Comunicato stampa del 12/11/2003

redini dello storico club bianconeroverde ha un nome: si tratta di Paolo

12/nov/2003 19.50.09 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 11 novembre 2003

 

RUGBY ROMA, HA UN NOME IL NUOVO PROPRIETARIO

LA “CASA DEL RUGBY” PRONTA PER IL PROSSIMO CAMPIONATO

IL NUOVO IMPIANTO SORGERA’ A SPINACETO

A meno di 24 ore dall’annuncio congiunto del Sindaco di Roma Walter Veltroni e del Presidente della Rugby Roma Ambrogio Bona, che annunciava la risoluzione della crisi del club capitolino, l’imprenditore che con un blitz improvviso ha preso in mano le redini dello storico club bianconeroverde ha un nome: si tratta di Paolo Abbondanza, imprenditore a capo dell’omonimo Gruppo impegnato nel settore dello sviluppo immobiliare, che oggi pomeriggio in Campidoglio ha incontrato, oltre a Bona, l’Assessore all’Ambiente Mario Esposito e l’Assessore alla Mobilità Mario De Carlo, ex rugbista impegnatosi attivamente per contribuire alla salvezza della Rugby Roma.

Scopo della riunione, protrattasi per circa due ore, quello di archiviare definitivamente la crisi della Rugby Roma iniziando al contempo a progettare il futuro. Futuro che, come già anticipato ieri, prevede la creazione a Spinaceto della “Casa del Rugby”, un moderno complesso sportivo polivalente che ospiterà palestra, piscina, una pista per il pattinaggio sul ghiaccio, una foresteria e, soprattutto, quattro campi da rugby. Tre campi saranno privi di spalti e riservati agli allenamenti mentre il campo principale, dotato di tribune, ospiterà le partite casalinghe della Rugby Roma: l’impianto si estenderà su circa 37 ettari e il parco circostante potrà essere utilizzato anche dai cittadini per il jogging. La “Casa del Rugby” potrebbe inoltre diventare sede degli allenamenti delle Nazionali avversarie dell’Italia nel Torneo delle 6 Nazioni. 

Paolo Abbondanza appare entusiasta dell’ingresso nel mondo del rugby e fiducioso di vedere realizzata in tempi brevi la nuova struttura: “La speranza è quella di vedere la Roma scendere in campo nel nuovo impianto in tempo per l’inizio della stagione 2004/2005”. Una speranza che potrebbe diventare quasi una certezza se, com’è probabile, lunedì 24 novembre il Consiglio Comunale, nel corso di una seduta interamente dedicata a problematiche sportive, approverà il progetto.

 

 

 

 

 

RUGBY ROMA, HA UN NOME IL NUOVO PROPRIETARIO
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl