Comunicato 30 luglio 2002

231 KGNevegal - I test di velocità si sono

30/lug/2002 16.05.44 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
RUGBY Notizie a cura dell'Ufficio Stampa FIR
 

Nevegal (Belluno), 30 luglio 2002

AZZURRI: TEST FISICI A NEVEGAL
PER CHECCHINATO E TRONCON APPELLO IN 7 GIORNI

Nevegal –
Al secondo giorno dei test azzurri, sono arrivati i primi responsi di verifica sulle condizioni fisiche dei convocati presenti al Nevegal.

Il test decisivo è stato quello sulla resistenza (3 chilometri) effettuato ieri. Sulla base dell’accaduto, il C.T. Kirwan ed il Manager Bollesan hanno deciso che per Carlo Checchinato e Alessandro Troncon, usciti stremati (il primo non aveva concluso il percorso, il secondo ha compiuto l’ultimo giro sorretto come Dorando Pietri) non era il caso di continuare i test per cui sono rientrati nelle loro sedi.

Per i due veterani azzurri, traditi forse più dallo stato emotivo che da quello atletico, è stato convenuto di predisporre nuovi test nel giro di una settimana, per verificare se possano o meno rientrare nella rosa che si radunerà di nuovo il 24 agosto in vista dei due match di qualificazione mondiale in programma il 21 (Spagna) ed il 28 settembre (Romania). Il preparatore atletico Pascal Valentini nell’ambito di altre verifiche da effettuarsi con alcuni giocatori non presenti (giustificati) a Nevegal, si recherà anche a Treviso per testarli di nuovo.

POSITIVI RESPONSI DEI TEST: LA QUALITA’ C’E’!
TREQUARTI VELOCI, AVANTI FORTI
MA BISOGNA LAVORARE PER POTENZIARLA

Nevegal –
La giornata ha visto la conclusione dei tests sulla velocità e sulla forza iniziati ieri. Si è trattato di prove dirette non a misurare lo stato di efficienza fisica a seguito del programma di allenamento seguito nel periodo, quanto ad offrire a John Kirwan e, soprattutto, al preparatore atletico Valentini una conoscenza approfondita di ciascun giocatore in modo di poter assegnare a ciascuno un lavoro specifico per migliorare.

I dati forniti a Valentini, secondo le elaborazioni effettuate dal video-analista Franco Properzi, in senso generale offrono un quadro positivo in prospettiva. La situazione in breve presenta trequarti con una base di velocità competitiva a livello internazionale. Velocità che dovrà essere integrata da un irrobustimento generale: più muscoli, più peso, più potenza.

Per quanto riguarda gli avanti ed in particolare la prima linea: La forza di base esiste, ma deve migliorare la mobilità, ovvero la corsa.

Il traguardo per tutti è raggiungibile ed in tempi relativamente brevi (obiettivo Sei Nazioni 2003 e Mondiali 2003) seguendo il lavoro proposto dallo staff azzurro.

Ai test odierni non hanno partecipato, a titolo precauzionale, Pucciariello e Bortolami entrambi fermati da leggere contratture muscolari.

DALLAN VELOCISSIMO – 50M IN 5.94
LOCICERO IL PIU’ FORTE – 231 KG

Nevegal -
I test di velocità si sono effettuate sulla pista dello Stadio di Belluno. Per ciascun atleta tre prove, volte a valutare: i primi 10 metri; i 40 metri; gli ultimi 10 metri. Partenze: da fermo o lanciati.

Ha suscitato entusiasmo decisamente la prova sui 50 metri da fermo di Denis Dallan che al cronometro elettrico ha segnato un tempo inferiore ai 6 secondi, esattamente 5"94. Chi si intende di atletica leggera capirà bene il valore di questo crono. Fra l’altro l’ala azzurra si è segnalato anche nelle prove di forza in palestra.

Molto vicino all’ala del Benetton, il collega Nicola Mazzucato 6"01, Mirko Bergamasco 6"11 e Luca Martin 6"15.

Fra gli avanti il più veloce manco a dirlo, Mauro Bergamasco, in forma davvero straripante, che ha spostato i suoi quasi 100 chili in 6"31.

Ha destato piacevole sopresa, quindi, il tempo del ventenne pilone Martin Castrogiovanni che ha spostato i suoi 112 chili in 6"54. "Castro" si è ben distinto nei tre chilometri , vincendo la sua batteria in 13’14", ed è stato fra i migliori nelle prove di peso. La sua voglia di lavorare è enorme e, secondo Valentini, il baby ha un futuro (prossimo) fisico di assoluta eccellenza.

CLASSIFICA 50 METRI VELOCITA’

Trequarti                                               Avanti
Dallan 5"94                                            Bergamasco Mauro 6"32
Mazzucato 6"01                                     Saviozzi 6.40
Bergamasco Mirko 6"11                       Benatti 6.46
Martin 6"15                                            Castrogiovanni 6.54

Le prove di forza eseguite in palestra con vari esercizi di sollevamento pesi, sono servite per conoscere i massimali di forza attuali sui quali poi fornire le indicazioni del lavoro da svolgere per potenziarsi.

Anche in questi test si sono segnalati dati di un certo interesse. Come i 231 chili sollevati da terra dal pilone Locicero o 135 chili sollevati dalla panca dal trequarti Denis Dallan , seguito dal mediano di apertura Ramiro Pez con 130 kg.

La seconda, lunga giornata azzurra a Nevegal si è conclusa con gli incontri individuali con lo psicologo (ex azzurro) Boby Robazza e il micidiale test di abilità tecnica rugbystica, mista a condizione fisica, messo a punto dallo staff azzurro.

 

PRESENTATO A GENOVA IL JAGUAR TEST MATCH
ITALIA – AUSTRALIA DEL 23 NOVEMBRE

Genova -
Mancano poco più di cento giorni al Jaguar Test Match tra Italia ed Australia in programma allo Stadio Luigi Ferraris di Genova ma, nel capoluogo ligure che ha appena archiviato la Coppa delle Nazioni di canottaggio, già si comincia a respirare aria di grande evento. Oggi, nella Sala di Rappresentanza del Comune di Genova, a Palazzo Tursi, il Sindaco di Genova Giuseppe Pericu, l’Assessore allo Sport del Comune Giorgio Guerello, il Consigliere Federale Roberto Besio ed il Presidente del Comitato Regionale FIR Massimo D’Angelo, unitamente al rappresentante del Consolato Australiano Antonio De Domenico, hanno presentato il test match del prossimo 23 novembre non disdegnando di gettare già un’occhiata al futuro rugbistico della città. "Nei due anni passati – ha commentato l’Assessore Guerello – Genova ha dimostrato di saper rispondere con entusiasmo agli incontri che hanno visto la nostra Nazionale opposta a formazioni del calibro di Nuova Zelanda e Sudafrica. A novembre sarà la volta dei Campioni del Mondo in carica dell’Australia, e siamo certi che ancora una volta sarà possibile registrare un’enorme affluenza di pubblico". Sessantamila spettatori in due anni, questo il bilancio dei due test match genovesi un successo organizzativo che porta Guerello a candidare Genova a sede alternativa per il Sei Nazioni. "Ci piacerebbe – riprende Guerello – poter ospitare l’incontro del Sei Nazioni tra Italia e Inghilterra nel 2004, anno in cui Genova sarà insignita della carica di Capitale Europea della Cultura. Anche perché penso che la nostra città abbia le potenzialità per diventare capitale del rugby azzurro. L’incontro con l’Australia è l’ultima tappa del "Tri Nations" che la nostra città ha avuto l’onore di ospitare ma non può e non deve significare la fine di un ciclo quanto l’inizio di uno nuovo, che potrebbe cominciare proprio con la sfida contro l’Inghilterra per proseguire, sempre nel 2004, con il ritorno a Genova degli All Blacks neozelandesi. La Federazione – ha concluso l’Assessore genovese – non ci ha mai fatto mancare il proprio appoggio e sono certo che continuerà a sostenere Genova anche negli anni a venire".

AUSTRALIA A GENOVA DAL 17 NOVEMBRE
Genova rappresenterà l’ultima tappa del tour europeo della Nazionale australiana: i Wallabies saranno infatti impegnati a Dublino contro l’Irlanda il 9 novembre ed a Londra contro l’Inghilterra il 16 novembre. L’arrivo a Genova di Gregan e compagni è previsto per il 17 novembre. Successivamente i ragazzi di Eddie Jones rientreranno in patria per iniziare la preparazione alla Coppa del Mondo 2003 che si disputerà proprio a casa

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl