ORA L'ITALIA DEL RUGBY ESPORTA IN NUOVA ZELANDA..

Allegati

10/set/2004 17.26.13 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roma, 10  settembre 2004

 

 

ORA  L’ITALIA DEL RUGBY ESPORTA IN NUOVA ZELANDA

GIULIANA CAMPANELLA DOMANI VOLA AD AUCKLAND 

Messina – L’Italia importa giocatori di rugby dalla Nuova Zelanda ma da oggi esporta giocatrici italiane verso il Paese australe dove il rugby è religione.

Domenica, infatti, partirà per Auckland una delle giocatrici azzurre più prestigiose, la 28enne messinese  Giuliana Campanella, che per 27 volte ha rappresentato l’Italia in campo internazionale e vestito in campo nazionale la maglia del Rugby Messina.

Il flanker Siciliano va a raggiungere ad Auckland il suo fidanzato Bevan Ryan che ha conosciuto proprio a Messina dove l’ex capitano del Wanganui ha giocato per 3 anni. Il padre di Ryan è stato anche All Blacks. 

La Campanella che parte con il pancione ed avrà il bambino/a a febbraio, ha programmi piuttosto precisi: “…intanto essendo il mio fidanzato un flanker neozelandese da 1.95 per oltre 100 chili sono certa di dare una mano al miglioramento della nostra razza – scherza Campanella, flanker siciliano di 1.64 per 65 chili -.  Parto per ragioni di lavoro, di gioco e di famiglia. Subito mi metterò a lavorare nello studio di grafica e designer di mio marito, poi dopo la nascita, verso aprile, mi rimetterò a giocare, quando inizia la stagione agonistica in Nuova Zealnda. “Ad Aukland ci sono 5 o 6 squadre di rugby femminile, di cui fanno parte 6 – 7 giocatrici che conosco e con cui ho giocato anche nel Messina. Giocherò con loro e dimostrerò alle “Black Fern” (le All Blacks al femminile) il valore tecnico raggiunto dal Rugby femminile in Italia.

-          E la Nazionale italiana?

“Beh, per quest’anno non ci pensiamo. Però un pensierino voglio farlo per la Coppa del Mondo 2006. Se mi chiamano ci vado di corsa. Per il lavoro non ci sarebbero problemi, perché in Nuova Zelanda l’istituto dell’aspettativa  è assolutamente normale e praticato. Sono disponibilissima. Giocare nel campionato di Rugby femminile più duro e più ad alto livello del mondo non mi farà certamente male. Però non posso permettermi di pretendere una mia convocazione così a distanza.

 

 

SECONDA  GIORNATA DEL FINDOMESTIC SUPER 10

DOMANI IN PROGRAMMA 4 MATCH

Roma -  Archiviato l’anticipo della seconda giornata del Campionato Findomestic Super 10, fra SKG GRAN RUGBY PARMA e GHIAL CALVISANO, si giocano domani, sabato 11 settembre, le rimanenti 4 gare.

Questo il programma:

 

FINDOMESTIC SUPER 10 - 2° GIORNATA

11.09.04 – ore 16.00

ARIX VIADANA – CARRERA PETRARCA PADOVA              arb. Dordolo M. (Udine)

G.d.L.  Guerrieri (Treviso), Carra (Modena); Quarto Uomo: Crivellini (Udine)

 

CONAD L’AQUILA – AMATORI CATANIA                              arb. De Santis (Roma)

G.d.L. Ventura (Roma), Orlandini (Roma); Quarto Uomo: Rosamilia (Roma)

 

RUGBY ROVIGO – OVERMACH RUGBY PARMA                   arb. Peri (Brescia)

G.d.L. Marrama (Padova), Duina (Brescia); Quarto Uomo: D’Amico (Brescia)

 

ADMO LEONESSA BRESCIA – BENETTON TREVISO             arb. Dordolo N. (Udine)

G.d.L. Bonaccorsi (Prato), Gregoricchio (Udine); Quarto Uomo: Zilli (Udine)

 

  

 SI CHIUDE QUESTA NOTTE IL TORNEO DI TREVISO

AL MONIGO SAN MARCO – ITALIA U21

Treviso – Secondoe ultimo appuntamento alla rassegna trevigiana delle “9 Serate di rugby”, questa sera alle 20, per la Selezione Italiana Under 21 di Franco Ascione.
Oggi il tecnico campano degli Azzurrini ha reso noto il XV di partenza che in serata affronterà il Rugby San Marco (Serie A).
Bernabò e compagni hanno svolto ieri due intense sessioni di allenamento, lavorando in particolar modo sulla preparazione fisica, fondamentale per presentarsi al top della condizione ai difficili incontri internazionali che verranno: come già contro il VeneziaMestre, due giorni fa, la stanchezza potrebbe dunque farsi sentire nelle gambe degli Azzurrini nel corso della partita,  “ma – spiega Ascione stesso – è un fatto preventivato. Del resto, ho già avuto modo di spiegare come queste due partite, pur rappresentando un primo momento di verifica, non siano test probanti. Siamo ad inizio stagione e stiamo lavorando molto sul piano atletico: posso solo dire che io e tutto lo staff possiamo ritenerci soddisfatti del lavoro svolto nel corso del raduno”.
Ascione, che farà a meno di 9 elementi rientrati questa mattina ai rispettivi club di appartenenza per lievi infortuni o in vista della seconda giornata del Findomestic Super 10, schiererà questa sera contro il Rugby San Marco la seguente formazione:
15 PATRIZIO; 14 SARTORETTO, 13 PIETROBON, 12 PRATICHETTI, 11 ROBUSCHI; 10 PAVIN N., 9 TONIOLATTI G.; 8 PELLIZZARI, 7 CATTINA, 6 LEONARDI M.; 5 PAREA, 4 BERNABO’ (cap); 3 VIGNA-DONATI, 2 VICERE’, 1 BATTISTI

 

AL VIA LA STAGIONE AZZURRA U18

60 CONVOCATI PER I RADUNI DI FINE SETTEMBRE

Roma – Dopo i brillanti successi della stagione passata, conclusasi con la storica vittoria degli Azzurrini sui pari età argentini lo scorso 17 luglio a Buenos Aires per 29 a 15 , epilogo di una trionfale tournèe che ha registrato 5 successi su 6 match disputati, i ragazzi della Nazionale U18 tornano al lavoro.

I Tecnici azzurri, Vincenzo Troiani e Sergio Zorsi, in accordo con il Coordinatore Tecnico del settore Juniores, Luigi Donatiello, hanno, infatti, programmato per la fine di settembre due raduni che coinvolgeranno un totale di 60 giovani atleti in vista dei prossimi impegni internazionali.

Entrambi gli stage sono in programma a Tirrenia, presso il Centro di Preparazione Olimpica del CONI: il primo si svolgerà dal 19 al 22 settembre, il secondo dal 22 al 25.

La ricca stagione internazionale si aprirà con lo stage italo-francese di Saint Tulle (50 km da Marsiglia) dove gli Azzurrini sono attesi dal 25 al 29 ottobre. La prima uscita ufficiale arriverà con l’anno nuovo: nella prima settimana di gennaio, infatti, l’U18 sarà in Galles per il match contro la Nazionale Scolastica gallese.

Nel mese di febbraio (dal 13 al 20) si rinnoverà l’appuntamento con il Quattro Nazioni, quadrangolare che coinvolge le Nazionali U19 di Spagna e Portogallo e le Selezioni U18 di Italia e Galles. Ma l’appuntamento clou della stagione sarà rappresentato dalla Coppa Europa che quest’anno si svolgerà in Francia e, come di consueto, nella settimana di Pasqua; ricordiamo che gli Azzurrini conseguirono  un  ottimo terzo posto agli ultimi Europei, svoltisi in Veneto dal 3 al 10 aprile scorsi.

 

I convocati dal 19 al 22 settembre:

BALDO, BOSCOLO, BUSATO, CIALONE, CITTADINI, CUCCHIO, DUBLINO, ENDRIZZI, FIORE, FOGAGNOLI, FONTALON, FORTE, GARUZZI, ILARIO, LORENZETTO, MANZO, NICOLLI, PAGLIARI, PAULETTI Angelo, PAULETTI Antonio, PEDRAZZANI, PIZZARDI, PONTI, PRANDINI, REBECCHINI, RIZZATI, SPEZIALI, STOLFI, TACCONI, VALERIO.

I convocati dal 22 al 25 settembre:

BECCARIS, BORSI, CRISTIANO, CRIVELLER, CROTTI, DAL CORSO, DE FRANCO, DI LAURA FRATTURA, DI MASSIMO, DUCA Davide, DUCA Natale, FANTINI, FRONZONI, GATTO, INNOCENTI, MARTINELLI, MATTIELLO, MILAZZO, MINTO, PALEARI, PATANIA, POGGI, RIGHETTI, RUBINI, SCIAMANNA, TEBALDI, TODINI, TURRONI, VALCASTELLI, ZAMPIRON.

 

 

CONTINUA LA RASSEGNA DEI XV DI SERIE A

AMBIZIONI DELL’UR CAPITOLINA

Roma – Il secondo posto a pari punti con l’Alghero, nella passata stagione, ha rappresentato una delle grandi sorprese della Serie A 2003/2004 ma, adesso, quel piazzamento è divenuto una solida base da cui ripartire.

L’Unione Rugby Capitolina, il club romano nato nel 1996 e che ha alla sua guida Claudio Tinari, primo Azzurro di oltre 2 metri di altezza, si affaccia sul campionato che sta per iniziare con la consapevolezza di poter recitare da protagonista.

“Il tutto – come spiega il Direttore Sportivo Daniele Pacini – senza perdere comunque di vista quello che è e rimane il progetto di base della Società, l’idea che sta all’origine stessa della nostra nascita: contribuire alla crescita del rugby italiano, e dei giocatori italiani, attraverso un progetto di sviluppo graduale che continuiamo a portare avanti con il nostro capo-allenatore Massimo Mascioletti”.

Proprio per restare fedele a questa filosofia di programmazione, sviluppo ed italianizzazione, il “mercato” del club di Via Flaminia si è concentrato sull’ingaggio di giocatori italiani e sul non rinnovo del contratto ad alcuni giocatori di scuola estera: unico strappo alla regola, l’arrivo dallo Steaua Bucarest del seconda linea romeno Nicolae Rus.

Ma, per il resto, tutti i nuovi protagonisti arrivano da altri club italiani o da quel vivaio che,nonostante la giovane età del club, ha già fornito moltissimi elementi alle Nazionali giovanili: i due fratelli Toniolatti, i piloni Cerqua e Battisti, i vari Lorenzini e Rebecchini sono solo alcuni dei prodotti dell’URC ad aver vestito l’Azzurro a livello giovanile.

E non dimentichiamoci – riprende Pacini – di Matteo Pratichetti che nel 2003/2004 ha giocato i Mondiali U19, i Mondiali U21 ed in estate, a soli 19 anni, è stato convocato da John Kirwan per il raduno di Nevegal, con la Nazionale Maggiore”.

Pratichetti, però, figura nella lista delle partenze: destinazione Ghial Calvisano, in Super 10, alla corte di Andrea Cavinato, che lo aveva fortemente voluto con lui già ai Mondiali U21 di giugno: “Anche questo prestito  - spiega il DS bluamaranto – fa parte del progetto di sviluppo del nostro rugby: Pratichetti andrà a confrontarsi con quanto di meglio possa offrire il nostro movimento e potrà maturare ulteriormente. La sua assenza, comunque, si farà sentire ma abbiamo le giuste alternative”.

Inserita nel Girone 1 della Serie A, la Capitolina troverà sulla propria strada verso l’alta classifica altre quattro formazioni laziali: la Rugby Roma, intenzionata a tornare subito ad alti livelli dopo la retrocessione dell’anno passato, la Lazio&Primavera, il Colleferro e il Segni; proprio nella Roma Pacini identifica la principale candidata alla promozione: “Hanno allestito una squadra di grandissima qualità e credo che si contenderanno con il Piacenza, che vedo favorito nel Girone 2, la promozione in Serie A. Ma la cosa fondamentale – conclude Pacini  -è che una squadra romana, non importa quale, riesca a tornare già da quest’anno nella massima divisione nazionale. Ormai, dati alla mano, quello laziale è il secondo movimento giovanile dopo quello veneto e c’è bisogno di una squadra di punta per fare da traino a questo movimento: altrimenti, rischiamo di perdere giocatori a favore delle squadre del nord, di crescere giovani per non poterli poi vedere competere ad alto livello per una squadra della propria città. Insomma, una formazione romana deve riuscire a raggiungere il Super 10: ripeto, non importa quale”.

Roma favorita, d’accordo, ma che in Via Flaminia stiamo già pensando al grande salto?

 

Società: UNIONE RUGBY CAPITOLINA

Anno di fondazione: 1996

Palmares (prima squadra): -

Presidente: Claudio Tinari

Allenatore 1° squadra: Massimo Mascioletti (confermato)

Addetto stampa: Giorgio Catalano (cell. 3381494290)

Così nel 2003/2004: 3° Serie A, Girone A

Obiettivi 2004/2005: Promozione

Colori sociali: bordeaux-bianco-blu

Campo da gioco: Campo dell’Unione, Via Flaminia 867, Roma

Sponsor: -

Sito internet: www.capitolina.com

 

Nuovi arrivi: Nicolae RUS (seconda linea, Steaua Bucarest), Andrea SACCA’ (seconda linea/terza linea, Livorno Rugby), Valerio SANTILLO (centro/ala, U.R. Sannio), Edoardo VAGGI (terza linea, SKG Gran Parma), Francesco DELLA CECA (tallonatore, Rugby Frascati)

Partenze: Germano ARISTIDE (ala, Argentina), Nicolas FERNANDEZ-PRATO (centro, Argentina), , Matteo PRATICHETTI (centro, Ghial Calvisano), Mariano SAMBUCETTI (seconda linea), Sacha VIRGILIO (terza linea, Rugby Roma)

 

NOTA PER LE REDAZIONI

Si avvisano i colleghi giornalisti che è disponibile presso l’ufficio stampa della FIR  una foto relativa alla consegna del Premio Icaro Award al giocatore Andrea De Rossi avvenuta lo scorso 8 settembre.

Coloro volessero riceverne una copia via e-mail possono farne richiesta all’indirizzo: stampa@federugby.it

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl