TUTTI IN PIEDI .. ARRIVA IL ROMA SEVEN !

Dopo il Sei Nazioni il grande rugby torna a Roma Il Torneo Internazionale di rugby a sette Roma Seven è giunto alla 6° edizione e di sicuro sarà una puntata al fulmicotone.

01/giu/2007 05.11.00 romaseven Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dopo il Sei Nazioni il grande rugby torna a Roma

Il Torneo Internazionale di rugby a sette Roma Seven è giunto alla 6° edizione e di sicuro sarà una puntata al fulmicotone.
La location dello Stadio dei Marmi al Foro Italico è unica ed il “Roma Seven” è l’evento che dopo il “Sei Nazioni di Rugby”, gli “Internazionali d’Italia di Tennis” ed il “Concorso Ippico di Piazza di Siena” chiude la stagione sportiva della “Città Eterna”.
Quest’anno l’organizzazione ha curato tutti i particolari tanto che in questi giorni nelle metropolitane della capitale fanno bella mostra i pannelli con le pubblicità dell’evento … una promozione che la prossima settimana uscirà allo scoperto andando a personalizzare oltre 200 autobus dell’Atac.
Attualmente è considerato il torneo più bello ed affascinante d’Italia, il terzo in Europa e tra i primi dieci tornei di rugby 7 al mondo …e sabato 9 giugno dalla mattina fino a tarda notte lo spettacolo sarà assicurato dallo sport più di moda in questo momento: il rugby !
Ma non finisce qui, il Roma Seven, come consuetudine, si farà apprezzare anche per il suo elegante Villaggio Vip, per la Cena di Gala e per la festa di chiusura alla presenza di numerosi personaggi del mondo sportivo e mondano.

Info e prevendite: www.ticketone.it


Questi i 16 club che si contenderanno lo scettro:

- Nazionale Italiana (Italia): reduce dalle vittorie nei FIRA di Amsterdam e Zagabria gli azzurri di Marco Gabrielli ed Orazio Arancio saranno sicuramente una delle squadre da battere,
- British Army (Gran Bretagna): lo storico club d’oltremanica scende per la prima volta nella Capitale marchiato “Felpharma”. E’ il team d’elite di tutti i paesi del Commonwealth e nel suo palmares c’è la vittoria ai tornei di Middlesex, Dubai e Singapore.
- Samurai (selezione internazionale): sono l’essenza del rugby a sette, nella loro storia hanno vinto in lungo e largo per il mondo. Due le affermazioni nel Roma Seven: nel 2003 e nel 2005. Anche quest’anno dovrebbero schierare il top scorer di tutti i tempi Ben Gollings.
- Pyrenees Rugby Seven (Francia): la regione dei pirenei è la roccaforte rugbistica francese, nell’anno dei mondiali guidano la nutrita pattuglia d’oltralpe.
- Marauders Tecnoart (selezione internazionale): è uno dei più famosi club ad inviti, storici rivali dei Samurai fanno del loro gioco la concretezza. Nella loro bacheca le coppe dei più importanti tornei.
- AAC Amsterdam 7 (Olanda): gli “oranges” sono quasi tutti nazionali di categoria ed esportano nel mondo la tradizione olandese del rugby seven-a-side. E’ la squadra che organizza il famosissimo torneo di Amsterdam gemellato con il Roma Seven.
- KooGa Wailers (selezione internazionale): è l’unico super-club ufficialmente sponsorizzato dalla KooGa, composto in prevalenza da giocatori del Newcastle Falcons. Tante le vittorie finali nei tornei di tutto il mondo tra i quali quello di Kinsale.
- Clandestinos (Argentina): l’estro argentino nel rugby a sette … una miscela esplosiva ! Raccolgono i migliori giocatori sud-americani che giocano nei campionati europei tra i quali alcuni “Pumas”.
- Mel’s Exiles (selezione internazionale): uno dei club ad invito più vincenti se si pensa che nel 1992 - 1994 - 1995 - 1998 ha trionfato ad Amsterdam dove due anni fa è stato finalista. Viene selezionato direttamente da Mel, uno dei personaggi più conosciuti e simpatici del circuito seven.
- Seven Stray Cats (Italia): selezione di giocatori italiani che fanno della coesione e dell’amicizia la loro forza. Impegnati nell’ultimo Amsterdam Seven tenteranno d’essere gli out-sider del torneo di Roma.
- Seven King’s of Rome (Italia): è la squadra di casa, è il primo super-club italiano (fondato nel 1995), gode della simpatia del pubblico. Lo slogan è “Donec ad Metam” (dritti alla meta). Lo scorso anno schierò ben 4 All Blacks tra i quali il capitano Forbes ed anche quest’anno sono selezionati dal guru del rugby a sette Gordon Tietjens (da 10 anni coach degli All Blacks 7’s). Vederli giocare sarà uno spettacolo !
- Froggies Denser (Francia): la quint’essenza del “rugby champagne” nel super-club più famoso di Francia. Tra le loro fila quasi tutti nazionali d’oltralpe. Lo scorso anno incantarono mettendo in mostra una potenza fisica al di fuori dal comune.
- Cote d’Azur (Francia): è la selezione dei migliori giocatori della Costa Azzurra. Per la prima volta al Roma Seven con il chiaro obiettivo d’imporre il loro gioco frizzante.
- Unione Rugby Capitolina (Italia): è la squadra leader della regione, quest’anno ha partecipato per la prima volta al Super 10 conquistando una tranquilla salvezza e togliendosi non poche soddisfazioni. Ha un floridissimo vivaio e le convocazioni nelle nazionali non si sono fatte attendere. Nel 2002 e nel 2003 ha conquistato il “Seven King’s Plate”.
- Polisportiva Lazio Rugby 1927 (Italia): la banda di Carletto Pratichetti è alla seconda partecipazione. Tenterà di migliorare i risultati dello scorso anno.
- Viator Spanish Barbarian (Spagna): è il super-club che organizza lo storico Torneo di Benidorm (gemellato con il Roma Seven). Fanno dell’esperienza e dell’abitudine a giocare insieme la loro forza. Spesso vincenti nei tornei esordiscono a Roma con l’intento di ben figurare.

LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE SI TERRA’ MERCOLEDì 6 DALLE ORE 10,00 ALLE ORE 12,00 PRESSO L’AULA GIULIO CESARE IN CAMPIDOGLIO.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl