DOMENICA_DIEGO_DOMINGUEZ_A_GENOVA:_PREMIERÀ_RECCO_NEO_PR?ÿ?iso-8859-1?Q?OMOSSA_IN_SERIE_A

Mentre la Nazionale maggiore di John Kirwan dopo un viaggio di 30 ore giunge in Nuova Zelanda per un tour di 5 partite in 13 giorni, gli

11/giu/2003 17.13.08 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma,  11 giugno  2003

 

DOMENICA DIEGO DOMINGUEZ A GENOVA

PREMIERÀ RECCO NEO PROMOSSA IN SERIE A

Genova –Reduce dal trionfo di Parigi dove con il suo Stade Francais ha conquistato il Titolo francese assoluto, Diego dominguez sarà l’ospite principale al Gala dello Sport Ligure che si terrà domenica 16 giugno presso il Teatro Carlo Felice di Genova alle 20.30.

A premiare gli atleti liguri più rappresentativi della stagione vi saranno tanti campioni fra cui Luca Sacchi, ma l’ospite più importante viene considerato il mediano di apertura azzurro che premierà il Recco, la neo promossa in Serie A, che ha riportato il grande rugby in Liguria. 

 

 

TANTO ITALRUGBY PER IL MONDO

AZZURRI IN NUOVA ZELANDA

AZZURRINI A LONDRA PER LA RWC

Londra –Mentre la Nazionale maggiore di John Kirwan dopo un viaggio di 30 ore giunge in Nuova Zelanda per un tour di 5 partite in 13 giorni, gli Azzurrini dell’Under 21 di Andrea Cavinato sbarcano a Londra per partecipare alla Coppa del Mondo U.21 che avrà inizio venerdì con Italia – Francia.

Gli Azzurrini sono reduci da cinque giorni di raduno in quel di Tirrenia. I ragazzi che si accingono alla grande avventura sono di sicura qualità con giocatori quali Parisse, Mirco Bergamasco e Barbini che hanno l’onore di far parte della rosa azzurra di John Kirwan.

L’ottimismo che serpeggiava nell’ambiente, però, ha subito nell’ultimo allenamento una lieve flessione legata ad una “elongazione” (pre-striramento) ad un bicipite femorale di Parisse, il più in forma di tutti come si era visto nella finale di Super 10 a Padova.

Il match è dopo domani e Cavinato è fiducioso sul recupero. Altrimenti…

“Sulla carta siamo una buona squadra. – spiega Cavinato – Decisiva sarà la reazione sul campo. Se  giocheremo con la giusta umiltà, con il buon lavoro che abbiamo fatto sia in attacco che in difesa, possiamo battere i cugini. In particolare a Tirrenia abbiamo curato la difesa per coprire lo spazio alle penetrazioni francesi sia in senso orizzontale che in profondità. Dei francesi non ho potuto veder neanche un filmato, però, dalla lista dei convocati si deduce che è una grossa formazione.”

Gli Azzurri hanno il loro quartier generale all’Hotel Hilton di Newbury, distante un settantina di chilometri da Londra. Oggi hanno effettuato una sessione di allenamento dedicato al recupero ed allo “scarico”. Domani pomeriggio sul terreno di gioco si proveranno tutti gli schemi offensivi e difensivi.  Venerdì 13 il match contro la Francia alle 19.30 (20.30 italiane).

Cavinato ha le idee chiare e già ha reso ufficiale la formazione, anche se con un paio di punti interrogativi relativi tanto a Parisse quanto alla seconda linea Montani per un problemino al ginocchio. Non annunciata, invece, la panchina, per ovvie ragioni.

ITALIA UNDER 21: 15 Bergamasco Mirco; 14 Nitoglia, 13 Chillon, 12 Barbini, 11 Santillo; 10 Marcato, 9 Picone; 8 Parisse (Soccorsi), 7 Persico Lance, 6 Soccorsi (Gatti); 5 Pavanello Antonio, 4 Montani; 3 Costanzo, 2 Argonese, 1 Sbaraglini.  


 

NASTRO AZZURRO ROMA SEVEN CUP

SCANZIANI PER MARTIN NELLA SELEZIONE ITALIANA

Roma – Dopo il forfait all’ultima ora di Luca Martin, uno dei reduci del grande London Seven azzurro, è stata definita la formazione dei 10 giocatori che sabato parteciperanno alla seconda edizione del Nastro Azzurro - Roma Seven Cup, con la denominazione di Selezione Italiana Rugby a Sette. Luca Martin è stato sostituito da Pietro Scanziani del Ghial Amatori & Calvisano.

I 10 giocatori si riuniranno a Roma venerdì e si alleneranno insieme all’altra selezione azzurra che parteciperà nel week end al Makarska Seven in Croazia, dove affronterà le formazioni Seven dell’area balcanica, oltre alla Svizzera.

Venendo al Seven romano, al via 12 formazioni. Di spicco insieme alla formazione italiana, i Samurai, i New Zealand Maori, gli Old Lewensians. Il torneo si disputerà tutto sabato con inizio alle ore 10 presso l’impianto sportivo dell’Unione Rugby Capitolina (via Flaminia 867). La finale è in programma alle 22.30

Sono previste numerose iniziative mondane ed un villaggio ospitalità. Queste le squadre partecipanti: 

  1. Selezione Italiana Rugby a Sette : è una selezione della nazionale italiana reduce dai tornei dell’IRB World Rugby Series. Sarà composta da: Di Luia e Pratichetti (U.R.Capitolina); De Rossi, Dragotto e Scanziani (Calvisano); Mannato (Roma); Marangon (Silea); Robertson (Viadana); Visentin (Benetton Treviso) e Scapoli (Fe-Bo).
  2. Samurai : il più prestigioso club ad inviti, agli ordini del team manager Ray Watts e del coach delle West Indies 7’s Mark Hewitt parteciperanno i seguenti giocatori britannici Earnshaw (Rotheram & England 7’s), Oldham (Blackheath & Enland Students), Hocking e Howells (Maesteg & Welsh 7’s), Bashford (West of scotland & Scotland 7’s), Briggs (Wasps & England Students), Burrill (Wasp & England U.21), Obi (Hanley & England Studets), Prosser-Shaw (Leicester igers) oltre che alla stella neo-zelandese Weston (Taranaki & Otago).
  3. Churrie R.F.C. : club di prima divisione scozzese, viene da Edinburgo, patria del rugby a sette
  4. New Zealand Maori : superclub ad inviti composto da giocatori neo-zelandesi che partecipano ai campionati del Regno Unito. Giocano nella patria del rugby, vengono dal tempio del rugby...
  5. Roma R.F.C. Invitation : Campione uscente, tenterà di bissare il successo.
  6. APS Petrarca Padova : non ha bisogno di presentazioni, è uno dei più blasonati club italiani
  7. Rugby Colleferro : è stata la sorpresa della prima edizione arrivando al terzo posto, due mesi fa sullo stesso campo si è imposto nel torneo “Seven for heaven”.
  8. CUS Roma : freschi vice-campioni universitari di rugby a sette.
  9. Unione Rugby Capitolina : non poteva mancare sul terreno amico, dove lo scorso anno si aggiudicò il “Plate”. Il club in questa stagione è stato promosso in Serie a ed ha vinto lo scudetto Under 19.
  10. Old Lewensians : selezione dei più forti giocatori del Sussex, il club inglese è assiduo frequentatore dei tornei europei.
  11. London Visigoths : superclub di recente costituzione formatosi per competere ai più alti livelli. E’ composto esclusivamente da giocatori britannici di prima divisione.
  12. Notabene Xerox-Seven Kings : superclub italiano, i sette re di Roma partecipano ai tornei seven dal ’95. Tra le loro fila solo giocatori italiani. Lo scorso anno arrivarono in finale.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl