 13 Fonta, 12 Boukerma, 11 Vuillaume (20’ pt. Drayton); 10 Arias (1’ st. Lafitte), 9 Girardi; 8 Courtois Mounier, 7 Zanini  (1’ st. Jaureguiberry), 6 Bessellere (1’ st. Yahne); 5 Muran, 4 Jenevein; 3 Aymat (1’ st. Brood), 2 Rudigoz (1’ st. Campistrous), 1 Le Nair.

A disposizione: 16 Campistrous, 17 Brood, 18 Jaureguiberry, 19 Amo, 20 Yahne, 21 Lafitte, 22 Drayton.

MARCATORI: 29’ pt cp Schiavon, 14’ st. m. Drayton tr. Lafitte.

ARBITRO:  Paolo Ventura (Roma); G.d.L: Federica Guerzoni (Ferrara) e Allegra Bennett (Roma)

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl