La Lazio Rugby batte il Rugby Prato e resta in Serie A

Al riposo sul 22-3 i laziali non hanno mollato e sono tornati in campo con la giusta concentrazione per trovare la meta altre tre volte con Bonavolontà, Pratichetti e Sulpis, mettendo al sicuro partita e salvezza.

01/mag/2007 10.30.00 Pol. S.S. Lazio Rugby 1927, Sez. Rugby della Lazio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roma 30 Aprile 2007                                                                    www.laziorugby.it

                                  La Mantovani Lazio resta in serie A
I bianco-celesti vincono col Prato all’Acquacetosa e centrano la salvezza al termine di una stagione difficile.
Ce l’hanno fatta i ragazzi di Carlo Pratichetti. Riescono a prendere per i capelli una serie A che a tratti sembrava sfuggire, a colpi di prestazioni non proprio esaltanti ma anche di sfortuna e di una situazione di classifica che è rimasta sempre pericolosa fino all’ultima giornata. Ma complice l’aiuto arrivato da Verona con gli scaligeri che non hanno fatto punti contro il Venezia capolista e una prova concreta e decisa all’Acquacetosa, su un Prato venuto a Roma con la testa già alle semifinali, la Mantovani Lazio può dare il via libera ai meritati festeggiamenti. I romani hanno piegato i Cavalieri Prato con un punteggio netto e mai in discussione, maturato grazie alla rabbia e alla determinazione di chi cerca i punti salvezza in una partita senza appelli.

Mannucci e compagni hanno avuto via libera già al 5’ con la prima segnatura proprio del numero otto, replicando prima dell’intervallo con Sepe e Fiorenzi. Al riposo sul 22-3 i laziali non hanno mollato e sono tornati in campo con la giusta concentrazione per trovare la meta altre tre volte con Bonavolontà, Pratichetti e Sulpis, mettendo al sicuro partita e salvezza. Sul 46-3 per la Lazio è iniziata la festa, c’è stato solo spazio per i toscani che hanno reso meno pesante il passivo segnando tre mete che fissavano lo score sul 46-20.

Nella Lazio da segnalare la prova di Mannucci e Livraghi tra gli avanti, l’incoraggiante prova del mediano mischia della giovanile, Giangrande e i numeri del promettente Andrea Pratichetti, ieri schierato centro.

Ha tirato un bel sospiro di sollievo il presidente Alfredo Biagini che può, finalmente, cominciare a pensare alla prossima stagione, che vedrà impegnati i biancocelesti nel Girone 2 della Serie A.


MANTOVANI POL. LAZIO CONSIAG I CAVALIERI PRATO= 46-20 (22-03)

Lazio: Valcastelli, Sepe, Pratichetti, Allori (41 Bonavolontà), Fiorenzi, Sulpis, Giangrande, Di Laura (63 Santoro), Covassi (75 Livadiotti), Mannucci, Livraghi (76 Lorenzotti), Martellotto, Patrizi (76 Cannone), Machado, Perugini (76 Bitocchi). All. Carlo Pratichetti.

Prato: Ballerini, Giovanchelli (63 Vezzosi), Randelli L., Duca (52 Brighi), Gei, Bambry (56 Romei), Reitsma, Leoncini, Barbieri, Schiavone, Nuti, Pitavino, Fondi (41 Mattei), Randelli, Stefani. All.: De Rossi – Gaetaniello .

Marcatori: 5 Mt Mannucci; 10 cp Bambry; 26 cp Sulpis; 27 Mt Sepe tr Sulpis; 37 Mt Fiorenzi tr Sulpis; II° Tempo: 49 Mt Bonavolontà tr Sulpis; 55 Mt Pratichetti tr Sulpis; 59 cp Sulpis; 61 Mt Sulpis tr Sulpis; 66 Mt Stefani; 71 Mt Mattei; 72 Mt Leoncini tr Vezzosi.
Arbitro: Reale di Bari. Note: Cartellini gialli: al 42 per Pipitone; al 64 per Giangrande


------------------------------------------------------

Visitate il nostro sito www.laziorugby.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl