La Primavera Rugby "sbanca" Noceto (Com. 13/07)

02/apr/2007 17.10.00 U.S. Primavera Rugby Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La Primavera Rugby "sbanca" Noceto (Com. 13/07)

 

Grande trasferta in terra emiliana per le nostre under9, 11 e 13 al 13° Torneo Colla De Sensi di Noceto. Due primi posti (under 9 e11) e il secondo posto della 13 fanno della nostra società la miglior piazzatadel torneo.

 

Ma veniamo al gioco. Seppur rimaneggiate, tutte e trele formazioni hanno giocato e lottato in mezzo al fango – era piovutoabbondantemente durante la notte precedente e a tratti durante il torneo -dimostrando di crederci fino alla fine riuscendo ad alzare per tre volte itrofei di categoria. Mai un Primo Aprile sarà ricordato in modo analogo (e nonera uno scherzo…).

 

Il torneo, divenuto ormai un classico appuntamento permolte società italiane impegnate nel rugby giovanile, ha visto, oltrel’ottima organizzazione e l’ampia cornice di pubblico, unapartecipazione assai elevata (oltre 20 team per categoria per circa 1300mini-rugbisti) e un buon livello tecnico generale. E alla fine, proprio invirtù della qualità generale del torneo, possiamo parlare di “impresa”dei nostri ragazzi.

 

Vediamo quindi i risultati. Under 9: schiacciasassi (osassolini) 30 mete fatte 1 sola subita in sei incontri. Capitan Lamaro alza lacoppa dopo aver battuto nel girone l’Amatori Milano (6-0) l’AmatoriParma (5-0) l’Aquila ( 4-0) il Noceto (8-0) in semifinale il Rugby Parma(5 - 1) e in finale il Milano (2-0). Per la cronaca è il terzo torneoconquistato dopo quello di Rieti e quello al Cus Roma.

 

Under 11: con Picci Buonavolontà e Paolo Tosto asoffrire a bordo campo viene dapprima superato di slancio il gironeeliminatorio, 3-0 al Reggio Emilia, 2-0 ai Lyons Piacenza, 3-0 all’Aquilae 2-0 al Milano e poi si arriva in semifinale con un pareggio con il Parma(1-1) dove i nostri si rivelano fortissimi anche alla monetina e finalmente infinale dove incontrano il Frascati. La partita è tiratissima e nonostante sial’una che l’altra arrivino a un passo dalla meta non si va oltre,compresi i supplementari, lo 0-0. Per regolamento vince la squadra più giovanee indovinate qual’era? Gli occhi lucidi di Picci alla premiazioneinsegnano che non si finisce mai di apprendere da questo sport quando si parladi emozione…

Under 13: i nostri partono subito a razzo con ipadroni di casa del Noceto nella prima partita del girone eliminatorio (4-0)poi subiscono la pressione del Cernusco vincendo “solo” per 1-0 ecommettendo più di un errore di trasmissione e di schieramento. Si torna incampo contro il Perugia in quella che è la partita decisiva per passare ilgirone. Vinciamo per 1-0 attaccando sempre e facendo girare la palla, anche seè estremamente difficile riuscire a non farla cadere. Ultima partita è conl’Aquila e il punteggio torna a farsi ampio (7-0). Nel frattemponell’altro girone è un continuo alternarsi di risultati e fino alla finenon si riesce a sapere il nome dell’avversario della semifinale. Sarà poiil Milano che soffia per differenza mete il posto al Firenze. La semifinale“secca” con il Milano finirà per essere la partita ricordata dainostri come la più bella del torneo, sia per intensità che per gioco. Alla finedel tempo regolamentare il punteggio è sullo 0-0. Da regolamento si puòprocedere al sorteggio. I dirigenti delle due squadre decidono invece per unsupplemento di 5 minuti. E in quei cinque minuti la fanteria giallobluconquista terreno (anzi fango) e la cavalleria concretizza; finisce 2-0 e siarriva alla finale. La finale è con l’Amatori Parma e purtroppo dopoqualche buono spunto iniziale la partita prende la strada della“mazzata”, un intercetto, due incursioni devastanti di due velocicentri extralarge e una fuga dell’ala fissano il risultato, forse unpo’ troppo severo sul 4-0. Niente da eccepire, l’Amatori rimane lanostra bestia nera, comunque grazie lo stesso. C’è ancora il tempo divedere premiata l’under 13 da Carlo Festuccia, tallonatore della nazionalee del Gran Parma e il nostro Michele Riitano – al suo primo torneo-“Faccia da rugby” under 13. Ricomincia a piovere, si torna a Romabagnati e contenti, con le coppe che passano di mano in mano.

 

http://www.usprimaverarugby.it/                                                                                                                                               

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl