Le Fiamme Oro chiudono in testa la regular season

04/mag/2009 01.01.42 Cristiano Morabito - Responsabile Ufficio Stampa F Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Doveva essere la partita più importante della stagione regolare. Le premesse c’erano tutte ed, in effetti, così è stato. Sia il Catania che le Fiamme Oro avevano nelle loro intenzioni di chiudere in bellezza il girone conquistando il primato, anche per affrontare quella che, solamente sulla carta, dovrebbe essere la squadra “più debole” nel gioco degli incroci di spareggio per la massima serie. Nella “battaglia” per il primo posto questa volta è uscito vincente il team romano, in un match che, nonostante il basso punteggio (12 a 5), ha fornito uno spettacolo di tutto rispetto, infastidito solamente dal vento forte che non ha smesso di soffiare per tutti i quaranta minuti.

Il primo tempo è quasi tutto a favore degli isolani che per i primi dieci minuti costringono le Fiamme nella propria metà tempo, fino al 16’, momento in cui i romani tentano di sfondare arrivando fino alla linea di meta, ma senza segnare il punto. Ed è proprio nel momento migliore della squadra cremisi che, complice uno svarione difensivo negli ultimi metri, con una palla persa, il Catania schiaccia il pallone oltre la linea bianca con Pierluigi Gentile. La reazione, dopo il cartellino giallo comminato al catanese Testa, è affidata al piede di Federico Merli che, seppur controvento, mette a segno i primi tre punti della squadra di casa.

Un’altra palla persa all’altezza della propria linea di meta, quasi una fotocopia dell’azione che aveva portato in meta i biancorossi siciliani nel primo tempo, apre la ripresa del gioco, ancora una volta caratterizzata, come del resto tutta la partita, da un gioco duro ma fondamentalmente corretto. Le Fiamme continuano a difendersi ma, a differenza dei primi venti minuti, sono più aggressive ed ordinate, con gli avanti e i mediani che, nella ripresa, fanno la differenza contro una squadra che, dopo aver sostituito entrambi i piloni, è “costretta” ad affidarsi alle mischie “no contest”. Ma, nonostante i numerosi cambi messi in atto dai siciliani per cercare di portare a casa la vittoria, è la squadra della Polizia di Stato che sale in cattedra e mette a segno tre calci di punizione (17’, 34’ e 43’) con Merli, chiudendo il match sul 12 a 5.

Una partita di carattere da entrambe le parti tra le due squadre migliori del girone ed alle quali è evidente che la serie cadetta stia più che stretta; ma soprattutto giocata con quella correttezza, dentro e fuori del campo, che vorremmo vedere in ogni partita di questo sport ed arbitrata da un ottimo direttore di gara (Castagnoli di Livorno) che ha saputo incanalare il match sui giusti binari. Negli spareggi per la serie A i catanesi dovranno affrontare, nell’incrocio con il girone 2, il Modena, mentre le Fiamme Oro se la vedranno (il 17 ed il 24 maggio) con il Reggio Emilia. E chissà che finalmente non vedremo due gloriose società del centro-sud tornare sul palcoscenico che più gli compete.

 
 
I TABELLINI DELLA PARTITA
 
FIAMME ORO – AMATORI CATANIA 12-5
 
FF.OO.: Calandro; Gaudiello; Pelliccione; Massaro; Andreucci; Merli; Martinelli; Soccorsi; Pellegrinelli (16’ s.t. Maffei); Mernone; Parisse (39’ s.t. Bizzozero); Matrullo; Gasparini; Zonetti; Castagna (6’ s.t. Frezza).
A disposizione: Postiglione; Lombardo; Frezza; Bizzozero; Maffei; Alfonsetti R.; Moro
All.: Sven Valsecchi
 
AMATORI CATANIA: Castiglione; Gentile; Zappalà (40’ p.t. Montedoro); Sapuppo; Strazzeri (26’ s.t. Gravagna); Viassolo R.E.B.; Viassolo R.J.C.; Palmieri; Rechichi; Garozzo; Minoldi; Privitera; Ippolito (21’ p.t. Testa; 10’ s.t. Ferrara); Vinti; Cimino (1’ s.t. Delfino)
A disposizione: Testa; Delfino; Ferrara; Marino; Gravagna; Gorgone; Montedoro
All.: Salvatore Forte
 
MARCATORI:
PRIMO TEMPO: 23’ m. Gentile; 27’ cp. Merli;
SECONDO TEMPO: 17’, 34’, 42’ cp. Merli.
 
Cartellini Gialli: 26’ p.t. Testa; 28’ s.t. Privitera.
 
Arbitro: Castagnoli (Livorno)
 
Note:
Crush Military Watch Man of The Match: Fabrizio Parisse (premiato da Mario Privitera del Catania)
 
Spettatori: 300 circa
 
Classifica
FIAMME ORO ROMA 87; CATANIA 86; FRASCATI 68; SANNIO 62; SEGNI 59; PARTENOPE NAPOLI 45; CAPITOLINA 41; CUS ROMA 36; PRIMAVERA 18; MILAZZO 5; SELE -9
 
Cristiano Morabito – Addetto stampa Fiamme Oro Rugby
Email: cristianomorabito@gmail.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl