c.s. 2 - Roma Seven 2006

15/mag/2006 11.04.24 romaseven Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
ROMA SEVEN 2006 - c.s. n° 2 Roma, 15 maggio 2006


Si avvicina la data del 10 giugno, giorno del quinto appuntamento con il “Roma Seven”, il torneo internazionale che, unico nel suo genere, ha la prerogativa di coniugare la spettacolarità dei gesti atletici del rugby a sette alla mondanità. Confermatissima la spettacolare cornice dello Stadio dei Marmi al Foro Italico, divenuto oramai sede ufficiale dell’evento.

TORNEO : Dopo le edizioni del 2002 (vincitrice la Rugby Roma), del 2003 (vincitrici i Samurai in finale contro la Nazionale Italiana), l’edizione del 2004 (vincitrice la Selezione Nazionale Italiana) e l’edizione 2005 (che ha visto ripetersi i Samurai in finale contro i Seven King’s) il 10 giugno con inizio per le ore 10.00 si disputerà la quinta edizione del torneo.
Tutta la giornata vedrà le eliminatorie mentre le finali del “Plate” e della “Cup” si disputeranno alle 23.30 circa (premiazioni nel corso della mega festa finale che si protrarrà fino all’alba).
Ogni incontro dei gironi di qualificazione durerà 7’ a tempo, mentre le due finali dureranno 10’ a tempo. L’evento vedrà ai blocchi di partenza 16 compagini tra le più forti del panorama mondiale. Ancora non è stata fatta la griglia dei gironi a causa della grande richiesta di partecipazione, il “comitato organizzativo” (composto da Fabrizio Bernardi, Walter Capone ed Alessandro Caranci)
Tra i team partecipanti molte le conferme dello scorso anno quando ci fù la partecipazione della Selezione Nazionale Italiana Seven, dei Seven Kings of Rome (i “Sette Re di Roma”, superclub ad inviti), dei Samurai (il più prestigioso club ad inviti nel panorama mondiale di specialità), dei Marauders (selezione internazionale capace di contendere ai Samurai lo scettro nei tornei ai quali partecipano), degli irlandesi del Garryowen, dei New Zealand Metro (team neo-zelandese imbottito di All Blacks nel 2004 a Hong Kong), dello Stellenbosh (l’università del rugby sud-africano), di un paio di selezioni argentine e dei Froggies (club ad inviti composto da giocatori francesi della masima divisione).
Ma sono tantissimi i club, super-club ed anche le nazionali che vorrebbero partecipare; come la Spagna (presente lo scorso anno), i britannici Penguins, gli irlandesi Irish Exiles, i francesi del Languedoc ( selezione di tre regioni transalpine), i Royal Navy (team ufficiale della marina di Sua Maestà), il super-club Mel’s Exiles e dall’altro emisfero i New Caledonians.

MONDANITA’ : Il venerdì è previsto un “Welcome Party”, il sabato durante tutto il torneo musica tra gli stand al villaggio ospitalità e per finire dopo le finali grande festa con il “Roma Seven Party 06” dove l’ultimo team iscritto, quello dei dee jay’s darà spettacolo, in consolle si alterneranno 7 tra i migliori d.j’s delle notti romane. Anche quest’anno è prevista la partecipazione di volti e personaggi noti dello spettacolo.
Lo scorso anno assistettero alla finale per poi scatenarsi nelle danze non meno di 5.000 persone….un evento anche di mondanità.

Maggiori notizie all’interno del sito www.romaseven.com si trovano tutte le informazioni ed anche il collegamento per accedere alle pagine web e ai filmati delle passate edizioni.

Luca Pezzini
Ufficio Stampa
Torneo Internazionale
Roma Seven
++39.335.6059767

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl