ITALIA - INGHILTERRA PER LE TRUPPE DI STANZA IN IRAQ

Allegati

05/feb/2004 18.06.27 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 5 febbraio 2004

 

ITALIA - INGHILTERRA PER LE TRUPPE DI STANZA IN IRAQ

Bassora (Iraq) – Anche i militari della Multi National Division South East, il comando interforze attualmente di stanza nella città irachena di Bassora, assisteranno domenica 15 febbraio a Italia – Inghilterra, prima uscita degli Azzurri nel 6 Nazioni 2004 e esordio ufficiale dell’Inghilterra dopo il trionfo in Coppa del Mondo.

A farsi promotrice  dell’iniziativa che porterà sugli schermi della base internazionale l’intero Torneo delle 6 Nazioni è stata la componente inglese del comando, che ha trovato ampio ascolto anche tra i militari italiani.

Presso il comando dell’MNDSE verrà allestita non solo una postazone TV per assistere agli incontri, ma anche una teca celebrativa del 6 Nazioni, in cui verranno esposti i vari gadget che le Federazioni che prendono parte al Torneo invieranno a Bassora.

La Kappa, sponsor tecnico della FIR, ha immediatamente inviato una maglia della Nazionale e un cappellino ufficiale degli Azzurri.

E’ inoltre probabile, compatibilmente con le esigenze operative e di sicurezza dell’MNDSE, l’organizzazione di un torneo rugbistico internazionale da disputarsi proprio a Bassora nel prossimo futuro. Il portavoce italiano dell’MNDSE, Capitano Cristian Braccini, ha confermato l’interesse del contingente italiano all’iniziativa e sta avviando una ricerca per l’individuazione di giocatori per l’inedita rappresentativa azzurra: la Kappa si è già dichiarata disponibile a provvedere all’equipaggiamento tecnico.

 

KIRWAN: DOMANI L’ANNUNCIO DEL XV ANTI ALL-STAR

IL CT INGLESE WOODWARD SABATO A TREVISO

Mogliano(Treviso) – Brutto spavento, ieri sera, per il Team Manager Azzurro Marco Bollesan, il CT John Kirwan e il Capitano Andrea De Rossi: l’aereo su cui viaggiava la delegazione azzurra, di rientro da Londra dopo il lancio mediatico dell’RBS 6 Nations 2004, ha trovato l’aeroporto di Treviso coperto da una fitta nebbia ma ha tentato ugualmente l’atterraggio.

Solo poco prima di toccare terra il pilota, resosi conto dell’impossibilità di atterrare, ha fatto riprendere quota all’aereo e si è diretto verso lo scalo di Trieste, dove è atterrato poco dopo. Tanta paura per tutti i passeggeri a bordo e anche per John Kirwan che, tra la nebbia, avrebbe intravisto il campanile della chiesa di San Giuseppe, frazione di Treviso dove il CT Azzurro risiede.

Ma, dalla capitale inglese, l’ex All Black è tornato non solo con lo spavento per l’atterraggio fallito a Treviso, ma anche con una notizia problematica: all’All Star Game di Treviso, che metterà di fronte dopodomani allo Stadio Monigo (ore 15.00) la Selezione Azzurra e il World XV, assisterà anche il Commissario Tecnico dell’Inghilterra Clive Woodward, che ha annunciato di voler osservare l’Italia in vista del match di domenica 15 febbraio.

Ovvia la preoccupazione di Kirwan per il fatto di dover scoprire le proprie carte alla vigilia della gara con l’Inghilterra: il CT Azzurro, infatti, si attende risposte importanti dal match contro il World XV sia dal punto di vista tattico che da quello dello stato di forma dei singoli giocatori, e nonostante la presenza del CT del XV della Rosa non nasconderà alcuna carta.

Oggi tutto il gruppo è rimasto a riposo, con la sola eccezione di Capitan De Rossi che ha dovuto recuperare l’allemento saltato ieri per gli impegni londinese: il flanker di Livorno ha approfittato della seduta di allenamento in solitario per smaltire le tossine accumulate nel corso della trasferta in Inghilterra.

Domani il CT John Kirwan annuncerà la formazione che scenderà in campo sabato al Monigo contro la rappresentativa composta dai migliori stranieri del campionato italiano.

Di comune accordo con la dirigenza federale, infine, Kirwan ha deciso di far rimanere con il gruppo sino a dopo l’All Star Game anche i giocatori che non verranno utilizzati al Monigo: l’elenco dei 24 atleti che proseguiranno il ritiro a Roma in vista della prima giornata del 6 Nazioni (22 convocati più 2 a disposizione) verrà reso noto domenica.

 

10 GIORNI A ITALIA – INGHILTERRA

MERCOLEDI’ CONFERENZA STAMPA DEL PRESIDENTE DONDI

Roma – Mancano solo 10 giorni a Italia – Inghilterra, prima giornata dell’RBS 6 Nazioni 2004, in programma alle ore 16.00 di domenica 15 febbraio allo Stadio Flaminio di Roma.

L’incontro verrà ufficialmente presentato mercoledì 11 febbraio, presso la Sede Federale (Stadio Olimpico, Curva Nord), alle ore 13.00. Alla conferenza stampa saranno presenti il Presidente della FIR Giancarlo Dondi, il Commissario Tecnico John Kirwan e il capitano della Nazionale Andrea De Rossi.

Nella circostanza verrà ufficialmente presentata la  nuova maglia della Nazionale Italiana, realizzata dallo sponsor tecnico Kappa: si tratta di una maglia dalle caratteristiche innovative, più resistente, leggera e confortevole da indossare grazie all’utilizzo di avanzate tecnologie.

Il risultato è un’estetica ancora più allettante.  

 

IN AZZURRO UN ALLIEVO DI TRONCON

“LO MANDA PICONE”

Mogliano (Treviso) -  Tra le nuovissime “entry” alla corte di John Kirwan anche un giovanotto romano di 21 anni proveniente dai vivai azzurri: Simon Picone, mediano di mischia e centro del Benetton Treviso.

Si scrive Simon, ma non rilegge Simon all’inglese – precisa sorridente il giocatore – ma Simòn alla francese poiché mia mandre è belga.”

Picone è nato a Roma dove ha vissuto all’Olgiata per poi trasferirsi a Viterbo all’età di 9 anni al seguito del padre dentista-internista.

Aveva appena iniziato a giocare con la Primavera Rugby “curato” da Andrea Lijoi. La passione era ormai nata per proseguire con il Rugby Viterbo con gli allenatore Corrado Sferragatta, Antonio Luisi e Ruggero Grassatti.

“Andrea Lijoi poi me lo sono ritrovato - continua Piconeper la prima convocazione nell’U.15 azzurra allenata anche da Daniele Pacini.

Simon ha, quindi, seguito tutta la trafila delle Under azzurre e, appena 18enne, nella stagione 2000/2001 si trasferiva alla Rugby Roma giocando con l’Under 21 e in prima squadra, da centro-tre quarti, esordendo contro il Livorno… “e realizzando anche una meta !” conclude Picone.

Nel 2002 l’inizio della carriere professionistica a 19 anni con il trasferimento a Silea in Super 10, questa volta come mediano di mischia titolare.

All’inizio di questa stagione la “chiamata” alla Benetton di Craig Green, campione d’Italia.

Un approdo felicissimo perché mi ha consentito di giocare assieme a Troncon che è sempre stato il mio riferimento tecnico.  Ammiro il suo gioco e cerco di fare come lui. Specie in difesa.

-          Mediano di mischia o centro in Nazionale?

Per me è indifferente. Nella Benetton dopo l’infortunio di Tronky ho giocato prima centro e quindi mediano di mischia.”

-          Ed in azzurro come è arrivato Simon?

Mi ha mandato Picone…Scherzo!  Devo dire che non mi aspettavo la chiamata di John, sono felicissimo di far parte della rosa azzurra, mi trovo bene nell’ambiente di cui ammiro l’alto livello organizzativo dello staff. Per quanto riguarda il ruolo? pur di giocare in nazionale accetterei qualsiasi posizione.”

Simon Picone si ritiene professionista a tutti gli effetti. Ha un diploma di Scuola Superiore Professionale. Si è perfettamente inserito a Treviso dove vive con la sua ragazza Maria Chiara.

 

Nome: Simon

Cognome: Picone

Nato a: Roma

Il: 26 settembre 1982

Altezza: 1.80m

Peso: 87kg

Club d’appartenenza: Benetton Treviso

 

UNDER 19: DUE SOSTITUZIONI PER LA SFIDA ALL’INGHILTERRA

SI GIOCA A COSENZA IL 14 FEBBRAIO

Roma –  Il Coordinatore Tecnico della Nazionale U19 Tiziano Casagrande e i CT Luca Bot e Daniele Tebaldi hanno effettuato due variazioni alla lista dei convocati per il raduno di preparazione al difficile test di sabato 14 febbraio, che vedrà gli azzurrini affrontare a Cosenza i pari età inglesi: Damin Buzaj dell’ SKG Gran Parma rileverà l’infortunato Nicola Cattina (Bassa Bresciana) mentre Giuseppe Negriolli (Safilo Petrarca Padova) rimpiazzerà Alberto Pellegrinelli (ARD Rovigo), anch’egli alle prese con problemi fisici.

Il raduno avrà inizio l’8 febbraio e si concluderà il 14, al termine dell’incontro con l’Inghilterra. Questa la lista dei convocati:

 

BENETTI (ARD Rovigo), BERTETTI (Modul Block Udine), BISCEGLIE (Lofra Mirano), BRESSONS (ARD Rovigo), BUZAJ (SKG Gran Parma), CAGNONI (Ghial Calvisano), CANALE (Benetton Treviso), CANDIAGO (Benetton Treviso), CHINELLATO (Benetton Treviso), COMELATO (Lofra Mirano), DE GENNARO (R.C. Sammaritano), FORCUCCI (Conad L’Aquila), GOBBO (Benetton Treviso), LORENZINI (U.R. Capitolina), LUCCHESE (Benetton Treviso), MICHELINI (Modena Rugby), MUCCIGNAT (Modul Block Udine), NEGRIOLLI (Safilo Petrarca Padova), PATRIZIO (San Marco Mogliano), PEDRETTI (Lazio&Primavera), PELIZZARI (Benetton Treviso), PETTINARI (Ghial Calvisano), PRATICHETTI (U.R. Capitolina), RUSSO (Rugby Benevento), SUTTO (Benetton Treviso), VICERE’ (Rugby Benevento).

 

LE SANZIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

Roma – Queste le sanzioni adottate dal Giudice Sportivo in merito alle gare dello scorso week-end:

 

SERIE A

2 gare di squalifica a Biagio Barrigella (Benevento Rugby)

2 gare di squalifica a Rocco Catillo (Benevento Rugby)

 

SERIE B

2 gare di squalifica a Gianluigi Savarese (CUS Catania)

1 gara di squalifica a Enrico De Angelis (Rieti Rugby)

1 gara di squalifica a Sebastian Perata (CUS Milano)

1 gara di squalifica automatica a Cristiano Sturlini (Rugby Cecina)

1 gara di squalifica automatica a Esteban Torres (Rugby Lumezzane)

 

UNDER 19

1 gara di squalifica a Cristian Beneti (ARD Rovigo)

1 gara di squalifica automatica a Francesco Pompili (Frascati)

1 gara di squalifica automatica a Riccardo Rossi (Lazio&Primavera)

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl