IL BOOM DEL RUGBY FEMMINILE ''UN AUMENTO DEL 300%''

femminile italiano: nonostante il rugby in rosa sia, in Italia,

Allegati

22/apr/2004 18.38.59 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 22 aprile 2004

 

IL BOOM DEL RUGBY FEMMINILE

“UN AUMENTO DEL 300%”

Roma – A 72 ore dal calcio d’inizio della finalissima del Campionato di Serie A femminile, che domenica a San Donà di Piave (ore 15.30) metterà di fronte le campionesse in carica della Benetton Treviso e il XV del Riviera del Brenta, si è svolta oggi a Roma, presso la Sede Federale, la conferenza stampa “Il Momento del rugby femminile, tra Campionato ed Europei”.

A dare il benvenuto alla folta rappresentanza di giornalisti e alle atlete della Nazionale e di molte Società italiane, il Presidente della FIR Giancarlo Dondi, il Consigliere Federale Enore Bagatin, l’allenatore della Nazionale Femminile Andrea Cococcetta e il Coordinatore Federale Giuseppe Lusi, responsabile del Settore.

Il Presidente Dondi ha evidenziato i grandi progressi compiuti dal movimento femminile italiano: nonostante il rugby “in rosa” sia, in Italia, un fenomeno piuttosto recente, la Nazionale Femminile ha mosso negli ultimi anni importanti passi avanti, testimoniati dall’inserimento delle Azzurre tra le prime 8 rappresentative Nazionali al mondo.

“Il rugby femminile – ha spiegato il Presidente Dondi – rappresenta un fenomeno da assecondare attraverso gli sforzi della Federazione, consolidandolo con strutture ed investimenti. Sono convinto – ha proseguito Dondi – che grazie a questo impegno il rugby femminile non tarderà ad ottenere risultati di prestigio”.

“Ad ogni modo il primo traguardo da conseguire, per il nostro movimento, non sono i successi a livello internazionale, bensì garantire una risposta adeguata alla sempre crescente domanda di rugby femminile proveniente da tutte le Regioni italiane”.

Il Responsabile del Settore, Giuseppe Lusi, ha poi analizzato l’eccezionale incremento di tesserate registrato nell’ultimo quadriennio: il numero di atlete FIR, infatti,  è passato dalle 478 della stagione 2000/2001 alle 2111 della stagione attualmente in corso, con un incremento nell’ultimo anno del 300%. Il secondo, fondamentale dato sottolineato da Lusi è la nascita di un movimento giovanile “in rosa” che, nella stagione 2003/2004, può contare su ben 1700 giovani tesserate: “Proprio da questi numeri – ha spiegato Lusi – dobbiamo partire per raggiungere, nel prossimo quadriennio, gli obiettivi che ci siamo preposti: nel 2008 le tesserate dovranno essere 5000 e, al fianco della Nazionale Maggiore, dovremo avere un’Under 20, una Nazionale Seven e una Nazionale U17”.

Adesso, per il rugby femminile italiano, tre settimane colme di appuntamenti importanti: dopo la finale scudetto di domenica, infatti, le Azzurre di Cococcetta saranno impegnate a Tolosa nei Campionati Europei FIRA.

Esordio impegnativo, il 2 maggio, contro le vice-campioni del mondo dell’Inghilterra.

 

TOUR ESTIVO AZZURRO IN ROMANIA E GIAPPONE

DESIGNATI GLI ARBITRI PER I DUE TEST DELL’ITALIA

Roma – L’International Board ha reso note le designazioni arbitrali per le partite internazionali in programma nel periodo estivo.

Interessata anche l’Italia, che tra giugno e luglio sarà impegnata nel tour il Romania e Giappone.

Gli Azzurri affronteranno a Bucarest, il 26 giugno, il test con la Romania per poi volare in Giappone dove, il 30 giugno, a Osaka, affronteranno dapprima il Giappone “A” in un “no-cap match” per poi concludere il tour a Tokyo, il 4 luglio, con il test match contro il Giappone.

Queste le terne arbitrali designate per i due test match dell’Italia:

 

Bucarest, 26 giugno

ROMANIA – ITALIA, arb. Dickson (Scozia); G.d.L. Owens (Galles), Changleng D. (Scozia)

Tokyo, 4 luglio

GIAPPONE – ITALIA, arb. Whitehouse (Galles); G.d.L. Bray (Nuova Zelanda), Bowden (Australia)

 

A DE SANTIS STATI UNITI – FRANCIA DEL 3 LUGLIO

Roma – Giulio De Santis è stato designato dall’IRB per dirigere il 3 luglio, a New Haven (Philadelphia) il test match internazionale USA – Francia, incontro inserito nel tour estivo dei coqs di Bernard Laporte, freschi di Grand Slam nel 6 Nazioni 2004.

De Santis è stato inoltre inserito dall’IRB nel “Panel B” degli arbitri internazionali, entrando così a far parte del novero dei 24 migliori direttori di gara del mondo.

Il direttore di gara romano è stato inoltre designato, in veste di guardalinee, per il big-match Sudafrica-Irlanda, in programma a Bloemfontein il 12 giugno, mentre una settimana più tardi, a Città del Capo, nel secondo test tra gli Springboks e il XV capitanato da Brian O’Driscoll, De Santis sarà il TMO (Television Match Officer).

Il livello d’eccellenza raggiunto a livello internazionale dalla classe arbitrale italiana è testimoniato dall’inserimento nel “Panel C” di Carlo Damasco, che è stato designato per i due test match che tra il 13 e il 19 giugno metteranno di fronte i vice-campioni del mondo dell’Australia e la Scozia: il 13 giugno, a Melbourne, Damasco siederà in cabina di regia in qualità di TMO mentre a Sydney, sei giorni più tardi, l’arbitro napoletano sarà in campo per assistere, come guardalinee, il direttore di gara sudafricano Mark Lawrence.

Infine, nel Panel A degli Assessor, è stato inserito Giovanni Romano, designato per la grande sfida di Twickenham del 30 maggio tra Inghilterra e Barbarians.

 

GLI ARBITRI ITALIANI PER I TOUR ESTIVI
Twickenham, 30 maggio          INGHILTERRA – BARBARIANS - Giovanni Romano (Assessor)

Bloemfontein, 12 giugno            SUDAFRICA – IRLANDA – Giulio De Santis (Guardalinee)

Melbourne, 13 giugno                AUSTRALIA – SCOZIA – Carlo Damasco (TMO)

Città del Capo, 19 giugno           SUDAFRICA – IRLANDA – Giulio De Santis (TMO)

Sydney, 19 giugno                     AUSTRALIA – SCOZIA – Carlo Damasco (Guardalinee)

New Haven, 3 luglio                 USA – FRANCIA – Giulio De Santis (Arbitro)

Toronto, 10 luglio                      CANADA – FRANCIA – Giulio De Santis (Guardalinee)

 

LE SANZIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

Roma – Queste le sanzioni adottate dal Giudice Sportivo in merito agli incontri di campionato disputate nel week-end:

SERIE A

2 giornata di squalifica a Richard Brant OLIVER (Rugby Lyons Piacenza)

1 giornata di squalifica a Carmelo MATTEI (I Cavalieri Prato); Paolo SARNO (Rugby benevento)

SERIE B

4 giornate di squalifica a Cristiano STURLINI (Rugby Cecina).

3 giornate di squalifica a Vincenzo BONANNO (CUS Catania)

2 gare di squalifica a Giovanni GRIMALDI (CUS Milano); Alessandro MAGGIORE (Casale);  Marcello MONETTI (CUS Milano); Giulio NICOLETTI (ASR Milano); Gianluca ZANON (Rugby Alpago)

1 gara di squalifica a Michele BASSAN (Rugby Monselice); Ivan LOMI (Rugby Fiorenzuola); Luca SERRA (Rugby Ospitaletto)

UNDER 21

4 gare di squalifica a Gianluca FIGURELLI (Conad L’Aquila)

2 gare di squalifica a Antonio MAIO (Overmach Rugby Parma)

UNDER 19

4 gare di squalifica a Nicolò BASSI (Benetton Treviso)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl