RWC UNDER 21,FRANCIA - ITALIA IL GIORNO DOPO ...

RWC UNDER 21,FRANCIA - ITALIA IL GIORNO DOPO ...RUGBY NOTIZIE A CURA DELL'UFFICIO STAMPA FIRRoma, 16 giugno 2004 RWC UNDER 21,FRANCIA - ITALIA IL GIORNO DOPO CAVINATO: "IL NOSTRO MONDIALE INIZIA OGGI" Edinburgo - Il giorno dopo la partita con la Francia, seconda prova dei Mondiali Under 21, Andrea Cavinato, CT degli Azzurrini, prova sentimenti contrastanti.

16/giu/2004 18.20.58 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

RUGBY NOTIZIE A CURA DELL'UFFICIO STAMPA FIR


Roma, 16 giugno 2004

 

RWC UNDER 21,FRANCIA -  ITALIA IL GIORNO DOPO 

CAVINATO: “IL NOSTRO MONDIALE INIZIA OGGI”

Edinburgo - Il giorno dopo la partita con la Francia, seconda prova dei Mondiali Under 21, Andrea Cavinato, CT degli Azzurrini, prova sentimenti contrastanti.

Da un lato l’amarezza per la sconfitta per 27-26, per il calcio di punizione da 60 metri fallito per un soffio nel recupero e che avrebbe potuto regalare una storica vittoria.

Dall’altro la soddisfazione per l’ottimo gioco espresso, per l’incredibile reazione avuta da Marcato e compagni dopo la brutta gara d’esordio contro l’Argentina.

E credo che, alla fine, il complimento più bello sia stato quello tributatoci dal pubblico di Galashiels che ci ha applaudito, alzandosi in piedi, quando abbiamo lasciato il campo” dice il commissario tecnico dell’Under 21.

Nonostante la sconfitta resta, nello staff Azzurro, la convinzione di aver compiuto un notevole passo in avanti, sia sul piano del gioco che sul piano caratteriale: progressi che compensano, almeno in parte, il rammarico per la sconfitta.

Ancora Cavinato: “La Francia aveva un notevole potenziale sia offensivo che difensivo, siamo stati bravi a rispettate il piano di gioco stabilito, mettendoli in seria difficoltà nel possesso e nella capacità di muovere il pallone: in particolare hanno funzionato molto bene le rimesse laterali, dove Ghiraldini prima e Pagliari poi si sono rivelati eccellenti in fase di lancio”.

Dopo il 6 Nazioni di categoria, Cavinato si era detto più volte certo dei grandi margini di miglioramento della sua Nazionale: “Inesperti al 6 Nazioni, competitivi ai Mondiali, potenzialmente molto forti l’anno prossimo: avevo detto questo alla luce della bassa età media di questa squadra. Ieri, contro la Francia, abbiamo schierato dal primo minuto una squadra composta per 11/15 da atleti al loro primo anno di Under 21; ragazzi che erano già con me nell’ultimo 6 Nazioni e che, l’anno prossimo, avranno già acquisito un notevole bagaglio d’esperienza”.

Sabato gli Azzurrini affronteranno Tonga nell’ultima partita della prima fase dei Mondiali scozzesi e dovranno vincere per puntare ad un buon piazzamento in classifica e a un buon accoppiamento per le semifinali.

Tonga, battuta ieri 64-0 dall’Australia e 41-5 dall’Irlanda nella prima giornata, sembra avversario battibile, ma Cavinato invita alla calma: “Non vendiamo la pelle dell’orso prima d’averlo ucciso - scherza - ho visto la registrazione della partita degli isolani contro l’Irlanda e sono rimasto impressionato dalla loro fisicità e dalla loro capacità di muovere il pallone anche se, come spesso accade alle formazioni del Pacifico, cadono di sovente in grandi ingenuità. Ad ogni modo, quella di sabato non sarà una partita facile: dovremo essere concentrati, confermare quanto di buono fatto vedere con la Francia migliorando al tempo stesso il possesso e la spinta in mischia”.

Intanto, del valore dell’Italia Under 21 non sembrano essersi accorti solo i pari età francesi e il pubblico di Galashiels: anche la stampa locale, quest’oggi, ha celebrato la grande prova degli Azzurrini contro i coqs.

Un titolo su un quotidiano locale, questa mattina, titolava più o meno <La giovane Italia abbassa la cresta dei galletti>” dice divertito Cavinato “segno che questa squadra ha saputo guadagnarsi la simpatia e il rispetto di tutti”.

Sabato, la partita con Tonga, ancora a Galashiels.

Ancora al CT Cavinato il compito di inquadrare la gara: “Ora pensiamo a recuperare dalle fatiche del match coi francesi e a preparare al meglio la sfida coi tongani. La ricetta è la solita: volontà e abnegazione. E la consapevolezza che la partita di ieri, contro la Francia, non ha rappresentato un punto d’arrivo ma un punto di partenza: il nostro Mondiale è iniziato oggi”.

 

UNDER 21, LA SITUAZIONE MEDICA

DOMANI PER GLI AZZURRINI GIORNATA DI RIPOSO

Edinburgo - Giornata di relativa calma per lo staff medico dell’Under 21 Azzurra guidato dal dottor Marco Giacobbe: la sfortunata partita contro la Francia non ha fatto registrare infortuni e questa mattina la Nazionale ha svolto una sessione in piscina per riassorbire i piccoli traumi post-gara.

Qualche disturbo di carattere gastrointestinale solo per Valerio Bernabò, seconda linea della Lazio&Primavera, che ieri è comunque sceso regolarmente in campo e oggi si è allenato con i compagni, mentre al pilone dell’U.R. Capitolina, Giuseppe Cerqua,  sono stati applicati 4 punti di sutura al ginocchio destro.

Sia Bernabò che Cerqua dovrebbero essere a disposizione per la partita di sabato con Tonga.

Domani giornata di riposo totale, venerdì ultimo allenamento di sintesi in vista della partita con Tonga, per cui saranno disponibili anche Battisti, Nitoglia, Pavin e Pratichetti, che rientreranno in Scozia dopo le prove scritte degli esami di maturità, e Mirco Bergamasco che ha scontato la squalifica di una giornata.

L’annuncio della formazione anti-Tonga è previsto per venerdì pomeriggio.

 

 

 

 


Ufficio Stampa FIR
Stadio Olimpico - 00194 Roma
stampa@federugby.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl