KIRWAN SODDISFATTO

patrimonio dei giocatori, così che ad ogni raduno successivo si può partire dal livello più alto

14/ago/2004 18.21.29 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

RUGBY NEWS

 

Nevegal 14 agosto 2004

 

CONCLUSO IL RADUNO DELLA NAZIONALE AL NEVEGAL

KIRWAN: AZZURRI IN CONTINUA CRESCITA

 

Nevegal - Al termine di 6 giorni intensi di allenamenti si è concluso oggi il raduno estivo della Nazionale Maggiore di rugby . Alle ore 12 il C.T. John Kirwan ha ordinato lo sciogliete le righe per i 41 giocatori da lui voluti al Nevegal  ed alle 12.30 nell Hotel Olivier, quartier generale azzurro, era rimasto solo Kirwan, tutti gli altri immediatamente partiti  verso una località preferita per trascorrere  la domenica di Ferragosto. Poi, dall’inizio della settimana, da bravi professionisti, di nuovo con il pallone di rugby in mano presso i propri club perché il Campionato di Super 10 parte il 4 settembre.

Tornando al raduno,  Kirwan tira le somme:

“ Sono molto contento del lavoro che abbiamo svolto. Soprattutto sono compiaciuto per l’impegno dei ragazzi. In premio, oggi, nell’allenamento conclusivo ho dimezzato il programma di lavoro, lasciandoli partire prima e più freschi di energie. Anche perché hanno dei programmi da svolgere anche con i loro club  ed il 12-13 settembre ci ritroveremo tutti di nuovo al Nevegal per i test di efficienza che selezioneranno  i giocatori più idonei per affrontare la stagione che si presenta veramente impegnativa con la visita degli All Blacks , del Canada e degli Stati uniti a novembre ed il Sei Nazioni  in inverno 2005.”

 

- Giocatori, dunque, impegnati e gli aspetti tecnici?

 

“Molto soddisfacenti. Il lavoro tecnico è andato molto bene. I giocatori hanno assimilato le nuove giocate proposte da Tim Lane. Ma anche per la difesa si è lavorato duro perché sto inserendo  altri tipi di modalità ed  i giocatori hanno tutti risposto positivamente a ogni novità loro proposta. Tutto questo è avvenuto nell’ambito  di una crescita del livello generale. Voglio dire che i progressi raggiunti nei raduni che si susseguono non vengono persi strada facendo, ma rimangono patrimonio dei giocatori, così che ad ogni raduno successivo  si può partire dal livello più alto raggiunto ed con un impegno maggiore.”

 

-Individualmente, qualche notazione interessante?

“Abbiamo inserito 8 ragazzi nuovi provenienti dal settore giovanile alcuni non ancora ventenni. Dotati fisicamente, ma anche mentalmente. Direi che Ludovico Nitoglia è un trequarti ala di notevole spessore.”

- Ed il recupero di Sergio Parisse a 5 mesi dal grave incidente contro la la Scozia, come sta andando?

 

“ Parisse è un numero 8 di calibro internazionale  che ancora non ha compiuto 21 anni. In questo raduno l’ho avuto a disposizione al 50 per cento  con il suo Club , il Benetton Treviso. Sergio è come un cavallo scalpitante che si deve tenere a freno. Ha ancora un  po’ di muscoli da recuperare, ma sono certo disputerà una stagione eccezionale.Tra l’altro mi sembra sia cresciuto ancora in altezza!”

 

-Crescita generale, impegno, giovani interessanti recupero di Parisse, si può essere ottimisti?

“E’ ancora presto per dirlo. Il primo approccio della stagione è stato è positivo, un buon inizio. Ora si comincia ad andare in campo  sul serio e  si potrà pensare ad una buona stagione della Nazionale soltanto  se gli azzurri in campionato si dimostreranno ogni settimana i migliori i
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl