Comunicato stampa del 28/07/2002

di lavoro peparata da Valentini e Kirwan, ruolo per ruolo.  La filosofia di questo lavoro era: chi supera

28/lug/2002 15.30.17 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                                                                                                                                   www.federugby.it

 

Nevegal (Belluno),

 

AZZURRI IN RADUNO A NEVEGAL

DOMANI I TEST FISICI

MANCA DOMINGUEZ

 

Nevegal - E’ iniziato oggi sulle pendici ( 1028 metri) del Nevegal il primo raduno della Nazionale Maggiore di rugby in vista della stagione 2002-2003 che culminerà con i Mondiali Australiani. Prima, però, si dovrà passare per le due partite di qualificazione contro Spagna (21 settembre) e Romania (Parma, 28 settembre), oltre che attraverso i match autunnali contro Argentina ed Australia e quelli del Sei Nazioni edizione 2003.

A far gli onori di casa alla nuova compagine azzurra, emersa dall’ultimo positivo tour in Nuova Zelanda ( un successo, un pari ed una sconfitta), Franchino Properzi - 54 caps in Nazionale, pilone  attualmente in forza con il Benetton - tornato in azzurro come video-analyst grazie ad una comprovata professionalità nel campo della elaborazione di dati ai fini statistici. Properzi è “genero” di Vito Olivier,  anima del rugby bellunese nonchè proprietario dell’albergo ( con palestra e campo erboso) che ospita Kirwan, Bollesan e compagni  fino al 2 agosto.

Primi a giungere al raduno lo staff tecnico formato da Kirwan, dal suo secondo Rutledge, dal nuovo arrivato Pascal Valentini ( preparatore atletico) e Luca Liussi, l’assistant manager. Più tardi è giunto da Genova il Manager Marco Bollesan e via via, alla spicciolata,  gli azzurri che dai 43 convocati si sono ristretti a 34. E’domenica, ma per i presenti è subito tempo di lavoro ed alle 18.30 tutti in campo per un allenamento di richiamo..

E’ proprio John Kirwan a spiegare le defezioni:

“Si tratta di infortuni o postumi di infortuni - come nel caso di Barbini, De Carli, Moscardi-;  di importanti ragioni di lavoro, Muraro. Mentre Mark Giacheri ha concordato con me di giocare un mese nel campionato neozelandese NPC con il Northharbour. E’ un  professionista in procinto di nuovo contratto.Si è riposato quasi due mesi. Era disposto a venire, ma gli ho consentito di restare. Quando avrò bisogno di lui in settembre certamente lo troverò in gran forma.”

-         A quei forfait si sono aggiunti all’ultima ora quelli di altre tre giocatori:  Queirolo, Vaccari e Dominguez…

“Queirolo ha gravi problemi in famiglia e l’ho esentato a raggiungerci. Vaccari si è sposato. Fra una settimana Valentini lo sottoporrà agli stessi  test fisici che da domani eseguiranno gli altri qui a Nevegal. Dominguez ha problemi con il suo club in Francia. Anche Stoica aveva gli stessi problemi, ma sarà con  noi per i primi due giorni dedicati ai test fisici e poi tornerà a Castres.  Per Dominguez non è stato possibile ottenere la stessa disponibilità”.

La ragione principale del raduno di Nevegal era proprio nei test di verifica delle condizioni fisiche di ciascun giocatore a cui era stato inviato, agli inizi di giugno, una speciale tabella di lavoro peparata da Valentini e Kirwan, ruolo per ruolo.  La filosofia di questo lavoro era: chi supera i test rimane nel giro azzurro immediato , chi non li supera dovrebbe restare out.

“E’ evidente - ribadisce al proposito Kirwan - che per chi, per varie ragioni, non può partecipare ai test, ci saranno altre occasioni di verifiche anche prima del nuovo raduno previsto per il 24 agosto. Certamente  chi ha seguito puntualmente le direttive ha diritto di far parte del nostro gruppo. Io sono stato chiaro in Nuova Zealanda: per un professionista non dovrebbe essere difficile stare in forma. Capisco che eravamo al termine di una lunga e  dura stagione, ma, d’altronde a settembre ci aspettano due partite fondamentali che dobbiamo vincere e che ci costringono ad una preparazione buona sin dall’inizio della stagione..”

-         E chi non supera i test fisici….

“Deve tornare a casa, per il momento. Se non è in forma, fra l’altro, manca di rispetto agli altri che, invece, si sono sacrificati. Noi vogliamo un gruppo che creda in quello che fa a e che sappia sacrificarsi per raggiungere gli obiettivi comuni”.

 

I 34 AZZURRI A NEVEGAL

 

Mirko Bergamasco, Bortolami, Matteralia, (Aps Petrarca Padova), Benatti, Persico, Phillips (Arix Viadana), Mauro Bergamasco, Checchinato, Dallan Denis, Dellapè, Faliva, Martinez, Mazzariol, Mazzucato, Ongaro, Orlando, Parisse, Pavanello Enrico, Pozzebon, Troncon ( Benetton Treviso), Castrogiovanni, De Rossi, Moretti, Zanoletti (Am. & Calvisano), Peens (Piacenza), Saviozzi (Overmach Parma),  Pucciariello  (Gloucester), Pez (Rotherham), Stoica (Castres), Raineri (R.Roma), Scanavacca, Mazzantini, Martin (Rovigo) Lo Cicero,.

  

 

DUE GIORNI DI TEST DECISIVI

RESISTENZA, VELOCITA , POTENZA

 

Nevegal - Cosa accadrà in questa settimana al raduno del rubgy azzurro a Nevegal?. In che cosa consistono i test fisici proposti da Pascal Valentini, in pieno accordo con Kirwan?

“L’idea di questo raduno è la verifica delle condizioni di ciascuno.- Spiega il C.T. - I primi due giorni saranno dedicati ai test di Valentini, ma sono anche l’occasione per fare conoscere ai giocatori il nuovo preparatore azzurro. Da mercoledì daremo attenzione ai richiami tecnici ed a cose nuove. Nel complesso, conmunque, si tratta di una settimana dedicata al lavoro di Valentini con l’obiettivo di portare la squadra ad un livello di “fitness” uguale  a quello delle altre squadre..”

“Sì, il problema è quello di aumentare il livello di fitness - aggiunge lo stesso Valentini, ultima squadra allenata il Castres - Una cosa assolutamente raggiungibile se si lavora adeguatamente. Il tempo necessario per raggiungere questi risultati lo abbiamo di quì al Sei Nazioni ed alla Coppa del Mondo del prossimo anno. L’importante è cominciare a lavorare bene subito,con i materiali necessari e la programmazione giusta. Sono molto fiducioso.

 

IL PROGRAMMA DEI TEST

 

Lunedì, Mattina

Ore 7,30  - TESTA SUI GRASSI,  con picometro. Valore medio richiesto: 15% di grassi.

 

Ore 9,30  -  Riscaldamento

 

 

Ore 9,45 - TEST DI RESISTENZA , stadio atletica di Belluno

                  Piloni: 3 chilometri in meno di 15 minuti

                  Seconde linee, tallonatori e terze linee:   3 chilometri in meno di 14 minuti

                  Trequarti , 3 chilometri in meno di 13 minuti

  

 Lunedì, pomeriggio

                  TEST DI VELOCITA’ , per i trequarti

                   TEST DI POTENZA (PESI), per gli avanti

 

Martedi, mattina

                  TEST DI VELOCITA’ , per gli avanti                                                                  

                  TEST DI POTENZA . per i  trequarti

 

Martedì, pomeriggio

                                                                                                                                              

                 TEST SPECIFICI (Rugby Circuit Test), placcaggio, raccolta palla ecc)

 

Al termine dei primi due giorni lo staff tecnico, sulla base dei dati raccolti, assegna la futura preparazione sulla base dei deficit riscontrati, ovvero decide in relazione a quanto riscontrato. Di fondamentale importanza i valori del test sui grassi…

Senza titolo
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl