La Lazio Rugby deve cedere contro L'Aquila

La Lazio Rugby deve cedere contro L'Aquila Roma 3 Novembre 2008 www.laziorugby.it Lazio Rugby Vs L'Aquila Rugby 0-30 La grande sfida tra le prime due della classifica, L'Aquila e Lazio si è risolta in un monologo degli abruzzesi che, con un 30-0 che si commenta da solo, hanno lasciato l'Acquacetosa con 4 punti in piu' e si sono confermati al primo posto della classifica.

13/nov/2008 13.04.32 Pol. S.S. Lazio Rugby 1927, Sez. Rugby della Lazio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Roma 3 Novembre 2008                                                                                                                                                                                                www.laziorugby.it



                                                                                                      Lazio Rugby Vs L'Aquila Rugby 0-30



La grande sfida tra le prime due della classifica, L’Aquila e Lazio si è risolta in un monologo degli abruzzesi che, con un 30-0 che si commenta da solo, hanno lasciato l’Acquacetosa con 4 punti in piu' e si sono confermati al primo posto della classifica. E i ragazzi di Eugenio? Qualche errore di troppo, che in una partita del genere si paga subito; così Agustin Sulpis sbaglia tre piazzati non facilissimi ma neanche proibitivi, qualcuno sbaglia un placcaggio, qualcun altro invece di buttarsi su una palla vagante prova un assist calcistico e, se ci mettiamo anche le assenze di Alfredo De Angelis e di Edoardo Bonavolontà, abbiamo un quadro del pomeriggio bianco-celeste. Dall’altra parte una Squadra strutturata per vincere il Campionato, una difesa asfissiante, un ordine e una disciplina che non si ricordavano nella Squadra abruzzese e la capacità di sfruttare ogni errore avversario. Questa è stata la partita di cartello della quinta giornata. D’altra parte, se è vero che 30 punti a 0 sono tanti, è anche vero che mentre l’Aquila ha dichiarate ambizioni di vittoria finale, la Lazio non ne ha. Dunque, alla fine, i favoriti battono l’outsider, i finalisti dello scorso Campionato, vanno a vincere in casa della neopromossa. Non fa una piega. Dopo la sosta di domenica prossima, per la Lazio scivolata al terzo posto, l’occasione di riscatto si chiama Giunti Firenze, a Firenze. Una Squadra ostica, come ostico è il suo campo. Ma attenzione, dura o no, difficile o no, a Firenze si dovrà vedere la vera Lazio, quella che ha battuto il Prato, quella che lo scorso anno è arrivata a giocarsi, tra le meraviglia di tutti, un Super 10, un risultato che fino a un anno prima era follia solo sognare.



MANTOVANI LAZIO RUGBY -L’AQUILA = 0-30 (0-16)

Lazio: Lorenzotti; Sepe, Sulpis, Evans (27’ st Bruni), Vodo; Gargiulo (27’ st Bruni), Brandizzi; Mannucci (cap) (27’ st Di Laura Frattura), Petillo, Mallet (16’ st Nardi); Zamboni , Popmayer; Pettinari (16’ st Garfagnoli), Jimenez , Cannone (25’ st Lorenzini). All. Eugenio.

L’ Aquila: Peens (42’ Carpente); Santillo, Pallotta, Varrella, Paolucci; Sweeney, Fidanza (40’ st Hostiè); Corolenco (25’ st Tagliavento), Cerasoli (37’ st De Gennaro) , Cialone; Siddons, Hodge; Lombardi, Comperti, Sebastiani. All. Cavallo.

Marcatori: p.t. 20’ c.p. Peens (0-3), 25’ c.p. Peens (0-6), 33’ drop Sweeney (0-9), 40’ m. Pallotta, tr. Peens (0-16); s.t. 8’ m. Santillo tr. Peens (0-23), 27’ m. Cialone tr. Peens (0-30).

Arbitro: Pasquin di Rovigo. Note: giallo Pettinari (Lazio) e ad atleta de L'Aquila.



----------------------------------------------------

Visitate il nostro sito www.laziorugby.it




 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl