SERIE A, PIACENZA E CATANIA LANCIANO LA SFIDA PROMOZIONE

Allegati

13/mag/2004 18.33.01 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roma, 13 maggio 2004

 

SERIE A: PIACENZA E CATANIA LANCIANO LA SFIDA PROMOZIONE

PER GLI EMILIANI 17 SUCCESSI CONSECUTIVI IN REGULAR-SEASON

Roma – Parte domenica alle 15.30, dal “Beltrametti” di Piacenza, la volata finale per la promozione dalla Serie A al Super 10: dopo le 18 giornate di stagione regolare saranno l’Amatori Catania e il Piacenza 1947 a contendersi, con la formula del doppio confronto, il passaggio nella massima categoria.

L’Amatori Catania, allenato dall’ex Azzurro Orazio Arancio, che nel XV siciliano continua a rivestire anche il ruolo di flanker, si presenta alla finale promozione dopo aver chiuso al primo posto nel Girone A con 70 punti, 14 vittorie e 4 sconfitte e al termine di una serrata lotta a tre con U.R. Capitolina e Amatori Alghero, mentre la formazione emiliana, la cui guida tecnica è affidata a Claudio Franchi, archiviata la sconfitta di misura nella prima giornata contro il Venezia Mestre, ha inanellato un’impressionante sequenza di 17 successi consecutivi, aggiudicandosi la prima piazza del Girone B con 82 punti e staccando proprio i lagunari, principale avversario degli emiliani per tutta la stagione, di cinque lunghezze.

Una doppia sfida, quella tra emiliani e siciliani, che si preannuncia dunque all’insegna del grande equilibrio, con il Piacenza solo parzialmente favorito dal sorteggio che le ha assegnato il vantaggio del campo nella gara d’andata (ritorno al “Santa Maria Goretti” di Catania, sempre alle 15.30, domenica 23 maggio).

Anche secondo il tecnico catanese Arancio gli emiliani partono in lieve vantaggio, con gli isolani, già promossi l’anno passato dalla Serie B, a recitare il ruolo di outsider: “Il Piacenza è un’ottima squadra, allestita espressamente per centrare la promozione in Super 10 ed è reduce da un cammino in stagione regolare più lineare del nostro: credo che si presentino a questa doppia sfida-promozione con una maggiore freschezza atletica. Inoltre – prosegue l’ex Azzurro – il Piacenza ha sfiorato la promozione nelle ultime due stagioni, classificandosi al secondo posto: in ogni caso – conclude Arancio – il Catania salirà in Emilia per vincere e per chiudere la pratica al “Goretti” la prossima settimana, quando potremo contare anche sul nostro pubblico, sempre presente in massa, con punte di oltre 3000 spettatori, durante le nostre partite interne, e capace di fare la differenza”.

 

IL CAMMINO DELL’AMATORI CATANIA (Girone A)

I giornata:San Marco Mogliano – Amatori Catania 19-22; II giornata: Amatori Catania – Reggio Emilia 20-6; III giornata: Amatori Catania – Rugby Silea 36-3; IV giornata: U.R. Capitolina – Amatori Catania 21-12; V giornata: Amatori Catania –Rugby Benevento 28-26; VI giornata: Amatori Alghero – Amatori Catania 21-28; VII giornata: Amatori Catania – Med Italia Recco 27-17; VIII giornata: Botticino R.U. – Amatori Catania 28-26; IX giornata: Amatori Catania – Rugby Paese 70-14; X giornata: Amatori Catania – San Marco Mogliano 31-11; XI giornata: Reggio Emilia – Amatori Catania 24-18; XII giornata: Rugby Silea – Amatori Catania 59-17; XIII giornata: Amatori Catania – U.R. Capitolina 19-3; XIV giornata: Rugby Benevento – Amatori Catania 20-32; XV giornata: Amatori Catania – Amatori Alghero 35-18; XVI giornata: Med Italia Recco – Amatori Catania 22-31; XVII giornata: Amatori Catania – Botticino R.U. 75-14; XVIII giornata: Rugby Paese – Amatori Catania 12-38.

 

Classifica finale Girone A: Amatori Catania 70 punti; Amatori Alghero 69; U.R. Capitolina 69; Reggio Emilia 53; Rugby Silea 51; Med Italia Recco 43; San Marco Mogliano 34; Rugby Benevento 25; Botticino R.U. 21; Rugby Paese 7.

Amatori Cataniaalla finale promozione

Rugby Paese retrocesso in serie B

 

IL CAMMINO DEL PIACENZA 1947 (Girone B)

I giornata: Venezia Mestre – Piacenza 1947 21-20; II giornata: Piacenza 1947 – CUS Firenze 69-10; III giornata: Lyons Piacenza - Piacenza 1947 23-35; IV giornata: Piacenza 1947 – San Donà 48-5; V giornata: Lazio&Primavera - Piacenza 1947 12-14; VI giornata: Piacenza 1947 – I Cavalieri Prato 24-14; VII giornata: Rugby Badia - Piacenza 1947 7-54

VIII giornata: Rugby Modena - Piacenza 1947 17-62; IX giornata: Piacenza 1947 – Rugby Mirano 53-7; X giornata: Piacenza 1947 – Venezia Mestre 36-11; XI giornata: CUS Firenze - Piacenza 1947 12-67; XII giornata: Piacenza 1947 – Lyons Piacenza 50-31; XIII giornata: San Donà – Piacenza 1947  5-33; XIV giornata: Piacenza 1947 – Lazio&Primavera 68-0; XV giornata: I Cavalieri Prato - Piacenza 1947 17-25; XVI giornata: Piacenza 1947 – Rugby Badia 122-8; XVII giornata: Piacenza 1947 – Rugby Modena 80-18; XVIII giornata: Rugby Mirano - Piacenza 1947 11-52.

 

Classifica finale Girone B:Piacenza 1947 82 punti; Venezia Mestre 77; I Cavalieri Prato 58; CUS Firenze 45; Rugby Modena 45; Lazio&Primavera 38; Rugby Mirano 36; Rugby San Donà 31; Lyons Piacenza 25; Rugby Badia 14.

Piacenza 1947 alla finale promozione

Rugby Badia retrocesso in Serie B

 

PIACENZA E CATANIA: NUMERI A CONFRONTO

PER GLI EMILIANI OLTRE 50 PUNTI A PARTITA

A seguire, un breve riepilogo statistico relativo alla stagione regolare di Piacenza 1947 e Amatori Catania, impegnate domenica nella gara d’andata della finale promozione di Serie A: i numeri sembrano dare ragione alle valutazioni espresse dal tecnico dei siciliani, Orazio Arancio, che assegna al Piacenza il ruolo di favorita per la doppia sfida promozione e al “suo” Catania quello di outsider. Il Piacenza, con 912 punti in 18 partite, una media di oltre 50 punti a gara e ben 124 mete realizzate (una media di quasi 7 mete ad incontro), vanta il miglior attacco di tutta la Serie A e può contare anche sulla miglior difesa, capace di subire appena 229 punti (12,6 a partita). L’Amatori Catania, con 565 punti messi a segno (31,3 a partita), si presenterà a Piacenza con il terzo miglior attacco dei due gironi di A (il secondo è quello del Venezia Mestre, che con 571 punti ha segnato appena 6 punti più degli isolani) ma con ben 338 punti subiti (18,7, quinta difesa). Cospicuo, ma comunque distante da quello del Piacenza, il numero di mete realizzate da Amore e compagni. Il Catania, infatti, è andato per 76 volte al di là della linea di meta avversaria (4,2 volte a gara): solo Piacenza (124) e Venezia Mestre (84) hanno fatto di meglio.

L’ultimo dato, infine, riguarda le strisce vincenti inanellate da Piacenza e Catania nel corso della stagione: anche qui i numeri sono per gli uomini di Franchi, che dopo lo stop all’esordio stagionale contro il Venezia Mestre hanno vinto le restanti 17 partite. L’Amatori Catania, al contrario, non è mai andato oltre a un a serie di 6 successi consecutivi (dalla XIII alla XVIII giornata).

 

Squadra
G

V

P

Punti fatti

Punti subiti

Diff.

Mete fatte

Mete subite

Piacenza

18

17

1

912

229

+683

124

27

Am. Catania

18

14

4

565

338

+227

76

39

 

LE SANZIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

Roma – Queste le sanzioni adottate dal Giudice Sportivo in merito alle gare di Super 10, U19 e Serie B disputate lo scorso fine settimana:

 

SUPER 10

1 gara di squalifica a Alexander AINLEY (Overmach Rugby Parma)

SERIE B

2 gare di squalifica a Daniele BATTAGIN (Rugby Casale)

2 gare di squalifica a Francesco CREANZA (CUS Genova)

2 gare di squalifica a Enrico DE ANGELIS (Rugby Rieti)

2 gare di squalifica a Simone MORGANTI (Rugby Cecina)

2 gare di squalifica a Alessandro SAGRAFENA (Rugby Frascati)

1 gara di squalifica a Javier Fernando ALFONSO (Chicken Cus Milano)

1 gara di squalifica a Cristiano MAGRINI (Rugby Jesi)

1 gara di squalifica a Massimiliano MORATTINI (CUS Genova)

1 gara di squalifica a Luca PINARELLO (Rugby Tarvisium)

1 gara di squalifica a Federico Alejandro SASOWSKI (CUS Verona)

1 gara di squalifica a Giuseppe SCHIRALDI (Rugby Frascati)

UNDER 19

3 gare di squalifica a Alberto PINO (U.R. Sannio)

2 gare di squalifica a Giovanbattista NERI (SKG Gran Parma)

2 gare di squalifica a Enrico BALLARIN (Venezia Mestre)

 

PLAY-OFF CAMPIONATO UNDER 19:

BENETTON, CAVALIERI PRATO, CONAD L’AQUILA E CAPITOLINA

QUALIFICATE PER IL BARRAGE DEL 23 MAGGIO

Roma – Il Giudice Sportivo della FIR ha omologato le ultime gare del Campionato Under 19 Gruppo 1, disputate lo scorso 9 maggio, ed  ha reso nota la classifica finale della regular season.

Benetton Treviso con 78 punti e I Cavalieri Prato con 62 sono risultate prima e seconda classificata nel Girone A; nel barrage per l’acceso alle semifinali play-off del 23 maggio affronteranno rispettivamente  la 1° classificata del Torneo delle Alpi e la 1° classificata del Trofeo della Serenissima.

La classifica del girone B, invece, vede al primo posto il Conad L’Aquila ed al secondo l’Unione Capitolina. Entrambe le squadre hanno totalizzato 79 punti ma in virtù della “maggiore differenza attiva negli scontri diretti”, gli aquilani si sono assicurati la prima posizione e nel barrage del 23 maggio affronteranno la 1° classificata del Torneo degli Appennini, mentre i capitolini affronteranno la vincente del Trofeo dei Tre Mari.

I nomi delle vincitrici dei quattro tornei interregionali del Gruppo 2 U.19 si conosceranno entro domenica 16 maggio quando si saranno conclusi i tornei.

 

CAMPIONATO ITALIANO BEACH RUGBY:

PRESENTATA LA VII° EDIZIONE

Udine  - Il prossimo 5 giugno a Rieti prende il via ufficialmente la 7a edizione del Campionato Italiano di Beach Rugby. La formula rispecchia quella dello scorso anno: 11 tappe ed un Master Finale per l'assegnazione del titolo di Campione d'Italia 2004.

Per ogni tappa è previsto un massimo di 8 squadre partecipanti alle quali verrà assegnato un punteggio in base alla classifica finale. Alla fine degli 11 tornei, i primi dieci della classifica generale a punti si qualificheranno per il master finale del 24-25 luglio ad Alba Adriatica (Teramo).

La novità rispetto alle passate edizioni riguarda la modifica apportata al regolamento di gioco: al fine, infatti, di dare continuità e, quindi, maggiore spettacolarità al gioco, è stato modificato il punto 1.8 del regolamento, riducendo da 3 a 2 secondi la possibilità di possesso del portatore del pallone in una fase statica.

Questo il calendario:

5 giugno  Rieti; 12 giugno Senigallia (AN); 19 giugno Cagliari; 26 giugno Maccarese (RM) e Cervia (RA); 3 luglio Torvaianica (RM) e Lido di Spina (FE); 10 luglio Anzio (RM) e Lignano Sabbiadoro (UD); 17 luglio Eboli (SA) e Fermo (AP)

Mastre finale:  24-25 luglio ad Alba Adriatica (Teramo).

 

Per maggiori dettagli sul Beach Rugby è possibile visitare il sito web della Lega Italiana di Beach Rugby al seguente indirizzo: www.beachrugby.it (e-mail info@beachrugby.it)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl