RWC UNDER 21, I 26 AZZURRI CONVOCATI...

Allegati

17/mag/2004 18.48.58 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 17 maggio 2004

 

RWC UNDER 21, I 26 AZZURRI CONVOCATI

RADUNO A TIRRENIA DAL 31 MAGGIO, POI IN SCOZIA

Roma - A meno di un mese dall’inizio dell’edizione 2004 dei Campionati Mondiali U21, in programma in Scozia a partire dall’11 giugno, il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana U21 Andrea Cavinato ha reso noti i nomi dei 26 Azzurrini convocati per prendere parte alla rassegna iridata di categoria.

Gli atleti convocati si raduneranno presso il Centro CONI di Tirrenia (Pisa) lunedì 31 maggio: il ritiro pre-mondiale si protrarra sino a mercoledì 9 giugno, quando la comitiva Azzurra lascerà l’Italia per volare in Scozia dove, due giorni più tardi, esordirà nel Mondiale affrontando al Raeburn Place di Edinburgo l’Argentina, terza nell’edizione 2003 che vide gli Azzurrini chiudere al 10° posto.

Dopo il difficile test contro i Pumas U21, Marcato e compagni scenderanno in campo a Galashiels nei due restanti incontri della prima fase affrontando prima la Francia il 15 giugno e Tonga il 19, per poi affrontare, in base ai risultati ottenuti nei primi tre incontri, le ultime due partite finali, decisive per determinare il piazzamento conclusivo.

Unica grossa novità, rispetto al 6 Nazioni di categoria del 2004, l’inserimento nella lista dei convocati dell’ala del Safilo Petrarca Padova Riccardo Gaffo, alla sua prima convocazione assoluta con la Nazionale U21: “Gaffo non era mai stato selezionato prima ma quest’anno, in Super Ten, è stato spesso utilizzato dal Petrarca e mi è sembrato giusto dargli la possibilità di mettersi in mostra anche con la Nazionale” ha detto Cavinato.

“Ho già contattato i vari atleti visionati all’ultimo raduno di Tabiano e che non sono stati selezionati per il Mondiale per spiegare loro le mie scelte” ha aggiunto il tecnico trevigiano, che alla rassegna iridata scozzese presenterà ben 15 atleti al loro primo anno in Under 21.

Questi gli atleti convocati da Andrea Cavinato per il raduno di Tirrenia e per i Mondiali U21:

 

Michael ALDRIDGE (Arix Viadana), Rocco ASSANDRI (SKG Gran Parma), Robert BARBIERI (Overmach Rugby Parma), Alessio BATTISTI (Unione Rugby Capitolina), Mirco BERGAMASCO (Stade Francais), Andrea BERGAMINI (Ghial Calvisano), Valerio BERNABO’ (Lazio&Primavera), Giuseppe CERQUA (Unione Rugby Capitolina), Alessandro CHILLON (Safilo Petrarca Padova), Riccardo GAFFO (Safilo Petrarca Padova), Leonardo GHIRALDINI (Safilo Petrarca Padova), Emanuele LEONARDI (Lazio&Primavera), Andrea MARCATO (Safilo Petrarca Padova),  Luigi MILANI (Conad L’Aquila), Stephen NICOL (Ghial Calvisano), Ludovico NITOGLIA (Lazio&Primavera), Simone PAGLIARI (Arix Viadana), Pino PATELLI (Ghial Calvisano), Nicola PAVIN (Benetton Treviso), Marco PITTON (Modul Blok Udine), Matteo PRATICHETTI (Unione Rugby Capitolina), Tommaso REATO (ARD Rovigo), Gregorio REBECCHINI (Unione Rugby Capitolina), Giulio TONIOLATTI (Unione Rugby Capitolina), Adrien VIGNE-DONATI (Biarritz Olimpique) Alessandro ZANNI (Modul Blok Udine).

 

Questo il calendario degli impegni a cui saranno chiamati gli Azzurrini in occasione dei Mondiali U21 2004:

 

Venerdì 11 giugno, Edinburgo - Raeburn Place, I fase, I giornata

ITALIA - ARGENTINA

Martedì 15 giugno, Galashiels - Neterdhale, I fase, II giornata

ITALIA - FRANCIA

Sabato 19 giugno, Galashiels - Neterdhale, I fase, III giornata

ITALIA - TONGA

Mercoledì 23 giugno, II fase, semifinal TBA

Domenica 27 giugno, II fase, finali TBA

 

ITALIA SEVEN, QUALIFICAZIONI AI MONDIALI

ANCHE AARON PERSICO AL TORNEO DI LUNEL

Roma - Ci sarà anche Aaron Persico in campo con la Nazionale Italiana Seven che, dopo lo storico successo centrato ieri nel Torneo FIRA di Spalato nella finale con l’Irlanda, concluderà con il Torneo di Lunel della prossimo week-end il proprio avvicinamento alle finali di Palma di Maiorca che, a luglio, determineranno le 7 Nazionali  europee che prenderanno parte ad Hong Kong ai Mondiali 2005. Il CT della Nazionale Maggiore John Kirwan ha commentato soddisfatto il “prestito” del flanker Azzurro con la Nazionale Seven: “Aaron - ha detto il tecnico neozelandese - ha concluso la propria stagione nella Premiership inglese, conquistando la salvezza con i Leeds Tykes. Sono soddisfatto di questa sua convocazione con la Nazionale Seven: Persico potrà mettere al servizio della squadra la sua grande esperienza internazionale e, al tempo stesso, potrà mantenersi in forma in vista della tournèe estiva della Nazionale Maggiore in Romania (test match a Bucarest il 26 giugno) e Giappone (test match a Tokyo il 4 luglio)”.

Anche Marco Gabrielli è felice per l’opportunità di inserire nella propria squadra un giocatore apprezzato in tutto il mondo come Persico: Ringrazio Kirwan per avermi affidato Aaron che, sicuramente, saprà dare un grosso contributo a questa Nazionale Seven, la cui agenda di impegni, nel futuro prossimo, è quanto mai affollata.

Il fatto che Aaron non pratichi abitualmente il rugby a sette giocatori non costituisce un problema: molti dei ragazzi che, ieri, hanno superato a Spalato l’Irlanda erano alla loro prima esperienza. Nel rugby a sette - prosegue il tecnico romano - sono fondamentali qualità tecniche e atletiche che Persico sicuramente possiede, l’esperienza si acquisisce partita dopo partita e anche un solo torneo può fare miracoli in questo senso.

Dopo il successo maturato ieri in Croazia l’Italia si è virtualmente assicurata la qualificazione alle finali di Palma di Maiorca che, in luglio, determineranno le 7 Nazionali europee che prenderanno parte ai Mondiali 2005, in programma ad Hong Kong la prossima estate.

A Lunel, sabato e domenica, all’Italia, inserita nella Pool B insieme ad Andorra, Spagna, Svizzera e Danimarca, saranno sufficienti due soli punti per garantirsi la qualificazione alle finali spagnole, dove non solo si identificheranno le partecipanti ai Mondiali di Hong Kong 2005 ma si comincerà a delineare anche il quadro internazionale in vista delle Olimpiadi di Pechino 2008.

Infatti il progetto di inserire il rugby a sette ai Giochi di Pechino è tutt’ora al vaglio del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) che, come è noto, è presieduto dal belga Jacques Rogge, molto legato al rugby da lui praticato in gioventù, con buoni risultati, nei campionati francesi.

L’inserimento del rugby a sette tra gli sport olimpici rimane comunque in stand-by in attesa di conoscere quali saranno gli sport o le specialità che il movimento olimpico accantonerà per alleggerire il programma dei Giochi.

Comunque una decisione in tal senso dovrebbe essere presa in una delle prossime riunioni del CIO.

Tornando al Torneo di Lunel, in vista del quale gli Azzurri si raduneranno domani all’Acqua Acetosa di Roma, gli uomini di Gabrielli e Roselli tenteranno di bissare il risultato di Spalato e di accumulare punti per scalare il ranking FIRA. Non sarà semplice poiché la Spagna ha una formazione molto forte e nella Pool A figurano la Francia, gran favorita, e la Romania che si avvale di molti professionisti che militano all’estero.

I tecnici comunicheranno domani la lista dei convocati tra i quali non figurerà l’ala del San Marco Mogliano Calanchini, toccato duro a un fianco nel Torneo di Spalato. 

 

CHI E’ AARON PERSICO

Roma - Nato a Wellington, in Nuova Zelanda, da una famiglia di emigranti di Sorrento, si è avvicinato al rugby con il club locale del Petone, che ha rappresentato sino a livello di U21 prima che il Viadana, intuite le grandi potenzialità del giovane flanker, lo ingaggiasse per partecipare al Super 10.

Immediatamente notato dallo staff della Nazionale è entrato a far parte del gruppo azzurro nel 2000 e non ne è più uscito: da semplice rimpiazzo nella prima edizione del 6 Nazioni è diventato partita dopo partita pedina fondamentale del pacchetto di mischia azzurro e nel Sei Nazioni 2003, sotto la guida di John Kirwan, è stato tra gli azzurri che hanno offerto il rendimento più costante. Eccellente difensore e cacciatore di palloni, ha preso parte a tutte e 5 le partite del Torneo 2003 e il CT azzurro ne ha fatto uno dei punti fermi della squadra che, alla Coppa del Mondo, ha sfiorato il passaggio ai quarti di finale.

Nel 6 Nazioni 2004 ha, al solito, garantito un alto standard di rendimento. Vanta 40 presenze e 2 mete con la maglia della Nazionale Maggiore.

 

RUGBY SEVEN AL FEMMINILE

VENERDÌ “PRIMA” DELLE AZZURRE A LIMOGES

Roma -  La brillante stagione del rugby in rosa si arricchisce nel fine settimana di un altro importante avvenimento. Le Azzurre della neonata Nazionale Seven Under 20, infatti, prenderanno parte, venerdì 21 e sabato 22 maggio, al Torneo di Rugby a Sette di Limoges (Francia), per quella che rappresenta la prima uscita delle Azzurre della Seven.

Le 10 ragazze selezionate dai tecnici azzurri, Corrado Trame e Antonella Rossetti,  si ritroveranno mercoledì  prossimo, 19 maggio, a Jesolo da dove il giorno seguente partiranno alla volta della Francia.

Il Torneo avrà inizio venerdì alle 12.30 e terminerà sabato con le finali previste nel pomeriggio.

Le azzurre selezionate:

BADO G. (Benetton Treviso), BARATTIN (Benetton Treviso), CORRADI C. (Le Lupe Piacenza), FILIPPI (Benetton Treviso), PANICHELLI (Biella), PAVAN (Benetton Treviso), PERON (Riviera del Brenta), SCHIAVON Va. (Riviera del Brenta), SCHIAVON Ve. (Riviera del Brenta), ZANGIROLAMI (Benetton Treviso).

 

CONTINUA LA CRESCITA DEL RUGBY ROSA

IN UN MESE 700 NUOVE TESSERATE

Roma - Il Rugby femminile in Italia continua a far registrare dati storici: il numero delle praticanti in Italia che nel quadriennio 2000 - 2004 ha registrato l’incremento del 300% passando dalle 478 tesserate della stagione 2000-2001 alle 2.111 tesserate fino al mese scorso, prosegue la sua crescita. In un solo mese di attività, infatti,  si ha avuto un aumento di oltre il 30%: dalle 2.111 tesserate si è passati alle 2.820 giocatrici di oggi, dato che non tiene conto delle moltissime partecipanti ai Campionati Studenteschi. Quindi un incremento di 709 ragazze.

Appare sempre,  quindi, più alla portata l’obiettivo della FIR di raggiungere nel 2008 le 5000 tesserate

 

PARTENOPE PROMOSSA IN SERIE A

IL GRANDE RUGBY TORNA A NAPOLI

Napoli -Con un colpo di mano da grande prestigiatore la Partenope di Napoli , superando  fuori casa (6-15) nell’ultima giornata del girone D della Serie B  le Fiamme Oro Roma  che la precedeva in classifica di 3 punti (71 a 68) ha scavalcato  il XV capitolino di un punto (72-71)  conquistando  a vele spiegate la promozione in Serie A da dove era retrocessa due stagioni fa. Un anno di purgatorio e quello successivo il ritorno.

Napoli festeggia ed in particolare festeggia il  Presidente  Sandro Gelormini, seconda linea “duemetrista” della Partenope , Campione d’Italia 1964-65.

Sono passati 40 anni da quella storica data, ma la passione e l’entusiasmo sono sempre gli stessi  ed anche la felicità per essere ritornati in Serie A. Ora speriamo di rimanerci. Non sarà una cosa facile. Il Campionato di Serie A è durissimo e la nostra società ha grossi problemi strutturali (diciamo di denaro).  Soldi non ce ne sono neanche per rimborsare le spese che i ragazzi fanno per venire a giocare a Pomigliano d’Arco. A Napoli pratichiamo lo stesso rugby dilettantistico di 40 anni fa. Lavoriamo sulla spinta di un gruppo di ragazzi che ci siamo tirati su dalle giovanili con l’inserimento di due-tre giocatori argentini di cui , però, soltanto uno è di livello superiore, la terza linea centro Farias.”

-Possibile che Napoli non trovi modo di trovare le risorse per garantire al rugby una struttura al livello delle tradizioni  e dell’entusiasmo. A Roma il Sindaco della città è intervenuto in sostegno al rugby…

“Il Comune di Napoli ci ha negato perfino un campo di gioco. Così’ per giocare ed allenarci ci dobbiamo recare a Pomigliano d’Arco. Quanto alla città , nessuno è disposto a spender una lira. Altrove, per esempio, i genitori che portano i loro bambini più piccoli al rugby contribuiscono alle spese. Da noi niente. Deve far fronte a tutto la Partenope che ricca certamente non è. Con questo non voglio dire che torniamo in Serie A senza ambizioni. Il nostro gruppo è giovane, forte e motivato e con queste qualità  si può andare lontano.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl