Comunicato stampa del 30/03/2003

30/mar/2003 21.25.30 Rugby Viadana srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

OGGETTO DELL' ARTICOLO: RUGBY . SKODA SUPERB CUP. FINALE ARIX VIADANA - GHIAL CALVISANO

DATA DI ARRIVO: 30/03/03

NOME DEL COLLABORATORE:Luigi Malaspada.

ARIX VIADANA       25

GHIAL CALVISANO    18

MARCATORI: 1’ drop Griffen; 8’ meta Steyn tr. Steyn; 26’ c.p. Steyn. S.T. 41’ meta Muliero ; 45’ meta De Bellis; 47’ c.p. Zullo; 57’ meta vodo tr. Zullo; 64’ c.p. Steyn; 77’ meta Steyn tr. Steyn.

ARIX VIADANA: Steyn; Robertson, Ceppolino, Pikering (75’ Frasca), Spadaio; Goosen, Roux; Vigna, Sutherland, Avigni; Denhardt, Buhrmann, Bocchini, De Bellis (67’ Savi), Jimenez. All.: Paarwater.

GHIAL CALVISANO: Ravazzolo; Scanziani, Vodo, Zanoletti, Muliero; Zullo, Griffen; Scotuzzi, Mandelli, Mayerhofler; Purll, Boardman (65’ Gavazzi); Davo, Intoppa, De Carli. All.: Doucet.

ARBITRO: Lombardi di Napoli.

NOTE: P.T. 10-3. cartellino giallo al 57’ per Roux (Viadana). Calci piazzati: Viadana 4 su 5 (Steyn 20 punti). Calvisano 2 su 6 ( Zullo 5 punti). Uomo del match: Griffen (Calvisano). Uomo del match Under 21 : Claudio Spadaio (Viadana).

CALTANISETTA- L’ Arix Viadana conquista la sua seconda Coppa Italia battendo l’ avversario di sempre nelle finali che contano e cioe` il Calvisano alla fine di una gara piacevole e combattuta, carica di tensione e di errori da ambo le parti ma anche di buona attitudine al rugby che ha sicuramente divertito i quattromila presenti dello stadio “ Pian del lago” di Caltanisetta.

Viadana piu` squadra nel complesso anche se e` stato molto difficile battere i bresciani sostenuti da un fuoriclasse come Griffen, capace di ricoprire piu` ruoli durante la gara e soprattutto di leggere attentamente tutte le situazioni favorevoli del gioco.

L’ Arix, invece ha praticato un rugby piu` lineare, costruendo molto gioco e basandosi sul possesso, soprattutto nel primo tempo. Merito dei calvini per la loro difesa granitica non aver concesso almeno tre mete nel primo tempo a dei gialloneri forse poco determinati in fase di realizzazione. Poi e` uscita anche la classe di giocatori come Steyn, Goosen, Denhardt e l’ imprevedibilità` di un ritrovato Robertson a dare la carica finale ai gialloneri per un successo meritato che gia` da lustro alla stagione.

La Cronaca. Si parte con Viadana che gode del vento  a favore ma che deve subito subire un lampo di genio di Griffen che centra i pali con un drop da trenta metri. Viadana soffre in touche permettendo ad un Calvisano sofferente nei raggruppamenti aperti di salvarsi in piu` di una occasione ma che nulla puo` contro l’ ennesimo assalto viadanese all’ ottavo finalizzato in meta da Steyn. Lo stesso si ripete a dieci dal termine con un piazzato che porta il risultato a distanza di breack ma Viadana dovra` recriminare almeno per due clamorose occasiona da meta fallite, soprattutto quella di Robertson tradito da un maligno rimbalzo dell’ ovale in area di meta.

La ripresa riserva subito una doccia fredda per Viadana che deve subire al primo minuto la segnatura di Muliero lanciato da Griffen dopo una ubriacante azione solitaria dello stesso. Viadana reagisce dimostrando di avere carattere, mandando in meta De Bellis dopo ripetute percussioni degli avanti. Calvisano non ci sta ed accorcia le distanze con un piazzato di Zullo che piu` tardi ne fallira` due facili. Poi Roux combina la frittata facendosi espellere per dieci minuti dopo un fallo di antigioco e consentendo agli esperti calvini di capitalizzare subito il vantaggio numerico con una meta di Vodo trasformata da Zullo. Viadana trema ricordando le tante battaglie perse a Calvisano per una manciata di punti, ma questa e` una finale ed evidentemente in queste circostanze i gialloneri non sbagliano. Infatti prima Steyn su piazzato agguanta il pareggio e poi a tre dal termine finalizza una bellissima azione del Viadana iniziata nei propri ventidue e condotta a suon di mini ruck sin sotto i pali del Calvisano. La sua meta trasformata da la certezza della vittoria e della seconda Coppa Italia in tre anni aprendo le porte ad un ennesimo sontuoso terzo tempo.

                                 Luigi Malaspada.

OGGETTO DELL' ARTICOLO:
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl