STOP A TIVOLI, LA PRIMAVERA PERDE 21 A 19

La partita sembrava nelle mani della Primavera ma, a cinque minuti dal termine, si consumava l'episodio determinate: un calcio a favore girato dall'arbitro per proteste, la mischia che gira e la giocata del n.8 del Tivoli che si involava in meta senza che nessuno riuscisse a fermarlo.

30/ott/2006 12.49.00 U.S. Primavera Rugby Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

STOP A TIVOLI, LA PRIMAVERA PERDE 21 A 19

Battuta d’arresto nel campionato di serie C per la squadra allenata da Ponti a favore di un coriaceo Tivoli.

Grave sconfitta maturata negli ultimi cinque minuti di una gara che ha messo in evidenza gli attuali limiti delle squadre in campo: i grandi risultati sono sempre costruiti sulle sconfitte che possono generare il lavoro utile a migliorare la squadra; l’augurio è che ora si riesca ad operare in tal senso senza isterismi ma con la massima determinazione.

La cronaca, la prima parte della partita è stata caratterizzata da errori delle due squadre, uno dei quali ha permesso al più rapido Piedimonte di marcare la meta; in vantaggio 10-0 la Primavera concedeva un’incursione dell’estremo che inserendosi non trovava una seria opposizione e marcava la meta; il punteggio veniva arrotondato da due calci piazzati ed il primo tempo finiva 13-10 per il Tivoli.

Cambi previsti dei piloni e buon inizio di secondo tempo che con Urbanetti effettuava alcuni efficaci ricicli e si metteva in evidenza per ordine e continuità il mediano Severini; si procedeva quindi accumulando calci di punizione (tutti realizzati da Peluso con un 5/5). La partita sembrava nelle mani della Primavera ma, a cinque minuti dal termine, si consumava l’episodio determinate: un calcio a favore girato dall’arbitro per proteste, la mischia che gira e la giocata del n.8 del Tivoli che si involava in meta senza che nessuno riuscisse a fermarlo.

Uomo del match l’aquilano Mandolini che ha diretto la gara con fermezza e senza protagonismi.

Formazione:
Coletti (48’ Caruso), Peluso, Finocchi, Franciosini (cap), Socciarelli, Alverà, Severini (72’ Ponti), Piervincenzi (68’ Bartone), Sepe, Filogamo, De Carli (54’ Zileri), Mancini, Trizza (54’ Buratti), Marchigiani, Piedimonte (41’ Urbanetti) n.u. Lusi

Tabellino:
15’ ammonizione Piervincenzi, 16’ calcio piazzato Peluso, 17’ meta Piedimonte trasforma Peluso, 30’ meta e trasformazione Tivoli, 37’ calcio piazzato Tivoli; 2° tempo, 6’ calcio piazzato Peluso, 10’ calcio piazzato Peluso, 14’ ammonizione Filogamo, 14’ calcio piazzato Tivoli, 20’ calcio piazzato Peluso, 35’ meta Tivoli.

http://www.usprimaverarugby.it/

 
STOP A TIVOLI, LA PRIMAVERA PERDE 21 A 19
 

Battuta d’arresto nel campionato di serie C per la squadra allenata da Ponti a favore di un coriaceo Tivoli.

 

Grave sconfitta maturata negli ultimi cinque minuti di una gara che ha messo in evidenza gli attuali limiti delle squadre in campo: i grandi risultati sono sempre costruiti sulle sconfitte che possono generare il lavoro utile a migliorare la squadra; l’augurio è che ora si riesca ad operare in tal senso senza isterismi ma con la massima determinazione.

 

La cronaca, la prima parte della partita è stata caratterizzata da errori delle due squadre, uno dei quali ha permesso al più rapido Piedimonte di marcare la meta; in vantaggio 10-0 la Primavera concedeva un’incursione dell’estremo che inserendosi non trovava una seria opposizione e marcava la meta; il punteggio veniva arrotondato da due calci piazzati ed il primo tempo finiva 13-10 per il Tivoli.

 

Cambi previsti dei piloni e buon inizio di secondo tempo che con Urbanetti effettuava alcuni efficaci ricicli e si metteva in evidenza per ordine e continuità il mediano Severini; si procedeva quindi accumulando calci di punizione (tutti realizzati da Peluso con un 5/5). La partita sembrava nelle mani della Primavera ma, a cinque minuti dal termine, si consumava l’episodio determinate: un calcio a favore girato dall’arbitro per proteste, la mischia che gira e la giocata del n.8 del Tivoli che si involava in meta senza che nessuno riuscisse a fermarlo.

 

Uomo del match l’aquilano Mandolini che ha diretto la gara con fermezza e senza protagonismi.

 

Formazione:
Coletti (48’ Caruso), Peluso, Finocchi, Franciosini (cap), Socciarelli, Alverà, Severini (72’ Ponti), Piervincenzi (68’ Bartone), Sepe, Filogamo, De Carli (54’ Zileri), Mancini, Trizza (54’ Buratti), Marchigiani, Piedimonte (41’ Urbanetti) n.u. Lusi

 

Tabellino:
15’ ammonizione Piervincenzi, 16’ calcio piazzato Peluso, 17’ meta Piedimonte trasforma Peluso, 30’ meta e trasformazione Tivoli, 37’ calcio piazzato Tivoli; 2° tempo, 6’ calcio piazzato Peluso, 10’ calcio piazzato Peluso, 14’ ammonizione Filogamo, 14’ calcio piazzato Tivoli, 20’ calcio piazzato Peluso, 35’ meta Tivoli.

 
 
 
 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl