SEI NAZIONI - ITALIA VS SCOZIA: - 4

25/mar/2003 18.48.03 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 25 marzo 2003

 

SEI NAZIONI - ITALIA VS SCOZIA: - 4

MAURO SI, DIEGO NO

RECUPERATO SOLO BERGAMASCO

Roma - Si sono sciolti stamani i nodi riguardanti il recupero per Scozia – Italia di Diego Dominguez e Mauro Bergamasco. Dopo gli ultimi e decisivi test esami e controlli per i due giocatori, il verdetto è stato favorevole per Mauro Bergamasco, negativo per Diego Dominguez. Il primo è stato aggregato definitivamente al gruppo azzurro che giovedì partirà alla volta di Edimburgo, nella speranza che un recupero completo, senza riserve, possa consentire di schierarlo nella linea tre quarti a Murrayfield.

Per il titolato mediano di apertura azzurro, invece, il recupero al 100% non è apparso possibile per il permanere di postumi bronchiali seguiti allo stato influenzale che lo aveva fermato quattro giorni prima del match contro la Francia al Flaminio. Dominguez, così, mestamente alle 15 si è imbarcato sull’aereo per Parigi.

Veramente beffardo e doloroso il destino in azzurro di Dominguez, nell’ultimo periodo. La sua piena disponibilità ad indossare la maglia dell’Italia ha trovato, invece, nella malasorte una barriera insuperabile che lo ha tagliato fuori proprio quando era molto prossimo a realizzare due grandi obiettivi: tentare l’aggancio del gallese Neil Jenkins al vertice della classifica dei marcatori di tutti i tempi, ormai prossimo dopo aver superato quota 1000 nel match contro l’Irlanda e raggiungere e superare con il “fido” Troncon il primato di 75 presenze in Nazionale, appartenente a Carlo Checchinato. Questo record è stato domenica raggiunto dal capitano azzurro “Tronky” e sabato verrà definitivamente cancellato, ma Diego sarà a Parigi. E se è vero quello che lui va dicendo da qualche tempo, cioè che le intenzioni sono ormai quelle di attaccare, a 37 anni (che compirà il 25 aprile), gli scarpini al chiodo - almeno quelli internazionali - quella di sabato prossimo sarebbe potuta essere una delle ultime occasioni di vederlo in azzurro.

Così, il match contro l’Irlanda a Roma, interrotto per una contrattura nel corso della partita, potrebbe essere ricordato come il giorno del suo addio alla maglia azzurra.

Venendo alla giornata di preparazione dell’Italia in vista dell’ultima partita del Sei Nazioni in Scozia, c’è da rilevare che le ottime condizioni fisiche mostrate dall’Italia nelle ultime sortite, e confermate dall’assenza di qualsiasi infortunio serio, segno inequivocabile dell’ottimo stato di forma (anche l’allarme per un ipotetica frattura alla mano di Mazzucato è rientrato) stanno suggerendo a John Kirwan e allo staff azzurro di operare livelli di allenamento destinati al mantenimento della condizione, piuttosto che ad un aumento della stessa. Così stamani si è lavorato in palestra e, poi, nel pomeriggio sul campo con il finale destinato al consueto ormai semicupio ristoratore nella piscina del Centro Sportivo Universitario di Roma.

Confermata la comunicazione della formazione per giovedì, quando gli Azzurri, alle ore 12, prima di imbarcarsi da Fiumicino,  si incontreranno con i media ospiti degli Aeroporti di Roma.

 

SEI NAZIONI U21: L’INFLUENZA CREA PROBLEMI ANCHE AGLI AZZURRINI

Tirrenia Grossi problemi per i tecnici della Under 21 azzurra, che domani, con decollo da Pisa partirà alla volta della Scozia dove venerdì 28 marzo affronterà i pari età ad Aberdeen. Così come è accaduta nella Nazionale assoluta con l’influenza di Dominguez, anche Cavinato e Orlando oggi hanno dovuto effettuare l’ultimo allenamento con in campo 17 giocatori anziché i 22 che compongono la squadra fra titolari e panchina. Tre sono i giocatori alle prese con stati febbrili da influenza – Nitoglia, Di Maura, Montani - mentre il mediano di mischia Picone è alle prese con una contrattura al quadricipite e Santillo soffre di “affaticamento ai gemelli”. Tutto ciò fa il seguito alle assenze per infortuni di altri giocatori importanti a cui i tecnici avevano dovuto rinunciare in precedenza: ovvero Costanzo, Canale, Barbini e Pezzati. Non è comunque prevista alcuna nuova chiamata nell’immediato. Domani partono i 22 presenti al raduno di Tirrenia e se proprio si rivelasse necessario, in extremis, verrà effettuata una nuova convocazione quando saranno già in Scozia.

 

L’ITALIA IN SCOZIA PER QUATTRO MATCH

IN CAMPO AD EDIMBURGO ANCHE L’UNDER 19

Roma - Nel prossimo week end in Scozia saranno impegnate quattro Nazionali Azzurre: la Nazionale Assoluta di John Kirwan per il test match di Edimburgo, sabato 29 marzo, la Nazionale “A” in campo a Perth venerdì 28 marzo (ore 19.30 locali) contro i cadetti della Scozia, la Nazionale Under 21 che affronterà i pari età scozzesi venerdì ad Aberdeen (ore 14 locali) e la Nazionale Under 19 che sosterrà un doppio confronto, prima a livello di Selezione e poi di test match.

La partita tra la Selezioni Azzurra U.19 e la Selezione Scozzese U.19 avrà luogo venerdì 28 marzo alle ore 14 locali a Dunbar (località a circa 35 km. da Edinburgo), il test match Italia – Scozia Under 19 si giocherà, invece, domenica 30 marzo nella capitale scozzese (campo di Meggatland) alle 14 locali.

Gli Azzurrini della U.19 sono in raduno a Tirrenia, presso il Centro di Preparazione Olimpica del CONI, da domenica scorsa, 23 marzo. I tecnici azzurri Vincenzo Troiani e Gianluca Guidi hanno a disposizione 27 giocatori. La partenza per Edinburgo avverrà domani, mercoledì 26 marzo, da Pisa.

Questi i giocatori convocati:  Nicola Pavin, Andrea Sartoretto (Benetton Treviso); Alessio Battisti, Matteo Pratichetti, Gregorio Rebecchini, Giulio Toniolatti (UR Capitolina); Filippo Ercolino, Luca Matteraglia, Tommaso Ragazzi (APS Petrarca Padova); Carlo Cerasoli, Roberto Mariani, Luigi Milani, Marco Rosa (Conad L'Aquila); Stefano Oliviero, Tommaso Reato (Rugby Rovigo); Valerio Bernabò, Emanuele Leonardi, Giovanni Maria Manozzi (Lazio e Primavera); Willem Jacopo Reitsma, Andrea Saccà (Livorno); Daniel Costantini (Leonessa 1928); Enrico Patrizio (Mogliano); Francesco Brillante (Cardiff); Andrea Ceccato (Ruggers Tarvisium); Andrea Cimardi (Arix Viadana); Renzo Puccini (Valpolicella); Matteo Zanette (Iranian Loom San Donà).

 

NOTA PER LE SEGRETERIE DI REDAZIONE

Roma – Ancora una occasione, quella di giovedì 27 marzo agli Aeroporti di Roma, per incontrare gli Azzurri prima dell’ultimo atto del Sei Nazioni 2003. La squadra infatti partirà alle 13.20 da Fiumincino, in direzione Edimburgo ma prima, alle 12, presso la Statua di Ceroli nel settore partenze internazionali, Terminal C dell’Aeroporto, ci sarà la consueta Conferenza Stampa pre-partita nella quale il CT John Kirwan darà anche l’annuncio della formazione che sabato alle 15 (ora locale – le 16 italiane) scenderà in campo contro la Scozia. Si raccomanda la puntualità per il poco tempo che la squadra ha a disposizione prima della partenza.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl