ECCO DEL FAVA, IL FIASCONARO DEL 2000

Allegati

16/mar/2004 18.56.10 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 16 marzo 2004

ECCO DEL FAVA, IL FIACONARO DEL 2000

ESORDIO CON L’UNDER 25 GIOVEDI’ A POMEZIA

Roma – Il menù di Italia U25 – Francia Universitaria, in programma al Comunale di Pomezia giovedì 18 alle ore 18.00, si arricchisce di un nuovo protagonista e di un nuovo motivo di interesse: l’esordio di Carlo Antonio Del Fava, seconda linea cresciuta a Durban ma, come i vari Marcello Fiasconaro, Ambrogio Bona, Tito Lupini, cittadino italiano a tutti gli effetti.

Il ventiduenne colosso dell’Overmach Parma (che sfiora i due metri per un peso di 115kg di muscoli) era stato aggregato da John Kirwan al raduno romano della Nazionale Maggiore, in partenza giovedì per il doppio impegno del 6 Nazioni contro Irlanda (Dublino, 20 marzo, diretta La7 ore 14.30) e Galles (Cardiff, 27 marzo, diretta La7 ore 15.00).

Il provino deve aver dato esiti positivi giacchè Kirwan ha raccomandato al tecnico dell’U25, Franco Bernini, di inserire il giocatore nella lista dei 22 per la sfida contro la Nazionale universitaria francese, andando così a coprire la serie di forfait che avevano ridotto a 21 gli uomini a disposizione del tecnico lombardo.

Del Fava è nato il 1 luglio del 1981 a Umtata, capitale dell’ex homeland Transkey dell’etnia xhosa, da padre italiano e madre sudafricana successivamente trasferitisi a Durban.

Il padre di Del Fava è originario di Lucca, città dove tuttora risiede uno zio del giocatore.

Prima di giungere in Italia, dove attualmente gioca con l’Overmach Parma, il ventiduenne seconda linea ha indossato le maglie dell’U19 e nell’U21 dei Natal Sharks, una delle più prestigiose franchigie del Super 12, e nelle stesse categorie ha difeso i colori delle Eastern Province.

 

6 NAZIONI, PROSEGUE LA PREPARAZIONE AZZURRA

SABATO A DUBLINO SFIDA ALL’IRLANDA (diretta LA7 ore 14.30)

Roma – E’ proseguita anche oggi la preparazione degli Azzurri, che ormai John Kirwan ha incentrato sulla messa a punto degli schemi di gioco da utilizzare in occasione delle ultime due giornate del 6 Nazioni 2004 (Irlanda a Dublino il 20 marzo, Galles a Cardiff il 27 marzo): in mattinata De Rossi e compagni hanno a lungo provato i meccanismi di gioco sul campo dell’Acqua Acetosa prima di rientrare all’Hotel Summit per il consueto bagno freddo in piscina e per la seduta di potenziamento muscolare svoltasi nel pomeriggio.  Tra i giocatori più richiesti dai media continua ad esserci Fabio Ongaro, realizzatore della meta-vittoria contro la Scozia: “Nel momento in cui ho schiacciato in meta ho sentito una gioia immensa, che però è durata pochissimo: poi la mia mente, come quella di tutti i miei compagni, si è subito rivolta al prosieguo della partita. Probabilmente – prosegue il numero 2 della Benetton Treviso – se la segnatura fosse arrivata negli ultimi minuti la mia gioia sarebbe durata molto più a lungo ma, sabato, c’era ancora molto tempo davanti e la Scozia era ancora molto vicina nel risultato. Comunque – continua l’avanti veneziano – la vittoria è arrivata e tutto diventa più arudo, dal momento che saremo chiamati a confermare il successo di sabato, in un Torneo difficile come il 6 Nazioni e contro un’Irlanda che ha saputo battere fuori casa l’Inghilterra campione del mondo. Non ci sono dubbi: l’Irlanda è sicuramente la più forte degli avversari che abbiamo incontrato sino a questo momento. Non solo: non penso affatto che ci affronteranno rilassati, poiché il loro successo di Twickenham gli ha spalancato la chance di aggiudicarsi il 6 Nazioni 2004. Infatti ho i miei dubbi che la Francia, anche se in casa, superi l’Inghilterra all’ultima giornata e prevedo che si possa arrivare con tre squadre (Francia, Inghilterra e Irlanda) a pari punti alla fine del Torneo. A quel punto conterebbe la differenza punti ed è per questo che contro di noi l’Irlanda attaccherà per realizzare il massimo del punteggio. Questa settimana abbiamo lavorato molto sull’attacco, ma sempre con un occhio di riguardo alla difesa. Se riusciremo a difendere bene e non lasciare spazio agli irlandesi potremo trovare modo e spazi per segnare noi più di loro, contro una squadra innervosita”.

6 NAZIONI UNDER 21

IL XV DI CAVINATO PREPARA IRLANDA E GALLES
Calvisano -  La Nazionale Italiana Under 21 del CT Andrea Cavinato e dell’Assistant Coach Arturo Bergamasco lascerà domani il ritiro di Calvisano e, da Milano, volerà a Dublino per poi raggiungere in pullman la cittadina di Limerick dove, venerdì sera alle 19.30 locali (le 20.30 in Italia), gli Azzurrini affronteranno al Thomond Park i pari età dell’Irlanda nella quarta giornata del 6 Nazioni di categoria.

Dopo la sfortunata sconfitta di misura subita a Biella il 5 marzo contro la Scozia U21 (38-41 il risultato finale), il XV Azzurro sarà chiamato a un’altra, impegnativa sfida contro i pari età in verde smeraldo a cui seguirà, venerdì 26, la partita conclusiva del 6 Nazioni U21: l’Italia sarà infatti di scena sul campo di Ebbw Vale contro i pari età gallesi, ultimo test match ufficiale prima dei Mondiali U21 in programma a giugno in Scozia.

Tutti i 22 Azzurri convocati dal CT Cavinato si sono regolarmente presentati al raduno con la sola eccezione del prima linea dell’U.R. Capitolina Giuseppe Cerqua che, infortunato, è stato sostituito da Marco Coletti, pilone dell’Overmach Parma.

 

LE PROSSIME SFIDE DELL’ ITALIA UNDER 21

Limerick, 19 marzo

IRLANDA U21 – ITALIA U21

Ebbw Vale, 26 marzo

GALLES U21 – ITALIA U21

 

UNDER 19 DA VENERDI’ A ROMA PER PREPARARE IL MONDIALE

Roma – Partirà venerdì sera dalla Borghesiana l’avventura della Nazionale Italiana Under 19 che, dal 27 marzo, sarà impegnata a Durban in Sudafrica nei Mondiali di categoria.

Agli ordini del Coordinatore Tecnico Tiziano Casagrande e dei CT Luca Bot e Daniele Tebaldi gli Azzurrini si alleneranno a Roma nella giornata di sabato per poi partire domenica alla volta di Durban, dove proseguiranno il proprio ritiro in vista dell’esordio nel Mondiale, previsto per sabato 27 marzo contro il Galles sul campo della Glenwood High School.

Nel secondo appuntamento il XV capitanato dal flanker Lorenzini affronterà invece gli Springboks sudafricani, padroni di casa e tra i candidati alla vittoria finale, prima di concludere il primo turno il 4 aprile nella riproposizione del test-match giocato a Roma la scorsa settimana contro la Scozia e perso per 0-15 al termine di una prestazione che aveva comunque visto l’Under 19 Azzurra lottare alla pari per tutto l’incontro.

Al termine del primo turno, in base ai risultati ottenuti e al piazzamento nella classifica complessiva formata dalle 12 squadre partecipanti al Mondiale (Sudafrica, Argentina, Galles, Italia, Francia, Scozia, Nuova Zelanda, Irlanda, Inghilterra, Georgia, Giappone e Australia) la Nazionale di “Titta” Casagrande affronterà, secondo la classica formula del Mondiale Under 19 (la prima classificata contro la quarta, la seconda contro la terza, la quinta contro l’ottava e così via) una sorta di semifinale che determinerà a quale degli incontri validi per garantirsi il piazzamento finale gli Azzurrini potranno accedere.

 

CAMPIONATO UNDER 19, POSTICIPATA LA FASE FINALE

Roma – Il Presidente della Federazione Italiana Rugby Giancarlo Dondi, vista l’eccezionalità degli eventi atmosferici negativi che hanno determinato una lunga serie di rinvii nel Campionato Under 19 (Girone 1 e Girone 2) e vista la non disponibilità di quasi tutte le squadre iscritte al Campionato stesso di recuperare infrasettimanalmente le partite sospese delibera lo spostamento delle fasi finali del Campionato Under 19, modificando la struttura del calendario come di seguito riportato:

 

9 maggio e 16 maggio 2004: date di recupero

23 maggio 2004: barrage

30 maggio 2004 e 6 giugno 2004: semifinali

13 giugno 2004: finale

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl