A NEVEGAL KIRWAN PROVA IL XV AZZURRO

A NEVEGAL KIRWAN PROVA IL XV AZZURRO

06/ago/2003 17.49.44 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 6 agosto 2003

 

 

A NEVEGAL KIRWAN PROVA IL XV AZZURRO

SI VA VERSO LA FORMAZIONE MONDIALE

MA NESSUNO DEI 40 È GIÀ ESCLUSO”

 

Nevegal –John Kirwan è molto soddisfatto. Il suo “progetto” va avanti, infatti, senza battute a vuoto e le tappe di crescita sono tutte rispettate. Dopo la fase di preparazione fisica e tecnica, ieri il CT ha iniziato a “provare” il XV di base da presentare in occasione dei prossimi tre test di preparazione (Scozia, Irlanda e Georgia) alla Coppa del Mondo che inizierà il 10  ottobre in Australia.

Ieri pomeriggio, così, sul terreno di gioco principale di Nevegal, il CT ha messo di fronte “possibili contro probabili”, attingendo alla rosa dei 37 presenti. Mentre i  30 provavano alternativamente schemi offensivi e difensivi con opposizione, i 7 rimasti venivano impegnati da Gran Doorey in esercizi tecnici.

Per due ore si è andato avanti così con rotazione di tutti e 37 nelle due formazioni. L’allenamento si era concluso con la scalata in bici del Nevegal dallo stadio all’hotel.

Stamani pertanto tutti a riposo sfruttato dai medici per effettuare i prelievi del sangue che indichino la situazione biochimica di ciascun giocatore, il metabolismo e l’efficacia della dieta sostenuta. Nel pomeriggio di nuovo sul terreno di gioco per una lunga e pesante sessione di allenamento dedicata, ancora, agli schemi di gioco.

John Kirwan puntualizza le ragioni della sua soddisfazione:

“Il fatto di essere riusciti a portare i giocatori qui presenti in condizioni ottimali  di resistenza,  mi consente di lavorare per l’incremento della potenza muscolare  e di effettuare allenamenti tecnici di grande efficacia, poiché i giocatori hanno la freschezza fisica, e di conseguenza mentale, per capire ed eseguire al meglio.”

-          Si comincia a intravedere una ipotetica formazione di base…

“Non esattamente. Sto effettuando verifiche su ciascuno dei giocatori per capire quello che si può ancora aggiungere per crescere ulteriormente. Il giorno 13, quando concluderemo questa seconda fase del raduno, tirerò le somme ed indicherò i 30 giocatori che impiegheremo nelle tre partite di preparazione contro la Scozia, l’Irlanda e la Georgia. Naturalmente questa lista di 30 giocatori non sarà quella definitiva che partirà per i Mondiali. L’unica cosa certa al momento, ed è la nostra forza, è  che abbiamo a disposizione 40 giocatori dai quali  selezionare i 30 in partenza per l’Australia il 30 settembre. Quindi fino all’ultimo tutti e 40 hanno la chance di indossare la maglia azzurra ai Mondiali.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl