JAGUAR TEST MATCH ITALIA - GEORGIA...

04/set/2003 17.45.52 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 4 settembre 2003

 

 

JAGUAR TEST MATCH ITALIA – GEORGIA

KIRWAN ANNUNCIA LA SQUADRA

IL PRESIDENTE DONDI INCORAGGIA GLI AZZURRI

Asti – Gli Azzurri hanno trascorso l’anti-vigilia in assoluto relax. Il CT Kirwan ed il suo staff vogliono, infatti, presentare al Jaguar Test Match che chiude il trittico delle partrite preparatorie ai Mondiali australiani, una squadra non affaticata dagli allenamenti intensi di una programmazione che guarda lontano. Ci si concentra, dunque, nell’immediato ed il riposo odierno accoppiato a quello di domani (solo un leggero team-run mattutino) dovrebbero consegnare a Kirwan una squadra in condizioni fisiche migliorata rispetto ai  match contro Scozia e Irlanda. Quanto alle condizioni mentali, gravate dai due scivoloni ad Edimburgo e Limerick, ci ha pensato la visita del Presidente Federale Dondi a sollevarle.

La sua presenza, le sue parole, sono state la  migliore testimonianza della stima e della fiducia che il Presidente nutre nei confronti degli attuali Azzurri.

La giornata si è conclusa con una visita ed un ricevimento offerti dalla Kappa, lo sponsor ufficiale della maglia azzurra.

Nel frattempo John Kirwan, preso atto dei bollettini sanitari e delle disponibilità, ha annunciato la formazione dei XV iniziali e dei 7 sostituti che rappresenta la sintesi del lavoro svolto fino ad oggi.

In panchina spicca la presenza di un nuovo esordiente: Vincenzo Zullo, 22enne, beneventano, mediano di apertura del Calvisano e Azzurro Under 21.

ITALIA: 15 G. Canale; 14  Bergamasco Mirco, 13 Stoica, 12 Raineri, 11 Mazzucato; 10 Pez, 9 Troncon (cap); 8 Parisse, 7 Persico, 6 De Rossi; 5 Bortolami, 4 Dellapè; 3 Castrogiovanni, 2 Ongaro, 1 Lo Cicero.

A disposizione: 16 Festuccia, 17 Martinez, 18  Checchinato, 19 Mauro Bergamasco, 20 Queirolo, 21 Zullo, 22 Peens.

 

IL RODIGINO ZEDGINIDZE:

“ITALIA NON SOTTOVALUTARE LA GEORGIA”

Asti – Al contrario degli Azzurri la Georgia ha effettuato in mattinata il suo ultimo allenamento. Il coach Claude Saurel ha comunicato i 22 giocatori che schiererà sabato in campo. Ben 8 giocatori del XV iniziale giocano da professionisti in Francia. D'altronde è stato proprio un francese ad introdurre il rugby in Georgia ed a mantenere legami privilegiati con l’ex Repubblica Sovietica. La squadra è in raduno collegiale in Francia, di cui è ospite,  dall’11 agosto. Qui la Georgia ha disputato (perdendo) due match amichevoli di preparazione contro club francesi.

Altri due giocatori, il tallonatore Giorgadze ed il n. 8 Zedginidze,  sono vecchie conoscenze professionistiche  in Italia fra le fila del Rovigo. Gli altri 5 giocatori sono professionisti in Francia, attualmente senza club. L’unico giocatore georgiano è  Irakli Machkmaneli, ala del club georgiano Akademia, mentre in panchina figurano altri cinque professionisti in Francia. 

L’italianità della Georgia è subito evidente per la maglia del Rovigo indossata in allenamento dal simpatico n.8 Zedginidze che in un perfetto italiano presenta la partita:

“Mediamente il livello di giocatori italiani è più alto del nostro. Entrambe le squadre, però, vengono da un lungo periodo di allenamenti stressanti in vista dei Mondiali, che cominceranno tra oltre un mese. Prevedo, dunque, una partita di grande fisicità, una battaglia fra gli avanti per cercare di portare palloni il più possibile di qualità ai tre quarti. L’Italia è favorita. Però, attenzione a non sottovalutarci!”

GEORGIA: 15 Khamashuridze; 14 Urjukashvili, 13 Giorgadze I., 12 Zibzibadze, 11Machkmaneli; 10 Jimcheladze, 9 Abuserideze; 8 Zedginidze, 7 Yachvili, 6 Chkmaidze; 5 Didebulidze, 4 Mtchedlismuili; 3 Margvelashvili, 2 Giorgadze, 1 Kopaliani.

A diposizione: 16 Chvelidze, 17 Dadunashvili, 18 Nadiradze, 19 Labadze, 20 Modebadze, 21 Kiknadze, 22 Kmonelidze.

 

CHECCHINATO: IN VISTA DEL 76° CAP

LA SECONDA LINEA PARTE DALLA PANCHINA, MA…

Asti – Nei programmi di John Kirwan puntualmente gli uomini della panchina sono destinati ad entrare in campo nel corso degli 80’.  Così per Carlo Checchinato, inserito in formazione con la maglia n.18,  è aperta la prospettiva per raggiungere i 76 caps che sarebbero il primato  italiano se Alessandro Troncon non avesse raggiunto le 78 presenze azzurre, approfittando del fatto che la seconda linea/N.8 rodigino è assente dalla Nazionale da 12 mesi.

“Intanto, prima di parlare di capscommenta con filosofia Carlo Checchinato -  aspettiamo di entrare in campo. Sono molto contento, comunque, a  prescindere di come andranno le cose, per essere rientrato nel giro azzurro. Pensavo proprio che a 33 anni potessi aver chiuso con la Nazionale. L’ultimo match l’ho disputato nelle qualificazioni ai Mondiali contro la Romania un anno fa’. Poi mi sono infortunato ad un piede e ne sono uscito.

-          33 anni non sono poi tanti per un avanti…

“ No, io non pensavo di uscire dal giro azzurro per l’età, poiché tutti sanno che una buona squadra deve poter combinare, specie negli avanti esperienza e freschezza.  Ci sono, fra l’altro, anche qualità che continuano ad incrementarsi anche a 33 anni. Abbiamo visto l’Irlanda l’altro giorno a Limerck e l’età media era di 29 anni. Il risultato di una programmazione iniziata 4 anni fa’ in vista dei Mondiali del 2003. Logico che l’età media irlandese oggi risulti alta.”

-          Parliamo della Georgia, dunque.

“L’ho incontrata due volte prima del 2000. E’ una squadra compatta, molto unita, molto fisica specie a livello degli avanti. Sabato loro non hanno nulla da perdere e giocheranno con molta disinvoltura e prevedo un match duro e difficile.

 

JAGUAR TEST MATCH ITALIA – GEORGIA

CAMBIATO IL GIUDICE DI LINEA

Asti – Cambiamento nella terna arbitrale del Jaguar Test Match Italia – Georgia (sabato, 6 settembre, Stadio Comunale di Asti, ore 18) in seguito all’infortunio del giudice di linea Roy Maybank (Inghilterra). In sua vece è stato designato il connazionale D. Pearson.

Di conseguenza: Arbitro, Ian Ramage (Scozia);  G.d.l. D. Pearson (Inghilterra) e Frank Maciello (Francia).

 

NOTA PER LE REDAZIONI

Ricordiamo che domani, venerdì 5 settembre, alle ore 13 la Nazionale Italiana (il CT Kirwan , il capitano Troncon ed il manager Bollesan) terrà la consueta conferenza stampa pre-partita presso l’hotel Salera di Asti (di fronte allo stadio comunale). La Georgia terrà il proprio incontro stampa alle 14.30 di domani presso l’hotel dove alloggia, Antica Dogana di Quarto Inferiore (Asti), ad 1 km dall’uscita Asti Est dell’autostrada A21.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl