COMUNICATO STAMPA N. 31 - FAR MILAZZO RUGBY

anche perché il team di Tito Cicciò può contare su un calendario non proibitivo.

11/mar/2006 02.29.04 Milazzo Rugby Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

FAR MILAZZO A 5 PUNTI DALLA VETTA

 

Il Far Milazzo ci crede. L'aver riottenuto i 9 punti (5 della vittoria e 4 della penalizzazione) che gli erano stati tolti dopo la partita interna col Torre del Greco e soprattutto la vittoria di domenica scorsa, ha rialimentato le speranze, anche perché il team di Tito Cicciò può contare su un calendario non proibitivo. Nelle prossime cinque giornate infatti ci saranno due scontri diretti al grotta Polifemo proprio con le prime due della classe. Vincere questi due match significherebbe sicuramente puntare almeno al secondo posto. Ma c'è un altro ostacolo da superare. Alla ripresa delle ostilità - domenica 26 - è in programma la trasferta col San Gregorio, un derby che all'andata arrise ai catanesi che espugnarono lo stadio mamertino - facendo crollare una imbattibilità di oltre due anni - al termine di una partita rocambolesca, caratterizzata da un inspiegabile calo di tensione dei rossoblù ed un eccesso di nervosismo. Oltre alla sconfitta il Milazzo perse in quell'occasione anche Miguel Soprano, che a causa di un infortunio alla spalla è stato costretto a saltare la stagione. Un'assenza importante che è diventata gravissima a seguito anche della defaillance di Rodriquez, infortunatosi banalmente nella trasferta di Torre del Greco e già tornato in Argentina. Il Milazzo spera comunque di riavere le prestazioni del giocatore nella prossima stagione. Immaginate bene che due assenze di questo calibro rischiano di condizionare pesantemente qualsiasi assetto. L'esperienza di Cicciò però può garantire un equilibrio alla squadra e contro il Namau Pretoriani si è visto un "quindici" ben messo in campo con Rocco Italiano sempre più leader, Bruschetta autoritario e Di Paola tornato sui livello dello scorso anno. Il recupero di Pietro Todaro, altra pedina fondamentale, potrà essere davvero l'arma in più in vista dello sprint finale.

Io ci credo ancora - afferma il dirigente Salvatore Ruvolo - anche perché ancora non si sa nulla sul regolamento delle promozioni. Attendiamo disposizioni dalla Lega. Di certo è che per noi sarà importante il 30 aprile essere in uno di quei due posti".

 

 

                                                                                                            L’addetto stampa



 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl