MONDIALI UNDER 21, L'ITALIA SFIORA L'IMPRESA CONTRO LA FRANCIA. I COQS VINCONO 27-26

I COQS VINCONO 27-26 MONDIALI UNDER 21, L'ITALIA SFIORA L'IMPRESA LA FRANCIA VA SOTTO, RECUPERA E PASSA 27-26 MA GLI APPLAUSI DEL PUBBLICO SONO TUTTI PER GLI AZZURRINI Galashiels (Scozia) - La reazione che Andrea Cavinato aveva chiesto all'Italia Under 21 dopo la sconfitta per 43-10 contro l'Argentina è arrivata questa sera, al "Netherdale" di Galashiels (Scozia), nella seconda giornata dei Mondiali di categoria.

15/giu/2004 23.26.31 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

MONDIALI UNDER 21, L’ITALIA SFIORA L’IMPRESA

LA FRANCIA VA SOTTO, RECUPERA E PASSA 27-26

MA GLI APPLAUSI DEL PUBBLICO SONO TUTTI PER GLI AZZURRINI

Galashiels (Scozia) - La reazione che Andrea Cavinato aveva chiesto all’Italia Under 21 dopo la sconfitta per 43-10 contro l’Argentina è arrivata questa sera, al “Netherdale” di Galashiels (Scozia), nella seconda giornata dei Mondiali di categoria.
 

Pur orfani di Mirco Bergamasco, squalificato per un turno, e di pedine importanti come Pavin, Pratichetti, Battisti (rientrati temporaneamente in Italia per gli esami di maturità) e Ludovico Nitoglia (in panchina per infortunio) gli Azzurrini hanno sfiorato l’impresa contro la Francia, che contro un XV italiano completamente rigenerato nel morale, ha portato a casa un soffertissimo 27-26 (10-12).

Solo un calcio piazzato da oltre metà campo fallito di un nulla nel finale ha impedito all’Italia di chiudere la seconda giornata dei Mondiali con uno storico successo.


Ma la sconfitta di questa sera, pur portando un solo punto in classifica, permette a Marcato e compagni di guardare con grande serenità all’ultima partita della prima fase, in programma sabato contro Tonga: la Francia, infatti, è senza dubbio la formazione europea presentatasi con le migliori credenziali alla rassegna iridata scozzese e sabato scorso, nella prima partita dei Mondiali, era arrivata a un passo dalla vittoria sull’Australia, tra le candidate ad alzare la Coppa del Mondo U21 e vincitrice martedì per 25-24.


E, alla fine, nella voce di Claudio Appiani, team manager dell’Under 21 Azzurra, resta il rimpianto per un’impresa accarezzata per tutti gli 80’ e, sfortunatamente, solo sfiorata:

 “Una grande partita, una reazione che forse nemmeno noi dello staff ci aspettavamo. La brutta gara con l’Argentina appartiene al passato, i ragazzi sono stati incredibili” racconta il manager bresciano “hanno portato sugli avversari una pressione tremenda, costringendoli a ripetuti errori. Abbiamo chiuso la prima frazione di gioco in vantaggio per 12-10 e solo nei primi 20’ della ripresa abbiamo concesso qualcosa agli avversari.

Per il resto, abbiamo dominato il campo, mettendoli in difficoltà soprattutto con la mischia
(e le mete, infatti, sono arrivate con il flanker Leonardi e con l’esordiente tallonatore Pagliari). Peccato, peccato davvero, anche perchè la punizione di Marcato nei minuti di recupero, da oltre 60 metri, è arrivata davvero a un passo dai pali francesi. Adesso, però, sappiamo di poter scendere in campo contro Tonga con maggiore serenità. Un grazie - conclude Appiani - al pubblico scozzese, che ci ha incoraggiato per tutta la partita e ci ha tributato, a fine gara, un lunghissimo applauso”.


Ancora una volta, dunque, l’Italia è stata autrice di una prova positiva contro i pari età d’Oltralpe: già nel 6 Nazioni di quest’anno, infatti, i ragazzi di Andrea Cavinato avevano offerto contro i coqs una prova più che sufficiente ed il 46-22 maturato nei minuti finali non rispecchiava il reale divario tra le due formazioni.

Divario che, dopo la prova di questa sera, sembra essersi praticamente azzerato.


Adesso, per l’Italia, l’ultimo appuntamento della prima fase è in programma, di nuovo a Galashiels, sabato 19 contro Tonga: vincere sarà d’obbligo per cercare di bissare o migliorare, nella seconda fase dei Mondiali, il 10° posto del 2003.

Un obiettivo che, dopo la prova di questa sera, sembra decisamente a portata dell’Italia.  

 

Netherdale, Galashiels, 15 giugno
Mondiali Under 21, prima fase, seconda giornata

FRANCIA - ITALIA 27-26 (10-12)

FRANCIA: Peyras; Bourret, Garcia, Lison, Saubade; Lespinas, Cibray ; Bernad, Baget, Carmignani ; Jacquet, Goze ; Montès, Cazalot, Fior.

ITALIA: Patelli; Gaffo, Rebecchini, Chillon, Assandri; Marcato, Toniolatti; Zanni, Barbieri, Leonardi; Bernabò (Nicol), Reato; Cerqua, Ghiraldini (Pagliari), Vigne-Donati .

 

Marcatori Italia: p.t  4 cp. Marcato; s.t. m. Leonardi tr. Marcato; m. Pagliari tr. Marcato

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl