6 NAZIONI: KIRWAN, IL GIORNO DOPO. "C'E' DA LAVORARE MA LA STRADA E' QUELLA GIUSTA"

Allegati

16/feb/2004 18.46.42 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Roma, 16 febbraio

 

6 NAZIONI: KIRWAN, IL GIORNO DOPO

“C’E’ DA LAVORARE MA LA STRADA E’ QUELLA GIUSTA”

Roma – All’indomani della sconfitta con l’Inghilterra nella prima giornata del 6 Nazioni John Kirwan, CT della Nazionale Italiana, analizza a freddo e con grande serenità, dai saloni dell’Hotel Summit, quartier generale degli Azzurri, l’incontro che ieri pomeriggio ha visto i Campioni del Mondo superare l’Italia, al Flaminio di Roma, con lo score finale di 9-50.

Questa mattina ho rivisto la partita tre volte – esordisce Kirwan – e posso dire che, dal punto di vista tecnico, quella vista ieri è stata per lunghi tratti la miglior difesa mai messa in campo dall’Italia. Soltanto nella fase finale della gara sono emersi i tanti errori individuali che hanno reso il nostro passivo più pesante di quello che avremmo effettivamente meritato.

Sono meno soddisfatto – prosegue l’ex ala della Nuova Zelanda, che oggi ha ricevuto in albergo la visita del celebre tallonatore Sean Fitzpatrick, suo compagno con la maglia degli All Blacks -  del nostro gioco d’attacco: siamo riusciti a imbastire qualche buona iniziativa ma non siamo mai riusciti a concretizzare in meta. Ho visto poca profondità da parte dei nostri trequarti, partiti spesso da una posizione troppo “piatta”, ma credo anche che, in fase offensiva, ci sia stata fischiato contro qualche fallo troppo veniale. Niente recriminazioni, comunque: abbiamo commesso molti errori individuali, sbagliato molti passaggi, giocato poco al piede. C’è ancora da lavorare, ma resto convinto dei grandi margini di crescita di questa Italia: una squadra giovane che ieri pomeriggio, in più di un’occasione, ha saputo mettere in affanno la difesa dei Campioni del Mondo”.

Il CT Azzurro sembra comunque aver metabolizzato la sconfitta e guarda già alla partita di sabato: giovedì la Nazionale volerà a Parigi dove sabato, allo Stade de France, affronterà nel secondo turno del Torneo la Francia di Bernard Laporte, vittoriosa nella gara d’esordio contro l’Irlanda: “Sono convinto che, contro la Francia, giocheremo una partita molto diversa da quella di ieri. Ho visto Francia-Irlanda, sabato, e i coqs mi hanno fatto un’ottima impressione ma, se sapremo portare su di loro la giusta pressione e riusciremo ad ovviare agli errori commessi contro l’Inghilterra, potremo giocare un grande incontro”.

Stamane il gruppo azzurro si è ritrovato in piscina, agli ordini del fitness trainer Pascal Valentini, per una sessione defatigante, mentre il pomeriggio è stato dedicato alla visione e all’analisi della partita di ieri.

Domani, in mattinata, la Nazionale tornerà ad allenarsi sul campo dell’Acqua Acetosa ed effettuerà la consueta seduta di potenziamento muscolare al pomeriggio: programma analogo per la giornata di mercoledì, mentre giovedì l’Italia lascerà Roma per volare a Parigi.

Il reparto infermeria, il giorno dopo il duro scontro fisico contro i Campioni del Mondo, non è particolarmente affollato: il Dottor Ieracitano e i fisioterapisti Fossati e Zaffalon, archiviati rapidamente i problemi di routine, hanno lavorato in particolar modo sulla caviglia del centro della Benetton Treviso Manuel Dallan, che ha riportato ieri una distorsione di primo grado alla caviglia destra. Lo staff medico è riuscito, con un tempestivo intervento, a scongiurare la creazione dell’edema ma solo mercoledì pomeriggio si potrà sapere qualcosa di più sui tempi di recupero.

 
NOTA PER LE REDAZIONI
PROGRAMMA AZZURRO DAL 17 AL 21 FEBBRAIO

Roma – Questo il programma della Nazionale Italiana per la settimana d’avvicinamento a Francia – Italia, seconda giornata dell’RBS 6 Nazioni 2004 in programma allo Stade de France di Parigi-St.Denis sabato 21 febbraio alle ore 15.00:

- Martedì 17 febbraio

ore 10.00 Allenamento sul campo dell’ Acqua Acetosa

ore 13.00 Incontro Stampa con John Kirwan presso l’Hotel Summit (Via della Stazione Aurelia 99). Giocatori a richiesta previo contatto con Giacomo Mazzocchi 335.7493271/Andrea Cimbrico 335.8127213

ore 16.00 Allenamento in Palestra

- Mercoledì 18 febbraio

ore 10.00 Allenamento sul campo dell’ Acqua Acetosa

ore 13.00 Incontro Stampa con John Kirwan presso l’Hotel Summit (Via della Stazione Aurelia 99). Giocatori a richiesta previo contatto con Giacomo Mazzocchi 335.7493271/Andrea Cimbrico 335.8127213

ore 16.00 Allenamento in Palestra

- Giovedì 19 febbraio

ore 11.00 Conferenza Stampa presso l’Hotel Summit (Via della Stazione Aurelia 99) con il Commissario Tecnico John Kirwan, il Team Manager Marco Bollesan e il Capitano Andrea De Rossi. Annuncio della formazione per la partita di sabato 21 contro la Francia.

ore 12.00 Partenza dall’Hotel Summit e trasferimento all’Aeroporto di Roma Fiumicino

ore 14.00 Partenza da Roma Fiumicino per l’Aeroporto Charles de Gaulle di Parigi

ore 16.00 Arrivo a Parigi e trasferimento all’Hotel La Renaissance (60 Jardin de Valmy Boulevard Circulaire No. 7 Paris La Defense, Tel. 0033141975050).

-Venerdì 20 febbraio

In mattinata (orario da concordare) “captain’s run” allo Stade de France di Parigi-St.Denis.

ore 13.00 Conferenza Stampa presso l’Hotel La Renaissance (60 Jardin de Valmy Boulevard Circulaire No. 7 Paris La Defense, Tel. 0033141975050) con il CT John Kirwan e gli Assistant Coach.

Sabato 21 febbraio

Ore 15.00 calcio d’inizio Francia - Italia

 

UNDER 18: NEL “4 NAZIONI” SUCCESSO AL PRIMO TURNO

LA SPAGNA U19 PRIMA REGGE, POI CROLLA 31-10 (7-10)

Cardiff – E’ iniziato con un successo il cammino dell’Italia U18 di Gianluca Guidi e Mario Pavin nel tradizionale “4 Nazioni” che vedrà gli Azzurrini impegnati in terra gallese sino al 21 febbraio: ieri, a Tonmawr, nel primo turno del quadrangolare a cui, unitamente all’U18 Azzurra, partecipano il Galles U18, la Spagna U19 e il Portogallo U19, l’Italia ha regolato l’U19 iberica per 31-10 al termine di un incontro combattuto, che il XV italiano ha saputo tenere saldamente in mano anche dopo essere andato al riposo in svantaggio per 7-10.

In avvio di ripresa, infatti, l’Italia riusciva a riportarsi subito in vantaggio con una meta dell’ala Giampieri e a prendere definitivamente il controllo delle operazioni: una punizione e due mete dell’estremo Paolucci, trasformate dallo stesso numero 15 Azzurro, lanciavano poi l’Under 18 verso una meritata vittoria.

“Siamo partiti con il piede giusto – commenta soddisfatto il tecnico Gianluca Guidi – e in campo ho visto il giusto mix di grinta e determinazione per tutto l’incontro, anche quando la Spagna si è trovata in vantaggio”.

Mercoledì, a Pontypridd, l’Under 18 Azzurra scenderà in campo nel secondo turno del “4 Nazioni” affrontando il Portogallo U19: “Una squadra ostica e di buon livello – spiega ancora Guidi – che prenderà parte ai prossimi Mondiali di categoria e che, nelle ultime stagioni, si è sempre rivelata un’autentica bestia nera per la nostra Under18: batterli non sarà facile”.

 

ITALIA U18 – SPAGNA U19 31-10 (7-10)

Tonmawr, 15 febbraio 2004

ITALIA U18:Paolucci; Giampieri (Scarnecchia), Paoli, Ceselin, Sepe (Sgarbi); Ceccato E., Semenzato (Romei); Filippucci, Derbyshire (Barbieri), Giovanchelli; Nardi, Sola (Turyaca); Giazzon, De Michelis (Ceccato), Murri.

SPAGNA U19:Gutierrez; Fuster, Cuerca, Cerezo, Rivas (Dominguez); Trubat (Pico), Echevarria (Fernandez); Vazquez, Pelaez, Matos; Alvarez, Butaud; Gonzalez (Gonzales), Conrnejo, Martin (Poggi).

Marcatori:p.t. 23’ m. Sepe tr. Paolucci (7-0); 28’ m. Vazquez tr. Cuerca (7-7); 35’ cp. Cuerca (7-10); s.t. 4’ m. Giampieri tr. Paolucci (14-10); 16’ cp. Paolucci (17-10); 22’ m. Paolucci tr. Paolucci (24-10); 26’ m. Paolucci tr. Paolucci (31-10).

 

UNDER 25, L’ITALIA CHE VINCE

10 RINFORZI  CONTRO LA FRANCIA A

Biella -  Il rugby internazionale con l’Italia protagonista nel week end ha vissuto cinque sfide: tre perdute contro l’Inghilterra ( Nazionale Maggiore, Under 21 ed Under19) e due vinte - Under 25 ( contro l’Inghilterra Universitaria) e Under 18  (contro la Spagna Under 19 nel Quattro Nazioni di Cardiff) .

Il primo a congratularsi con Franco Bernini, coach dell’U25, è stato proprio John Kirwan che segue con interesse le vicende di questa formazione-serbatoio azzurro.

“Come si fa a battere gli inglesi?. A livello fisico  ora siamo competitivi,  ma non dobbiamo cadere nel loro gioco, altrimenti è come entrare nelle fauci di un leone. Si deve giocare con movimento, far viaggiare il pallone e tanta italica fantasia. Comunque, la  vittoria della nostra Under 25 per 25-21 non deve far montare la testa in proiezione livello assoluto.

Contro una  Inghilterra che gioca all’80 per cento devi giocare al 110 per cento, altrimenti non li batti mai. Perché rimangono tecnicamente e fisicamente più forti!”.

Comunque, – continua il tecnico lombardo – sono molto contento di questa vittoria. Ci siamo tolti un sassolino dalla scarpa. La nostra arma vincente è stato il pack che ha distrutto quello degli inglesi dall’inizio alla fine, impedendo loro di dare palloni di qualità alla linea dei trequarti che era nettamente più forte della nostra. Sono soddisfatto perchè la squadra sta raggiungendo gli obiettivi che abbiamo prefissato assieme a Kirwan: cioè di vetrina per gli ex Under 21 che non trovano sbocco nella Nazionale Maggiore, elementi che si trovano nella situazione fra Possibili e Probabili. In questo senso in chiave azzurra interessanti indicazioni sono venute per alcuni giocatori come Mandelli, Travagli ed i due Pavanello (che non sono fratelli e nemmeno parenti) Antonio ed Enrico. Con John stiamo lavorando in piena sintonia. Ci scambiamo continuamente opinioni ed indicazioni su giocatori nella massima collaborazione , anche se alla fine in campo li schiero io.

La prima telefonata di complimenti, dopo il successo di sabato, è arrivata proprio da lui, era felicissimo!”

Intanto a Biella in questi giorni di raduno la formazione Under 25 si sta trasformando in Italia A, una formazione ugualmente cadetta , ma senza limiti di età, che venerdì a Grenoble , alle 19.30, affronterà la Francia A.

I cadetti raggiungeranno la Francia nella serata di mercoledì. Il gruppo di uomini a disposizione di Bernini,intanto, si è arricchito di dieci elementi nuovi già nel giro azzurro più o meno recente:Costanzo (pilone, Benetton Treviso), Ferraro (tallonatore, Safilo Petrarca Padova) e Llanos (seconda linea, Safilo Petrarca Padova), Mazzantini (mediano di mischia, Arix Viadana) e Phillips (terza linea, Arix Viadana),  Preo (mediano di apertura, Overmach Rugby Parma) e Birchall (terza linea, Overmach Rugby Parma), Saccà (centro, SKG Gran Parma), Raineri (centro, Ghial Calvisano).  

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl