Rugby. Super 10. Cronaca gara Viadana v Catania

VIADANA L Arix si arrende in casa ad un sorprendente

22/apr/2006 12.00.43 Rugby Viadana Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

FINDOMESTIC SUPER 10. 16° GIORNATA. Cronaca gara  Arix Viadana v Amatori Catania

ARIX VIADANA            15

AMATORI CATANIA         20

MARCATORI: P.T: 7’ m. Aguero tr. Schutte, 16’ e 31’ c.p. Irwing, 34’ c.p. Schutte,. S.T. :50’ m. Sacca`, 57’ m. Galleschi tr. Irwing, 69’ m. Cosa tr. Irwing.

 

ARIX VIADANA : Higgs; Accorsi, Gaina, Masi, Sacca`; Schutte, Mazzantini (81’ Spadaro); Sole, Walker, Stead (69’ Fotofili); Geldenhuis, Bezzi (63’ Vella); Rouyet, Daly (39’ Ferraro), Aguero. ALL.: Bernini - Muller

AMATORI CATANIA: Comuzzi; M.Nitoglia, Milne, Cosa, Galleschi; Irving, Grasso; Tukino, Foschi, Krancz; Vouillaire, Privitera; Alvarez, Vidal. Levaggi. All.: Beccar  -  Neyra

 

NOTE: P.T.: 10-6. Spettatori 800. Cartellini gialli: al 32’ Alvarez, al 42’ Milne.Calci piazzati: Viadana 2 su 4 (Schutte 5 punti), Catania 4 su 4 (Irving 10 punti)

Findomestic Man of the Match: Mauro Comuzzi (Am. Catania) 

Punti in classifica: Viadana 1, Catania 4.

Arbitro: VENTURA (Roma).

VIADANA – L’ Arix si arrende in casa ad un sorprendente Amatori Catania che con pieno merito strappa una vittoria che vale la salvezza. Viadana, faticosamente ha mantenuto il vantaggio frutto delle mete di Aguero e Sacca` per quasi 60 minuti, ma Catania ha saputo dare di piu` in termini di determinazione ed aggressività` oltre a mostrare anche grande capacita` di  muovere la palla e contrattaccare, realizzando due belle mete con Galleschi e Cosa. L’ Arix, pasticcione nelle fasi di gioco aperto ed insufficiente in difesa, rischia seriamente di stare fuori dai play off.

E` stata una gara condizionata dal caldo che pare abbia dato fastidio solo ai padroni di casa a cui e` mancata anche la qualità` in determinati momenti in cui era necessario affondare il colpo risolutore, invece spesso si sono persi palloni d’ oro (anche per la perfetta pressione di Catania) che avrebbero fruttato la meta.

L’ avvio di gara era parso positivo per Viadana che dopo sette minuti aveva sfruttato in terza fase un bell’ attacco centrale concluso in meta da Aguero.

Catania pero` faceva notare subito di che pasta era fatta la sua squadra, dura e determinata in difesa e pungente in attacco con le incursioni di Milne  e Comuzzi (man of the match). Cosi` Irwing, sempre presente accorciava le distanze con due piazzati e Viadana riusciva solo con Schutte a chiudere in vantaggio il primo tempo con un calcio di punizione.

Ripresa con Viadana in superiorità` numerica per il giallo a Milne e faticosamente in meta dopo una serie incredibile di azioni variate tra avanti e tre quarti e concluse con la segnatura di Sacca`.

A questo punto gli uomini di Bernini e Muller invece di chiudere la gara, si lasciano sorprendere dalla reattività` catanese che sale in cattedra con gli avanti spesso trascinati dal gigante Tukino e con i tre quarti ben diretti da Irwing. Arrivano cosi` le segnature catanesi molto ben orchestrate e firmate da Galleschi e Cosa con Viadana incapace nei  minti finali di trovare la via per la vittoria.

Luigi Malaspada.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl