TOUR AZZURRO IN NUOVA ZELANDA- KIRWAN PERENTORIO:...

17/giu/2003 17.17.13 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 17 giugno 2003

 

TOUR AZZURRO IN NUOVA ZELANDA

KIRWAN PERENTORIO

CONTRO COUNTIES PER VINCERE

 

Pukekohe Vigilia della seconda partita del Tour neozelandese che oppone gli Azzurri di John Kirwan alla forte squadra del Counties  in quel di Pukekohe, non lontano da  Aukland.  Piove sull’Isola del Nord neozelandese e si gioca che in Italia e notte fonda. Ma il problema “Jet –Lag”, che ha frenato gli azzurri nell’ esordio sabato scorso contro Southland, è ormai superato. Sei giorni sono, infatti, da considerarsi sufficienti a superare l’handicap climatico e di fuso orario.

 

“Non ci sono scuse questa volte irrompe John Kirwan – Domani dobbiamo vincere! La sconfitta contro Southland ci può pure stare. Noi eravamo davvero suonati e loro si erano preparati a quella gara allenandosi per un mese tutti i giorni. Non potete immaginare cosa succede da queste parti quando dopo dieci anni un piccolo centro di 20.000 abitanti ottiene di ospitare un match internazionale! E’ come giocarsi la vita. Così, anche domani sarà durissima. Ma noi siamo a posto. Non ci sono registrati infortuni. Ci siamo allenati benissimo. La pioggia non è un problema perché dobbiamo adattarci a qualsiasi condizioni. Siamo più forti. Gli azzurri sono tutti  ottimi giocatori e bene allenati…”

 

-          Rispetto a sabato ci sono molti giocatori “ruotati” – la seconda, la terza linea, la mediana. Una bocciatura per chi ha giocato la prima partita?

“Niente affatto. Siamo qui per verificare il carattere dei giocatori e la loro capacità di adattarsi a situazioni straordinarie e non previste sul campo. Le difficoltà della prima partita erano largamente preventivate. Anche la rotazione era decisa ed io cerco sempre di portare a conclusione progetti e programmi, senza farmi condizionare dalle circostanze più o meno fortuite. Entro domenica ( il match a Rotorua contro Bay of Plenty n.d.r) avrò visto all’opera tutti e 30 i giocatori portati in tournee e soprattutto quelli di nuovo inserimento. Zaffiri gioca domani. Anche per lui la chance di dimostrare le sue potenzialità. Anche  Gennari, in panchina, avrà la sua opportunità da sfruttare!”

 

-          Gli altri nuovi?

“ Sono soddisfatto. Per esempio, Zullo ha giocato bene, sono soddisfatto della sua prova.  Le ali Vodo e Saccà sono in campo dal primo minuto anche domani. Ripeto, sto dando opportunità a tutti. In attesa di vedere all’opera Denis Dallan che è praticamente recuperato dal suo infortunio e che intendo mandare in campo domenica. Ricordo, comunque, che il lavoro che  stiamo facendo in questo momento, anche nel Tour, guarda a due obiettivi: la Coppa del Mondo di ottobre ed il prossimo Sei Nazioni…

 

-          A proposito di rugby internazionale, la Nuova Zelanda è sotto choc per la sconfitta di sabato a Wellington contro l’Inghilterra 13-15, un evento che non si verificava da 30 anni….

-           

L’ho già detto in altre occasione: l’Inghilterra è la favorita alla prossima Coppa del Mondo, ma sabato gli All Blacks hanno sbagliato tatticamente. Avrebbero dovuto portare la palla al largo di più. Ora aspettiamo il verdetto di sabato prossimo contro l’Australia per verificare quanto l’Inghilterra abbia meritato e quanto sia stata aiutata dagli errori neozelandesi. Resta il fatto che questa Inghilterra è fortissima e dispone di una difesa eccezionale, capace di non capitolare nemmeno con due uomini in meno!

 

 Contro Counties – club allenato dall’All Black Bruce Robertson, tecnico anche dei trequarti dei Blues – Kirwan conferma la formazione annunciata ieri.

 

La formazione: 15 Peens; 14 Saccà, 13 Stoica, 12 Masi, 11 Vodo; 10 Pez, 9 Troncon (cap.); 8 Phillips, 7 Zaffiri, 6 Benatti; 5 Bezzi, 4 Giacheri; 3 Perugini, 2 Ongaro, 1 Lo Cicero.

A disposizione: 16 Festuccia, 17 Castrogiovanni, 18 Gennari, 19 Pavanello, 20 Mazzantini, 21 Zullo, 22 Zanoletti.

 

 

LA SELEZIONE ITALIANA SEVEN

SABATO AL TORNEO DI LISBONA

Roma – Nuova tappa sabato 21 giugno a Lisbona del Circuito Europeo di Rugby Seven FIRA cui l’Italia partecipa con una Selezione che è la sintesi delle due squadre che di recente hanno preso parte contemporaneamente alle World Series ed alla manifestazione europea continentale.

Il tecnico Marco Gabrielli ha convocato 10 giocatori per giovedì a Roma.

Sono otto i Paesi che prenderanno parte all’evento portoghese: Israele, Croazia, Portogallo, Spagna, Malta, Francio, Lussemburgo ed  Italia.

 

LA SELEZIONE ITALIANA: .  Federico Alessi (Mirano); Tommaso Besio (Recco); Rosario Di Paola (Am. Catania);   Alessandro Cenedese APS Padova); Gabriele Gentile (Lazio & Primavera); Antonio Mannato, Carlo Penteriani (Rugby Roma); Luca Martin (Rovigo); Samuele Pace (Overmach Parma); Stefano Varrella (Ghial Am. & Calvisano);

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl