6 NAZIONI: TUTTO IL TORNEO IN DIRETTA SU LA7

16/gen/2004 21.31.12 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roma, 16 gennaio 2004

 

6 NAZIONI: TUTTO IL TORNEO IN DIRETTA SU “LA7”

CIRCA 1800 I MINUTI DI TRASMISSIONE IN CHIARO

Roma – Una copertura televisiva senza precedenti quella di cui potranno godere per i prossimi due anni i tanti appassionati del rugby in Italia: oggi, nel corso della conferenza svoltasi in Campidoglio, il caporedattore della redazione sportiva di La7 Paolo Cecinelli ha annunciato che il canale terrestre, reduce dal grande successo di audience della Coppa del Mondo, ha acquistato i diritti del 6 Nazioni per il 2004 e il 2005.

Per la prima volta dall’ingresso dell’Italia nel 6 Nazioni,  dunque, i fans della palla ovale potranno assistere a tutti e 15 gli incontri in calendario senza fare ricorso alla parabola e già da domani “La7” inizierà a promuovere l’evento con un video promozionale che verrà trasmesso dalle 10 alle 12 volte al giorno e, in occasione delle gare interne dell’Italia, allestirà uno studio all’interno dello Stadio Flaminio.

“La7” non si limiterà però a trasmettere tutte le 15 partite del Torneo: sono in programma infatti altrettanti speciali che andranno prima di ogni incontro e avranno durata di un’ora (per le partite dell’Italia) o di un quarto d’ora (per tutte le altre partite), per un totale, partite comprese, di circa 1800 minuti di trasmissione.

 

6 NAZIONI, OGGI LA PRESENTAZIONE IN CAMPIDOGLIO

DE ROSSI NOMINATO CAPITANO

Roma – Tutto il mondo del rugby italiano si è ritrovato questo pomeriggio in Campidoglio per assistere alla conferenza stampa di presentazione del Torneo delle 6 Nazioni 2004 che vedrà l’Italia impegnata al Flaminio di Roma il 15 febbraio contro l’Inghilterra campione del mondo e il 6 marzo contro la Scozia. Nutritissima la schiera di personalità e di esponenti della stampa presenti all’appuntamento: a prendere la parola per primo è stato il Presidente della Federazione Italiana Rugby Giancarlo Dondi, che ha ringraziato calorosamente il Sindaco di Roma Walter Veltroni per il grande impegno profuso dall’amministrazione comunale per mantenere Roma quale sede delle gare interne della Nazionale italiana nel 6 Nazioni. Il Presidente federale ha successivamente fatto il punto sul Torneo ormai imminente: “Credo che l’edizione 2004 abbia tutti i requisiti per diventare la più importante di tutti i tempi: per la prima volta nella storia, infatti  una formazione dell’Emisfero Nord è riuscita a laurearsi campione del mondo e proprio contro questa formazione l’Italia disputerà la propria gara inaugurale di quest’anno” ha spiegato Dondi facendo ovviamente riferimento all’incontro del 15 febbraio contro l’Inghilterra di Clive Woodward. “Il nostro movimento – ha proseguito il Presidente – è in continua crescita e, sebbene nel nostro sport sia difficile compiere progressi importanti in breve tempo, io posso dirmi soddisfatto di quanto raccolto nel 2003 e orgoglioso della nostra Nazionale. Si tratta di un gruppo giovane che se continuerà a lavorare come nell’ultimo anno potrà togliersi parecchie soddisfazioni. Per quanto riguarda la situazione dei biglietti per Italia – Inghilterra – ha concluso Dondiposso dire che, a un mese dalla partita, possiamo prevedere già il tutto esaurito e speriamo di confermare un’ampia di pubblico anche in occasione della gara contro la Scozia”. Il microfono è passato poi al Sindaco di Roma Walter Veltroni, che ha sottolineato lo stretto legame che, da sempre, lega la Capitale al mondo del rugby: “Abbiamo lottato per avere il 6 Nazioni a Roma anche quest’anno e, adesso, attendiamo con entusiasmo la sfida contro l’Inghilterra. Stiamo facendo molto per questo sport – ha commentato il primo cittadino della Capitale – e continueremo a lavorare per la promozione e lo sviluppo del rugby. Abbiamo contribuito a risolvere la crisi della Rugby Roma e presto, come già anticipato in novembre, vedremo la nascita della “Casa del Rugby”, una struttura all’avanguardia che diventerà la nuova sede della società bianconeroverde. Insomma, la città di Roma e il rugby non sono mai stati così vicini”. Un concetto, questo, ribadito anche dall’Assessore Comunale allo Sport Gianni Rivera, storico numero 10 del Milan dal 1958 ai primi Anni ’70 ma grande appassionato di rugby: “Sono molto affezionato alla palla ovale – ha detto l’ex mezzapunta rossonerache incarna i veri valori dello sport, e credo che Roma debba rimanere sede del 6 Nazioni”. Al CT John Kirwan, infine, è toccato il punto tecnico: “Partiamo per vincere il Torneo, questa è la sola mentalità accettabile, anche se siamo consapevoli delle difficoltà presenti in ogni incontro. So che possiamo fare bene e credo che Andrea De Rossi abbia le doti giuste per indossare i gradi di capitano in questo 6 Nazioni: anche nel caso di un rientro anticipato di Troncon dall’infortunio – ha concluso l’ex All Black – De Rossi conserverà i gradi sino alla partita conclusiva di Cardiff contro il Galles (27 marzo)”.

 

IL 6 NAZIONI IN TUTTE LE SALE CINEMATOGRAFICHE WARNER-VILLAGE

IL PRESIDENTE CIAMPI INVITATO ALLE PARTITE

GRATIS SUI BUS ROMANI CON BIGLIETTI E ACCREDITI

Roma – E’ ai nastri di partenza la campagna promozionale del 6 Nazioni 2004: nel corso della conferenza odierna il Consigliere Federale F.I.R. Alfredo Gavazzi, Presidente del Comitato Organizzatore 6 Nazioni,  ha ricordato l’invito rivolto al Presidente Ciampi per le due gare interne degli Azzurri e spiegato quali saranno le iniziative volte a promuovere il Torneo su suolo romano e nazionale.

Da questo week-end, in tutte le sale cinematografiche d’Italia facenti parti del gruppo “Warner Village” verrà proiettato un video promozionale e, a Roma, verranno affissi 200 cartelloni 6mx4m, 1000 manifesti, 10.000 locandine. La centralissima Via Condotti, nel periodo del 6 Nazioni, verrà inoltre tappezzata di manifesti e striscioni promozionali dell’evento. Infine, tutti i possessori di biglietti e di accrediti per le due gare interne dell’Italia potranno usufruire gratuitamente degli autobus dell’ATAC (l’associazione municipale dei trasporti) nei giorni delle partite.  

 

BUD SPENCER: “IL RUGBY E’ LO SPORT PIU’ BELLO DEL MONDO”

Roma – C’era anche Carlo Pedersoli, conosciuto al grande pubblico con il nome di Bud Spencer, alla presentazione del 6 Nazioni 2004. Il celebre attore napoletano, già campione di nuoto e pallanuoto, è intervenuto in avvio di conferenza stampa per ribadire la propria passione per il rugby, da lui praticato in gioventù: “Gli sport che si praticano con la palla sono molti – ha sorriso Pedersoli  - ma nessuno, a mio modo di vedere, ha il fascino del rugby. Personalmente, lo considero lo sport più bello del mondo” ha concluso Bud Spencer, salutato dal CT Azzurro John Kirwan come uno dei miti della sua gioventù.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl