COPPA ITALIA, CAPITOLINA-CALVISANO 39-15

21/feb/2009 17.38.32 AlmavivA Capitolina Rugby Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Festa doveva essere e festa è stata al Campo dell’Unione in occasione della prima sfida casalinga di Coppa Italia. Tribune gremite ed una ottima squadra in campo che ha fatto divertire la gente accorsa al Campo dell’Unione. La gara è finita 39-15 con una Capitolina sugli scudi, che ha dominato il Cammi Calvisano portando a casa 4 punti importanti in chiave qualificazione. Obiettivo ancora difficile, ma non certo irraggiungibile, soprattutto se l’AlmavivA continua a crescere come sta facendo.

 

Il primo tempo si apre con un infortunio ad Haidar che dopo la prima mischia della gara rimane a terra per 3’ e poi è costretto a lasciare il campo. Martino entra al suo posto. Al 26’ sblocca il risultato Buso per il Cammi Calvisano che trasforma una punizione. Caffaratti lascia il campo per un infortunio ed al suo posto entra Cesare Marrucci, al suo esordio stagionale con la prima squadra. 5 minuti dopo Manawatu pareggia per l’AlmavivA. Nei minuti di recupero la Capitolina allunga con due calci sempre di Manawatu portandosi 9 a 3. Calvisano reagisce e con Patelli firma la prima meta dell’incontro, con una azione di forza. E’ 9-10 per gli ospiti. A causa dello stop iniziale l’arbitro concede molto recupero e la Capitolina ne approfitta: Toniolatti apre splendidamente per Rotella che con un calcio mette lancia Sepe a meta. Manawatu trasforma per il 16 a 10 con cui si chiude la prima frazione.

Nel secondo tempo allunga subito la Capitolina con un piazzato da facile posizione per un fuorigioco dei giocatori del Cammi Calvisano ma gli ospiti si riportano sotto con Dal Maso che va in meta per il 19 a 15. E’ qui che la squadra di Rubio decide di chiudere il match, stringendo le maglie difensive, giocando con grande aggressività e concretizzando le occasioni. Dopo un altro calcio di Manawatu al 20’ è Gentile a raccogliere un pallone perso male da Smith Nella seconda parte l’AlmavivA Capitolina si mostra più concreta e nel giro di 5 minuti chiude la partita allungando prima con un piazzato di Manawatu al 20’ e andando in meta al 24’ con Gentile che raccoglie un pallone perso da Smith e scappa via verso l’area di meta. Manawatu trasforma per il 29 a 15. A tre minuti dal termine arrivano ancora tre punti dal piede di Manawatu e nel finale un altro errore di trasmissione dell’ovale permette a Varani di andare ancora in meta. Il solito Manawatu, oggi impeccabile al piede con un 100% e 24 punti segnati, trasforma per il 39 a 15 finale. Al Campo dell’Unione è festa. La squadra è stata impeccabile.


Questo il commento di coach Pancho Rubio visibilmente soddisfatto: «All’inizio la gara era un po’ addormentata anche a causa degli infortuni che l’hanno spezzettata. Poi il ritmo è stato buono. Abbiamo avuto pazienza, siamo stati bravi a saper contare sui nostri mezzi, senza pensare ad assenze o altro. Calvisano forse ha pagato gli impegni di coppa e le tante partite di seguito, ma noi siamo stati bravi a tenerli a bada nei momenti giusti, per poi colpire. Questa è la dimostrazione che lavoriamo bene diventiamo una squadra che va rispettata. Lo dico sempre ai miei giocatori: in campo dobbiamo dimostrare quello che diciamo di valere e stavolta l’abbiamo fatto. Tutto dipende da noi. La prova di Marrucci? E’ stato bravo, ma questo rientra ancora di più nello spirito Capitolina. La prima squadra non deve essere una entità fuori dal club per andare a cercare qualche risultato, ma piuttosto una parte integrante di esso. E tutti dobbiamo difendere i nostri colori. E anche oggi ne abbiamo dato un esempio. Se questa vittoria mi fa essere ottimista per il futuro in Super10? Io sono sempre ottimista. Lo dicevo prima lo dico ancora di più adesso».


La palma del migliore in campo è andata a Cesare Marrucci, al suo esordio con la prima squadra: «E’ stato tutto così strano, sono contentissimo. La convocazione è arrivata davvero inattesa. Mi hanno chiamato all’una e mezza ed io sono volato. Certamente non me lo sono fatto ripetere due volte, perché speravo di poter fare almeno una presenza con la prima squadra. E poi mi sono ritrovato prestissimo in campo. La squadra per fortuna girava bene e tutto è stato più semplice. Sono contentissimo per il titolo di migliore in campo, speriamo di continuare così».   

 

Campo dell’Unione – Roma

AlmavivA Capitolina – Cammi Calvisano 39-15 (Pt 16-10)

Arbitro: Pasquin (Rovigo)

Marcatori: Pt 26’cp Buso, 31’cp Manawatu, 40’cp Manawatu, 44’cp Manawatu, 46’m Patelli tr Buso, 50’m Sepe tr Manawatu; St 2’cp Manawatu, 11’m Dal Maso, 20’cp Manawatu, 24’m Gentile tr Manawatu, 37’cp Manawatu, 39’m Varani tr Manawatu

AlmavivA Capitolina: Sepe; Rotella, Toniolatti (32’pt Fiorenzi), Caffaratti (31’pt Marrucci), Varani; Manawatu, Gentile; Leonardi, Abadie, Vermaak; Vaggi (1’st Ventricelli), Mastrodomenico; Pietrosanti (1’st Bustos), Haidar (6’pt Martino), Guatieri (Cap.). Non entrato : Camardon. All.: Francisco Rubio

Cammi Calvisano: Buso ; Nitoglia, Raineri, Smith, Pratichetti (15’st Stanojevic); Fraser, Patelli; Dal Maso (14’pt Persico), Cristiano, Cattina (26’st Mckenzie); Beccaris, Treloar (12’st Sidoli) ; Evans, Morelli (29’st D’Apice), Bocca. Non entrati: Dusi, Forcucci. All. De Carli-Delpoux

Ammoniti: 9’st Ventricelli, 19’st Bocca.

Calci: Manawatu (Cp 6/6; Tr 3/3); Buso (Cp 1/1; Tr 1/2)

Man of the match: Cesare Marrucci

Punti conquistati in classifica: AlmavivA Capitolina 4, Cammi Calvisano 0

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl