Conferma della Lazio Rugby che batte anche il Livorno

18/ott/2007 16.49.00 Pol. S.S. Lazio Rugby 1927, Sez. Rugby della Lazio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roma 15 Ottobre 2007                                                                          www.laziorugby.it

                                         Lazio Rugby Vs Rugby Livorno 23 - 17

Secondo successo per la formazione bianco-celeste che torna all’Acquacetosa dopo la vittoria di Padova e conquista una sofferta vittoria di misura sul Livorno, matricola terribile, scesa a Roma per fare bottino pieno nella seconda giornata del campionato Nazionale di Serie A. Ma il quindici di Eugenio, che ha pagato caro l’indisciplina, subendo tre cartellini gialli nei momenti salienti del match, è riuscito a tenere a bada i toscani, nonostante un finale thrilling col tabellone che segnava un 6 e gli ospiti all’attacco, trascinati dal Puma Facundo Barni, che sfiorava la meta a fil di sirena, negata solo da un provvidenziale intervento difensivo dell’ala Sepe. La Lazio, sotto di un punto all’intervallo, nella ripresa, giocava addirittura cinque minuti in 13, mantenendo i nervi saldi e riuscendo a non subire mete, con i livornesi che sceglievano di piazzare fra i pali accontentandosi di guadagnare il punto bonus e di rinunciare a cercare la meta della vittoria. Tra i marcatori romani, oltre al consueto apporto del preciso Sulpis dalla piazzola, a referto l’oriundo figiano Vodo, a segno dopo un buco centrale, trascinandosi due avversari oltre la linea di meta e il giovane Sepe, abile a innescare le sue veloci leve e a sfruttare un assist del mediano di mischia Diaz. Il fischio finale dell’arbitro permetteva ai laziali di tirare un sospiro di sollievo, e incassare quattro punti preziosi che li attestano in seconda posizione, dietro la capolista Treviso (vincitrice col bonus anche ieri), in attesa di proseguire la striscia vincente a Segni domenica prossima, in un match per tradizione acceso, dove rimanere in 15 per tutto l’arco dell’incontro sarà fondamentale.
Comunque, due partite e due vittorie per i bianco-celesti soprattutto otto mete realizzate tutte dai trequarti, segno evidente di un gioco arioso e spettacolare.


Mantovani SS Lazio Rugby 1927 - Rugby Livorno 23 -17 (13-14)

Lazio: De Angelis, Sepe, Vodo, Bonvolontà (73’ Gargiullo), Valcastelli, Sulpis, Diaz, O'Riordan, Livraghi (68’ Di Laura), Mollura, Nardi (50’ Altobelli), Zamboni, Jimenez, Lorenzini (58’ Cannone), Lynch (78’ Garfagnoli). All. Eugenio.
Livorno: Cook; Lecci, Reitsma E., Milianti, Burani (58’ Battagello); Squarcini R.., Reitsma W.; Reyes, Barni, Squarcini E.; Bernini, Lombardi; Murrè, Neethling (65’ Bellini), Goti (50’ Baroni). All. Prima.
Marcatori: 2’ cp Cook; 10’ cp Sulpis; 15’ cp Cook; 23’ Mt Vodo tr Sulpis; 27’ Mt Barni; 32’ cp Cook; 39’ cp Sulpis; II° Tempo: 42’ Mt Sepe tr Sulpis; 48’ cp Sulpis; 76’ cp Cook.
Arbitro: Sironi di Colleferro.

NOTE: Cartellini gialli: al 50’ per Lecci, al 58’ per Zamboni; al 63’ per Sulpis; al 75’ per Jimenez.

Visitate il nostro sito www.laziorugby.it  

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl