6 NAZIONI: DOMANI L'ANNUNCIO DEL XV ANTI-FRANCIA

risposto con un sorriso a chi ricordava come la Francia

Allegati

19/feb/2004 15.26.18 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 19 febbraio 2004

 

6 NAZIONI: DOMANI L’ANNUNCIO DEL XV ANTI-FRANCIA

<<DOBBIAMO DIVENTARE DEGLI “ASSASSINI”>>

Roma – Il Commissario della Nazionale Italiana di Rugby John Kirwan ufficializzerà domani da Parigi la formazione che sabato 21 febbraio alle ore 15.00 affronterà allo Stade de France (diretta su La7, telecronaca di Paolo Cecinelli e Stefano Bettarello) i padroni di casa della Francia nella seconda giornata del 6 Nazioni 2004.

Prima di partire alla volta della capitale francese Kirwan ha analizzato, nel corso di un incontro stampa tenuto all’Hotel Summit, la situazione della squadra: “Masi era uno dei giocatori più in forma e la sua assenza (infrazione muscolatura bicipite femorale destro) pesa non poco, mentre per quanto riguarda Manuel Dallan le probabilità di recupero si aggirano intorno al 99%. Oggi il giocatore ha superato il test fisico a cui lo abbiamo sottoposto ma, prima di prendere una decisione definitiva sul suo utilizzo, voglio aspettare le prossime 24 ore. Oggi, intanto, chiederò al CT della Nazionale “A” Franco Bernini di mettere in stand-by due dei suoi trequarti”. Con Masi infortunato, la maglia numero 15 di estremo verrà indossata da Roland De Marigny, al suo esordio dal primo minuto dopo l’apparizione nel secondo tempo contro l’Inghilterra: “Roland ha giocato estremo nel Super 12 e, con lui in campo insieme a Wakarua, potrò contare su due ottimi calciatori” ha commentato il tecnico Azzurro.

“Il morale della squadra – ha proseguito Kirwan -  è positivo, abbiamo capito gli errori commessi contro l’Inghilterra e abbiamo lavorato tutta le settimana per evitare di ripeterli: non dimentichiamo che  il XV della Rosa si era presentato al Flaminio con un piano di gioco ben preciso e che noi, grazie all’ottimo lavoro della difesa, abbiamo costretto Dallaglio & Co. a modificare questo piano nel corso della partita, prima di incappare nel finale in una serie di errori individuali di Jason Robinson, un fuoriclasse senza pari al mondo, ha saputo approfittare immediatamente”.

L’ex All Black ha poi discusso le presunte lacune offensive emerse contro l’Inghilterra: “Siamo riusciti a rompere la linea difensiva inglese in quattro occasioni, ben tre in più di quanto fosse riuscita a fare  l’Australia nella finale mondiale, ma non siamo riusciti a concretizzare in meta nessuna delle quattro azioni. Ci è mancata la fame di colpire e su questo dobbiamo lavorare: dobbiamo diventare degli assassini, come sono gli inglesi ”.

Infine, il CT Azzurro ha risposto con un sorriso a chi ricordava come la Francia si sentisse già sicura di portare a casa la vittoria nella partita di sabato: “Se dicono di essere pronti e più forti di noi hanno sicuramente ragione, probabilmente noi non siamo preparati per questa partita.

In ogni caso, ne riparleremo sabato sera, dopo il fischio finale”  

 

DOMANI A GRENOBLE L’ITALIA “A” AFFRONTA LA FRANCIA “A”

Grenoble - Il CT della Nazionale “A”, Franco Bernini ha comunicato al temine dell’allenamento di rifinitura di questa mattina il XV che domani a Grenoble (Stade Lesdiguiéres, ore 19.30) affronterà la Francia “A”. Rispetto alla formazione che sabato scorso a Telese ha superato l’Inghilterra Universitaria 25 – 21 (con la denominazione di Italia U.25) il CT ha apportato ben 10 cambiamenti sia per scelta tecnica che per infortunio. E’ questo il caso del capitano Matteo Mazzantini, che non partirà titolare, a causa di un leggero risentimento al ginocchio. I gradi di capitano passano al tre quarti centro Giovanni Raineri.

Questa la formazione:  15 Peens, 14 Brancoli, 3 Pozzebon, 12 Raineri (cap.), 11 Robertson; 10 Preo, 9 Travagli; 8 Phillips, 7 Birchall, 6 Mandelli, 5 Pavanello E., 4 Bezzi; 3 Nieto, 2 Ferraro, 1 Rizzo.

A disposizione: 16 Busato, 17 Brancalion, 18 Pavanello A., 19 Persico L., 20 Mazzantini, 21 Zullo, 22 Saccà.  

 

4 NAZIONI: L’ITALIA U18 BATTE IL PORTOGALLO U19

SABATO C’E’ IL GALLES

Pontypridd (Galles) – Ancora una volta un secondo tempo da incorniciare lancia l’Italia U18 di Gianluca Guidi e Mario Pavin verso un nuovo successo nel Torneo delle 4 Nazioni, in corso di svolgimento in Galles. Ieri sera, a Pontypridd, gli Azzurrini, reduci dalla vittoria sulla Spagna U19 nella prima giornata, hanno superato per 32-17 il Portogallo U19: in vantaggio dopo 5’ con una punizione del solito Paolucci, già match-winner contro la Spagna, l’Italia subiva prima una meta trasformata e successivamente un piazzato ad opera dell’apertura portoghese D’Eca prima di riuscire a pareggiare i conti, prima dell’intervallo, con una meta del pilone Murri. Paolucci centrava ancora i pali e le squadre andavano al riposo sul 10-10.

Nei primi 20’ della ripresa l’Italia apponeva una seria ipoteca sull’incontro: prima Paolucci su piazzato, poi il seconda linea Barbieri e il tallonatore Ceccato con una meta ciascuno portavano il risultato sul 25-10. Il Portogallo trovava la forza per reagire, mandava in meta il centro Reis ma veniva colpito ancora una volta a pochi minuti dalla fine dalla marcatura dell’estremo Azzurro Paoli. Paolucci, pressochè impeccabile dalla piazzola, trasformava per il 32-17 finale.

Adesso, per l’U18 Azzurra, che guida la classifica del 4 Nazioni insieme al Galles, due giorni di riposo: il gruppo capitanato dal flanker Giovanchelli tornerà in campo sabato a Dunvant, nella giornata conclusiva del Torneo, nel match contro i pari età gallesi.

Chi vince, porta a casa il 4 Nazioni 2004.

 

Pontypridd, 18 febbraio – II Turno Torneo delle 4 Nazioni

ITALIA U18 – PORTOGALLO U19 32-17 (10-10)

Italia: Sepe; Paolucci (Buso), Paoli, Ceselin, Giampieri (Selvaggio); Ceccato E. I, Semenzato; Filippucci (Baiano), Giovanchelli, Paghera; Nardi, Tyeraga (Barbieri); Giazzon, Ceccato E. II, Murri (De Michelis).

Portogallo U19: Gaspar; Mira, Reis, Alves, Serra; D’Eca, Pinto Magalhanes (D’Orey); Lopes, Machado, Preto (Sacadura); Marques, Chaines (Paiva); Junior, Taful, Bartos (Marques).

Marcatori: p.t. 5’ cp. Paolucci (3-0); 15’ m. D’Eca tr. D’Eca (3-7); 22’ cp. D’Eca (3-10); 27’ m. Murri tr. Paolucci (10-10); s.t. 10’ cp. Paolucci (13-10); 15’ m. Barbieri tr. Paolucci (20-10); 18’ m. Ceccato E. II (25-10); 31’ m. Reis tr. D’Eca (25-17); 32’ m. Paoli tr. Paolucci (32-17).

Prossimo e ultimo turno: Galles U18 – Italia U18, Dunvant, Sabato 21 febbraio.

 

ITALIA 16 “B” – SUPERATA DA WALES SCHOOLS “B” 17 - 43

Settimo Torinese – L’Italia16 “B” di Vincenzo Troiani e Massimiliano Ruggiero paga nei minuti finali la fatica e la scarsa esperienza internazionale e deve arrendersi alle Wales Schools “B” nel match giocato ieri pomeriggio a Settimo Torinese: il 17-43 finale, però, non rende giustizia agli Azzurrini, capaci di chiudere il primo tempo in svantaggio per 10-17 e di rimanere in partita sino a pochi minuti dalla fine, prima di incassare due mete che finivano per rendere il passivo più pesante del dovuto.

“Siamo comunque soddisfatti per quanto fatto vedere per quasi tutto l’incontro – commenta il Coordinatore Tecnico Gino Donatiello – e soprattutto perché, nel giro di due giorni, schiereremo per la prima volta ben 37 atleti in grado di giocare a livello internazionale: una testimonianza importante della crescita del rugby giovanile italiano”.

Oggi pomeriggio, a Parabiago (ore 16), è infatti in programma il test match tra l’Italia16 e le Wales Schools.

Settimo Torinese, 18 febbraio

ITALIA16 “B” – WALES SCHOOLS “B” 17-43 (10-17)

Italia 16 “B”: Pauletti (36’ Crotti); Martinelli, Longhin (36’ Fogagnoli), Todini, Boscolo; Vezzosi, Tebaldi (70’ Fidanza); Poggi, De Franco (36’ Duca N.,), Cialone; Pedrazzani (42’ Ponti), Pizzardi; Borsi, Forte (36’ Busato), Sciamanna.

Marcatori Italia: 20’ m. Boscolo tr. Tebaldi; 36’ cp. Tebaldi; 17’ m. Boscolo tr. Tebaldi

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl