DOMANI SELEZIONE ITALIANA - TARANAKI

La partita, molto attesa in Nuova Zelanda e

24/giu/2003 16.45.14 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 24 giugno  2003

 

DOMANI SELEZIONE ITALIANA - TARANAKI

CON TANTI ASSI DEL SUPER 12

New Plymouth  -Sarà un match di assoluto livello quello che disputeranno gli Azzurri di John Kirwan domani contro la Provincia Taranaki, una delle rappresentative più forti neozelandesi.

Per comprender l’alto livello degli avversari basta considerare che nella formazione neozelandese annunciata dal coach Kieran Crowley (ex mediano di apertura del Parma ed attuale membro del Comitato di Selezione All Blacks) figurano ben 8 giocatori di Super 12, il campionato internazionale australe a cui prendono parte i quattro più grandi super club  (selezioni di club) professionistici di Sudafrica, Australia e Nuova Zelanda. I campioni di quest’anno sono proprio i neozelandesi dei Chieef. Uno di questi campioni, Shayne Austin,  sarà l’avversario diretto del “deb” azzurro Diego Saccà all’ala.

Gli altri sette “Super 12” sono tutti della formazione degli Hurricanes. Brendan Haami, mediano di mischia, e ben cinque fra gli avanti, capitanati dalla seconda linea Paul Tito. Gli altri sono il n.8 Chris Masoe, il flanker Brent Thomson, il pilone Tony Penn, ed il tallonatore Daniel Smith.  L’altro pilone, Gordon Slater, già capitano degli Hurricanes,  figura nel pack iniziale, lasciando in panchina l’altro pilone degli Hurricanes, Jason Hooper!

I “Super 12” avrebbero potuto essere anche nove se il centro Bryce Robins non si fosse infortunato alla schiena giocando sabato con il New Zealand Divisional XV.

Insomma, questo Taranaki Province “profuma” veramente di All Blacks ed il compito che capitan Troncon (ed il suo pack) deve affrontare domani è veramente impegnativo e da questo match finalmente si potrà cominciare a capire di che pasta è fatta questa rosa azzurra portata in via sperimentale in Nuova Zelanda.

Pienamente consapevole delle difficoltà estreme del match di domani (Kirwan ha disegnato questo tour proprio a difficoltà crescenti per simulare lo scenario che troverà in Coppa del Mondo ad ottobre in Australia), il CT azzurro ha confermato di schierare la formazione migliore, sintesi delle tre partite precedenti, delle proprie valutazioni tecnico-tattiche e dello stato di forma. Il tutto in prospettiva Mondiali.

La partita, molto attesa in Nuova Zelanda e teletrasmessa in diretta, verrà disputata in notturna, con calcio d’inizio alle 19.35, quando in Italia sono le 9.35 del mattino.

L’ultimo allenamento degli Azzurri è stato effettuato oggi proprio negli orari della disputa della partita.

 

Selezione italiana: 15 Peens; 14 Saccà, 13 Masi, 12 Stoica, 11 Denis Dallan; 10 Pez, 9 Troncon (capitano); 8 Phillips, 7 Persico, 6 Palmer; 5 Bortolami, 4 Bezzi; 3 Perugini, 2 Ongaro, 1 Lo Cicero.

A disposizione: 16 Castrogiovanni, 17 Festuccia, 18 Giacheri, 19 Zaffiri, 20 Queirolo, 21 Zullo, 22 Raineri.

 

Taranaki Province (dove NPOB sta per New Plymouth Old Boys e dove i giocatori “Super 12” figurano con il club di estrazione): 15 Daryl Lilley (NPOB); 14 Shayne Austin (Eltham-Kaponga), 13 James Kerr (NPOB), 12 Matt Harvey (Inglewood), 11 Mark Stewart (NPOB); 10 Mark Urwin (NPOB), 9 Brendan Haami (Stratford); 8 Chris Masoe (Inglewood),7 Neil Crowley (Eltham-Kaponga), 6 Scott Breman (Clifton); 5 Paul Tito (capitano – NPOB), 4 Brent Thomson (Coastal); 3 Gordon Slater (NPOB), 2 Daniel Smith (Border), 1 Tony Penn (Tukapa).

A disposizione: 16 Phil Mitchell (NPOB), 17 Jason Hooper (Border), 18 Brendon McGlashan (NPOB), 19 Richard Bryant (Tukapa), 20 Asalemo Malo (Border), 21 Sam Young (Southern), 22 Craig Fevre (Eltham-Kaponga)

 

 

 

 

MONDIALI UNDER 21 IN INGHILTERRA

DOMANI IL CANADA SULLA STRADA DEGLI AZZURRINI

Newbury Domani, nel quarto impegno dei Mondiali Under 21 in corso in Inghilterra contro il Canada, i tecnici Cavinato ed Orlandi dovranno rinunciare ad una pedina di notevole importanza: Salvatore Costanzo. Il pilone, campione d’Italia con la Benetton, infatti, ha dovuto dare forfait. La risonanza magnetica a cui è stato sottoposto il suo ginocchio ha, infatti, rivelato una micro frattura al piatto tibiale. Di conseguenza cavinato ha dovuto spostare in formazione da n.1 a n. 3 Sbaraglini ed inserire Rizzo a n.1.

Per il resto, la formazione che affronta  i nord americani è identica a quella che ha sconfitto largamente il Giappone, con la sola variante (fra i sostituti) con il solo inserimento di Russo con il n. 16.

Cavinato ha rinviato una sola decisione, all’ultimo momento quella relativa al n. 18 in panchina in ballottaggio tra Soccorsi e Montani.

Vigilia tranquilla quella degli Azzurri, trascorsa nella mattina con il consueto, leggero, “team run. Il pomeriggio si è avuta una rifinitura tattica in sala conferenze  con l’esame video delle caratteristiche del Canada, su un montaggio preparato dallo stesso Cavinato che in questi Mondiali si sta rivelando anche efficiente video-analista.

Dopo le tre belle prove disputate finora (sconfitte onorevolissime contro Francia ed Australia, netto successo sul Giappone), il tecnico Cavinato teme solo  i facili entusiasmi nell’affrontare un Canada, al contrario, squadra assai dotata fisicamente che, se affrontata senza umiltà e determinazione, potrebbe rivelarsi avversario assolutamente ostico. E’ importate, invece, che per consolidare la fama di squadra rivelazione del Torneo, gli Azzurrini affrontino l’impegno con la massima concentrazione ed entusiasmo, dando il miglio di se. Senza dimenticare che nella partita conclusiva domenica prossima dovranno vedersela o con l’Irlanda o con il Giappone.

 

ITALIA: 15 Malipiero; 14 Nitoglia, 13 Bergamasco, 12 Barbini, 11 Santillo; 10 Marcato, 9 Picone; 8 Parisse, 7 Persico, 6 Arganese; 5 Pavanello, 4 Altridge; 3 Sbaraglini, 2 Ferraro, 1 Rizzo.

A disposizione: 16 Russo, 17 Maio, 18 Soccorsi/Montani, 19 Bezzati, 20 Brancoli, 21 Ghidini, 22 Chillon.

 

MONDIALI SPAGNOLI VIGILI DEL FUOCO

I POMPIERI AZZURRI IN RADUNO IN SARDEGNA

Cagliari -Ultimo raduno per la rappresentativa nazionale di rugby dei Vigili del Fuoco, in vista dell'impegno iridato in calendario a Barcellona (Spagna) alla fine del mese di luglio. Dal 27 al 29 giugno i ragazzi di Fabbri e Roncarati saranno a Sinnai (Cagliari) su invito del presidente del "Sette Fradis" (serie C) Stefano Zedda dove  sosterranno alcuni match  contro formazioni locali oltre a sedute di allenamento.

Per quest'ultimo test i tecnici - preso atto di alcune indisposizioni momentanee e compiaciuti della convocazione di Masi per il tour in Nuova Zelanda con la Nazionale maggiore - hanno riconvocato quasi tutto il nucleo storico della formazione, dopo aver visionato i nuovi al "Romagna 7s".

Questo l'elenco dei convocati: Merli (Ghial & Calvisano), Comperti (Conad L'Aquila), Tirelli (Sannio), Di Giandomenico (Majorca Reggono Emilia), Cavaliere, Romanini (FeMi CZ Cus Ferrara), De Col, Casagrande (Alpago), Somacal, Gabrielli (Wind Feltre), Teston (Tarvisium), Moretti (Venezia Lido), Matta (7 Fradis).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl