EUROPEI SEVEN, VENERDI' AZZURRI IN CAMPO

Allegati

14/lug/2004 17.43.26 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 14 luglio 2004

 

 

EUROPEI SEVEN, VENERDI’ AZZURRI IN CAMPO

ARANCIO:”LAVORIAMO IN PROSPETTIVA OLIMPICA”

Palma de Maiorca – Gli Azzurri del Seven sono da questa mattina nella capitale delle Baleari dove venerdì  e sabato 16 e 17 luglio sono in programma gli Europei Seven  2004, importantissimi anche perché qualificano  7 paesi alla Coppa del Mondo in programma ad Hong Kong nel marzo 2005.

I tecnico Marco Gabrielli appena messo piede in Spagna è passato immediatamente  ai fatti facendo disputare l’ultimo allenamento previsto prima del riposo assoluto pre-torneo.

Venerdì nel girone di qualificazione  gli Azzurri, testa di serie per aver vinto i due tornei di pre-qualificazione, affronteranno nell’ordine Romania, Croazia e Spagna.

 Con la rosa di dieci giocatori  ed i due tecnici Marco Gabrielli e Fabio Roselli, della comitiva azzurra  fa parte anche Orazio Arancio,  avanti azzurro con 34 presenze  negli Anni Novanta, presente ancora nel tour estivo nel 2001 e distintosi anche per aver pilotato prima Bologna dall’A2 all’A1, Super Dieci, e nelle ultime tre stagioni per aver guidato l’Amatori Catania dalla Serie B al Super 10 ( “Eravamo quart’ultimi in Serie B con 15 spettatori, alla finale contro il Piacenza per l’ingresso in Super 10 gli spettatori erano 8 mila . Solo nel calcio se ne fanno altrettanti nel Centro Sud “).

Arancio nel Seven azzurro porta esperienza, carisma ed una buona dose di fortuna sperimentata.

Perché sono nel Seven? Presto detto – sorride “Bimbo” - . Me ne occupo da circa due anni e mezzo . Dopo l’ingresso nel Consiglio Federale e, poi, cooptato anche nel Comitato Esecutivo, mi sono accorto che il Seven  molto praticato altrove, in Italia viveva in maniera episodica, cioè con partecipazione a qualche Torneo ad inviti come quelli di Hong Kong o di Mar del Plata. Chiesi, dunque, al Presidente Dondi di potermene occupare nella prospettiva di una maggiore continuità anche perchè ci sono buone possibilità che il Seven entri ai Giochi Olimpici di Pechino. E le Olimpiadi sono la vetrina più grande, un palcoscenico cui arrivare un passo alla volta  mirando alla creazione di una ossatura di sei-sette giocatori  in cui inserire  giovani talenti che possano essere utili anche alla Nazionale Maggiore a XV proprio come fanno nei paesi rugbisticamente più grandi come Nuova Zelanda, Australia ed Inghilterra. L’All Black Rocococo è stato una Stella del Seven prima di diventarlo del XV giovanissimo. Lo stesso Lomu viene dal Seven. Idem per l’Inghilterra…”

-Torniamo in Italia…

“Il primo obiettivo è stato accedere alle World Series dove lo scorso anno ci siamo classificati settimi dopo aver superato Scozia ed Irlanda. Nel nostro lavoro ci stiamo muovendo in piena sintonia con il C.T. John Kirwan perché  il Seven può fornire un bagaglio tecnico molto importante  in situazioni di campo aperto sia in difesa, che in attacco, che nel placcaggio. Il problema più vistoso è quello della disponbilità dei giocatori presi da un calendario molto denso per gli impegni prioritari di campionati ed attività internazionale XV. Non sempre così  si ha la possibilità di avere  i migliori giocatori. Per questo abbiamo lavorato per creare un gruppo di buoni specialisti di Seven, prescindendo dalle qualità da XV. In questi due-tre anni  siamo, così, riusciti a realizzare una base di 6-7 giocatori fra cui inserire  ragazzi come Nitoglia e Mariani. E finalmente quest’anno siamo riusciti ad avere i primi frutti vincendo i due Tornei di pre-qualificazione e l’importantissimo Seven Internazionale di Roma.

-Il tecnico Gabrielli ha grandi ambizioni: non solo qualificare l’Italia ai Mondiali di Hong Kong, ma anche imporsi a questi Europei. Gli avversari?

“Troveremo un campo molto più agguerrito di quello delle pre-qualificazioni. Troveremo una Francia fortissima, così Scozia e Spagna, anche la Romania che abbiamo affrontato a XV il 26 giugno, ci darà filo da torcere. La Georgia è piena di professionisti del Campionato Francese. Ed anche il Portogallo ha un Seven di valore.  Noi abbiamo lavorato sodo. Ci siamo preparati con coscienza. Abbiamo recuperato  Robertson che dal Seven è andato al Tour estivo con Kirwan ed ora è tornato con noi ancora più convinto. Abbiamo recuperato Ludovico Nitoglia dopo i Mondiali U21. Negli ultimi tempi abbiamo scoperto a Benevento un fortissimo Gonzale ed a Calvisano Muliero.  Altri punti di forza sono negli esperti Martin, capitano, Dragotto e Di Luia. Avevamo chiamato anche i due Bergamasco, formidabili atleti da Seven grazie alle loro capacità aerobiche, ma Mauro si è infortunato al ginocchio in Giappone e Mirco è impegnato con esami. Comunque, siamo fiduciosi. Abbiamo una squadra non possente, ma sicuramente veloce ed in grado di vincere con tutti.

 

LA SQUADRA : Benjamin DE JAGER (Amatori Catania), Leonardo DI LUIA (Rugby Roma), Javier DRAGOTTO (Bassa Bresciana),  Jacob GAINA (Amatori Catania), Nicola LEONARDI (Lazio & Primavera), Alvaro LOPEZ GONZALES (Benevento), Luca MARTIN (ARD Rovigo), Emiliano MULIERI (Ghial Calvisano), Ludovico NITOGLIA (Lazio & Primavera), Kaine Paul ROBERTSON (Arix Viadana).

 

LE POULES

Poule A - Italia, Spagna, Romania, Croazia

Poule B - Portogallo, Russia, Polonia, Lituania

Poule C - Irlanda, Francia, Germania, Rep. Ceca

Poule D - Georgia, Scozia, Moldovia, Ucraina

 

IL PROGRAMMA DELLA PRIMA GIORNATA (venerdì 16)

Ore 12.30 Italia – Romania; 17.00 Italia – Croazia; 20.00 Italia – Spagna

 

AZZURRINI U18 IN ARGENTINA

DOMANI IL DEPORTIVO FRANCESA, SABATO IL TEST MATCH 

Buenos Aires - Ultimi 3 giorni di tour della Selezione Italiana Under 18 in Argentina. Due gli incontri ancora da disputare, quello di domani contro la squadra Under 19 del celebre club Deportivo Francesa di Buenos Aire (quindi giocatori di un anno più grandi degli italiani) e quello di sabato, il test match ufficiale contro i Pumitas argentini.

Naturalmente i tecnici Guidi e Pavin per fronteggiare i due impegni in tre giorni hanno dovuto optare per un ampio turn over, dividendo praticamente in due squadre da 15 i 30 giocatori portati al tour .“Grazie a Dio” – commenta Gianluca Guidi -  “dobbiamo registrare una condizione fisica praticamente perfetta da parte di tutti i giocatori con nessun infortunio nonostante nelle 4 partite precedenti (3 vinte dall’Italia) si sia giocato un rugby molto fisico ed aggressivo.”

Il solo Saccardi aveva subito un colpo duro ma si è ripreso e si allena con gli altri.    

La formazione della Selezione Italiana:  15 Paolucci; 14 Riccardo Pavan, 13 Selvaggio, 12 Gilberto Pavan, 11  Scarnecchia; 10 Bassi, 9 Romei; 8 Barbieri, 7 Giovanchelli (cap.), 6 De Michelis, 5 Nardi; 4 Tveraga; 3 De Marchi, 2 Santamaria, 1 Murri.

In panchina  gli altri 15 giocatori.

 

VENERDI’ E SABATO RIUNIONE DEL CONSIGLIO FEDERALE

ALL’ODG  IL CALENDARIO DI TUTTA L’ATTIVITA’

Bologna – Molto lungo ed articolato l’ordine del giorno dei lavori del Consiglio Federale della FIR in programma venerdì (inizio ore 10) 16  e sabato 17 a Bologna presso l’Hotel Holiday Inn  di Borgo Panigale.

Al C.F., che  conclude la stagione 2003 -2004 ed apre quella 2004-2005, si parlerà anche di nomine e rinnovi di contratti ai tecnici,  delle strutture dei campionati, del calendario dettagliato dell’attività agonistica, nonché di contratti televisivi, nomine dei rappresentanti FIR al 6 Nazioni, e dello staff medico della Nazionale Maggiore.    

 

NUOVA ZELANDA – AUSTRALIA

SABATO DIRETTA SKY SPORT 1 ORE 9.30

Milano – Torna sabato prossimo, 17 luglio,  il grande rugby in TV con la super sfida tra Nuova Zelanda e Australia, in programma al West Park Trust di Wellington. Il match sarà trasmesso in diretta da Sky Sport 1 alle ore 9.30 del mattino ed in replica, sempre su Sky Sport 1, domenica alle 21.30, lunedì 19 alle 21.15 e martedì 20 alle 17.15.

 

DA DOMANI A ROMA IN RADUNO TECNICO

L’ELITE DEGLI ARBITRI ITALIANI

Roma - I migliori arbitri del rugby italiano si ritroveranno a partire da domani a Roma, presso il centro sportivo della Borghesiana, per un corso di aggiornamento che si protrarrà fino a domenica 18 luglio. Parteciperanno al corso, tenuto dal Coordinatore Tecnico Arbitrale Claudio Giacomel, anche gli Osservatori d’Elite per un totale di 30 persone. Lo stage si arricchirà, inoltre, della presenza del Responsabile del Centro Studi della FIR, il sig,. Francesco Ascione.

La settimana successiva (22-25 luglio), sempre alla Borghesiana, si terrà il corso di aggiornamento per arbitri di Serie A e giudici di linea. 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl