I grandi nomi del Rugby a sette a Roma per il torneo ROMA SEVEN

07/giu/2004 21.40.38 ALESSANDRO Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Una cornice rinnovata, ma le solite garanzie di spettacolo: questa la ricetta per il 2004 del Roma Seven, il prestigioso appuntamento che festeggia quest'anno la sua terza edizione. La data sarà quella di sabato 12 giugno, la sede quella quanto mai suggestiva dello Stadio dei Marmi e la rosa delle formazioni iscritte si preannuncia di altissimo livello.
I Samurai, il più prestigioso club a inviti del panorama del rugby a sette, dopo aver conquistato l'edizione 2003 saranno nuovamente di scena nella Capitale per difendere il proprio titolo ma, sulla strada che potrebbe portarli al bis, troveranno alcune delle formazioni più competitive del panorama mondiale, non ultima la Selezione Italiana di Marco Gabrielli, reduce dai trionfi nei Tornei FIRA di Spalato e Lunel ..
Il panorama, per il Roma Seven, è comunque quanto mai vasto: dalla selezione internazionale dei Marauders, fresca di successo nell'Amsterdam Seven al famoso club irlandese del Garryowen, dal prestigioso club sudafricano di Stellenbosch, a Roma dopo il trionfo nel torneo di Melmose, la più antica manifestazione "a sette" ai London Visigoths, senza dimenticare ovviamente i New Zealand Maori Invitation (i migliori atleti di origine maori che militano nei principali campionati europei), i Barbarians Belgi e i padroni di casa, i "Seven Kings of Rome", importante ed ambito club a inviti italiano, nato nel 1995.
Queste, al momento, le squadre iscritte al "Roma Seven 2004":

Selezione Italiana Seven: reduce dalle vittorie a Spalato e Lunel, la Selezione Italiana allenata da Marco Gabrielli è alla sua seconda partecipazione al Roma Seven.

Samurai (Selezione Internazionale): campioni in carica del Roma Seven, semifinalisti ad Hong Kong 2004, hanno giocatori provenienti da tutto il mondo.

NZ Metro SIDIS (Nuova Zelanda, Tonga, Samoa e Figi): è il più titolato superclub dell'Emisfero Sud. Schiera diversi All Blacks e Nazionali delle Isole del Pacifico. Si presenta come una delle squadre da battere.

Stellenbosch (Sudafrica): è il più prestigioso club sudafricano e quest'anno ha vinto il torneo di Melmose, il più antico torneo a sette del mondo.
Chiara l'ambizione:.ripetersi a Roma.

Marauders (Selezione Internazionale): freschi vincitori dell'Amsterdam Seven 2004, con una formazione imbottita di funambolici figiani, saranno a Roma per vincere.

New Zealand Maori Invitation ANSA (Selezione Internazionale): superclub composto da maori neozelandesi che militano nel campionato italiano, inglese, gallese e scozzese.
Al Roma Seven per la terza volta.

Notabene Xerox Seven Kings of Rome (Italia): sono il superclub a invito italiano più ambito nel panorama del "seven" nazionale.
E, per il Roma Seven 2004, possono contare sul fattore casa per recitare da protagonisti.

Barbarians Belgi (Paesi Bassi): selezione dei migliori giocatori dei Paesi Bassi, dove il rugby a sette supera in popolarità il rugby a sette.
A Roma possono rivelarsi gli outsider del torneo.

Castroni Argentinos Seven (Argentina): semifinalisti nel 2003, con molti Nazionali ed ex Nazionali argentini tra le proprie file, puntano a migliorare la prestazione dell'anno passato.

Clandestinos (Argentina): presenti in tutti i tornei che si disputano in Europa, sono composti dai migliori giocatori argentini che militano nei campionati europei.

Unione Rugby Capitolina (Italia): Dopo essersi aggiudicati il Plate nelle ultime due edizioni, puntano ad entrare nella parte alta del tabellone, la Cup.

Curiazi (Italia): selezione dei migliori specialisti di seven della Provincia di Roma, hanno raggiunto la semifinale nel 2002 ed i quarti nel 2003.
Vincitori del torneo "Seven for Heaven", si propongono come sorpresa.

Garryowen (Irlanda): uno dei più famosi club della prima divisione irlandese, alla prima esperienza nel Seven di Roma.

London Visigoths (Inghilterra): selezione dei migliori giocatori di rugby a sette di Londra, nel 2003 raggiunsero le semifinali del Plate al Roma Seven.

Nigeria VII (Nigeria): la Nazionale africana è reduce dai tornei continentali di qualificazione alla Coppa del Mondo, dove ha ben figurato.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl