c.s.3 Roma seven 2006

Roma Capitale della mondanità, Roma Caput Mundi della cultura ancora per un week end sarà Capitale dello sport accogliendo atleti e supporters di questa particolare variante della disciplina della palla ovale.

31/mag/2006 17.09.00 romaseven Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
ROMA SEVEN 2006 - c.s. n° 3 Roma, 31 maggio 2006


Dopo il Sei Nazioni……….il Roma Seven !


Siamo giunti alla quinta edizione del “Torneo Internazionale di Rugby a Sette Roma Seven” ed il 10 giugno saremo orgogliosi d’accogliervi nella spettacolare location dello Stadio dei Marmi al Foro Italico, uno degli impianti sportivi più caratteristici ed affascinanti che possa esistere.
Lo Stadio dei Marmi per noi è un po’ l’emblema del torneo visto che, allo stesso modo della manifestazione, coniuga lo sport alla cultura.
Si, perché questo è il Roma Seven: una sorta di mundialito per i club e i super-club più forti di questa disciplina, ma anche cultura e mondanità con le visite guidate lungo le strade carrabili e fluviali di quello che può essere considerato il più bello e grande museo all’aperto che il mondo possa mettere in mostra.
Roma Capitale della mondanità, Roma Caput Mundi della cultura ancora per un week end sarà Capitale dello sport accogliendo atleti e supporters di questa particolare variante della disciplina della palla ovale.
Un benvenuto a tutti coloro che, in campo, sugli spalti o al villaggio ospitalità prenderanno parte all’evento.
Un grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione, a tutto il mondo del rugby romano ed in particolare a tutti gli sponsor, i partners ed i partners media perché senza il loro contributo tutto sarebbe stato più difficile.
Un sentito ringraziamento alle istituzioni politiche e sportive che hanno voluto partecipare concedendo il loro patrocinio…..siamo orgogliosi d’annoverare tra esse la Direzione Generale per la Cooperazione alla Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri che per il secondo anno consecutivo ha voluto legare la propria immagine all’evento ed all’ONU che sarà presente promuovendo il progetto I.L.O.
Un grazie alla Federazione Italiana Rugby, al Presidente Federale Giancarlo Dondi ed al suo staff.
Per quanto riguarda la parte prettamente sportiva come negli anni passati possiamo vantare il meglio di quanto il rugby a sette possa esprimere nel panorama mondiale e lo spettacolo in campo sarà sicuramente dei migliori.
L’obbiettivo rimane quello di fare sempre più proseliti tra i romani per una disciplina che per velocità e spettacolarità non è seconda a nessun’altra, coniugando la cultura e la mondanità allo sport.
Un “in bocca al lupo” a tutti i partecipanti, ma consentiteci una calorosa “pacca sulle spalla” ai “Seven Kings of Rome”, il super-club romano ad inviti che può essere considerato la squadra di casa.

DONEC AD METAM !


Maggiori notizie all’interno del sito www.romaseven.com si trovano tutte le informazioni ed anche il collegamento per accedere alle pagine web e ai filmati delle passate edizioni.



Luca Pezzini
Ufficio Stampa
Torneo Internazionale
Roma Seven
++39.335.6059767
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl