LA FIR CRESCE GIOVANI TALENTI ...

rugby italiano è di non riuscire a soddisfare in pieno la domanda di rugby che

Allegati

23/set/2004 18.03.01 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 23 settembre 2004

 

LA FIR CRESCE GIOVANI TALENTI 

IN RADUNO 291 GIOCATORI U16, U17 E U18

Roma - Quasi 300 atleti delle categorie U16, U17 e U18 saranno impegnati nei giorni di domenica 26 e  mercoledì 29 settembre nei mini raduni organizzati dal Settore Attività Internazionale Juniores della  FIR.  Sono esattamente 291 i ragazzi convocati che, suddivisi nelle diverse sedi dislocate su tutta Italia, saranno seguiti da un nutrito staff di Tecnici, Preparatori Atletici e Medici. Una imponente impegno di forze, dunque, in vista del ricco programma delle Nazionali Juniores per la stagione 2004-2005.

Domenica 26 si svolgeranno i raduni U16 (95 convocati) e U17 (105). Per entrambe le categorie è stata prevista la suddivisone su tre zone: raduno Centro-Sud che si svolgerà a Roma, Nord-Est in programma a Casale sul Sile (TV) e Nord-Ovest a Colorno (PR). Gli stage avranno la durata di un giorno e prevedono  l’effettuazione di due sessioni di allenamento sul campo, una al mattino ed una al pomeriggio.

Per quanto riguarda la categoria U18 (91 convocati), invece - sulla falsa riga di quanto avviene con successo a livello di Nazionale Maggiore ed Under 21 - il raduno, sempre di un giorno (29 settembre), prevede lo svolgimento di test fisici da effettuarsi in palestra. In questo caso le sedi sono 9 e si tratta di: Benevento, Roma, L’Aquila, Tirrenia (PI), Parma, Calvisano, Milano, Rovigo e Treviso.

La grande operazione vede impegnati quali coordinatori, sotto la regia del Presidente della CTF Zeno Zanandrea e del consigliere federale, Roberto Besio, i Tecnici Federali responsabili del settore Luigi Donatiello, Francesco Ascione e Giuseppe Lusi.

 

SPORT E COMUNICAZIONE

IL RUGBY IN PRIMA FILA

Rimini – Si è parlato molto di rugby alla tavola rotonda “Sport e Comunicazione” organizzata oggi a Rimini dalla Facoltà di Scienze Motorie di Bologna. L’occasione è stata un gemellaggio di studenti di scienze motorie di università polacche, tedesche ed italiane.

Relatori italiani i giornalisti Alberto Bortolotti, Presidente dell’Associazione Giornalisti Sportivi Emiliani, Gianni Zanasi del Resto del Carlino e Giacomo Mazzocchi, FIR.

Il Rugby è stato portato ad esempio di disciplina sportiva in forte crescita  sui media grazie ad un politica gestionale che ha privilegiato la Nazionale italiana quale veicolo di promozione.

Alberto Bortolotti ha sottolineato come il rischio maggiore che può correre il rugby italiano è di non riuscire a soddisfare in pieno la domanda di rugby che circola nel Paese. Mazzocchi ha assicurato che le strutture dirigenziali del rugby sono pienamente consapevoli del problema e che ogni sforzo è fatto per predisporre strutture ed infrastrutture (in particolare quadri tecnici ed allenatori) per fronteggiare con successo la situazione.

 

IL MED ITALIA PRO RECCO

AFFIDATA AL NEOZELANDESE REGAN SUE

Recco Pensi al rugby in Liguria e, automaticamente, pensi a Marco Bollesan e al suo CUS Genova Anni ’70, quello che per tre anni consecutivi arrivò a un passo dall’interrompere lo strapotere del Petrarca Padova senza, però, riuscirci mai.

Da quegli anni molte cose sono cambiate nel capoluogo ligure e nella provincia genovese e adesso, almeno a livello di prima squadra, è la Pro Recco Rugby del Presidente Mauro Cafferata ad occupare un posto al sole: nel 2002/2003, del tutto inaspettata, era arrivata la promozione in Serie A dopo che, l’anno prima, la squadra si era salvata in extremis dalla Serie C.

Merito, dicono nel Golfo del Tigullio, soprattutto di Manuel Ferrari, il tecnico di Cordoba, inventore di un’avveneristica macchina da mischia, che ha puntato sui tanti ragazzi del luogo e su qualche inserimento mirato per rilanciare la squadra e la Società

L’anno scorso è arrivato un sesto posto nel Girone 1 della Serie A, con la salvezza conquistata quasi matematicamente già al termine delle nove partite d’andata e quest’anno, con l’ampliamento a 24 squadre e l’inserimento della formazione ligure nel Girone 2, l’obiettivo è quello di confermare, se non migliorare, il piazzamento dell’anno scorso.

“Un piazzamento a centro classifica è quello a cui puntiamo quest’anno” afferma Stefano Di Liberto, Direttore Sportivo del club biancoceleste.

Dal punto di vista della gestione tecnica la squadra è, da quest’anno, affidata al neozelandese Regan Sue, alla sua quarta stagione in Riviera: Manuel Ferrari, da sempre grande teorico della mischia, ha assunto l’incarico di responsabile del pacchetto, mentre Sue, che continuerà anche ad indossare la maglia da giocatore alla domenica, lo ha rilevato  nel ruolo di allenatore.

Poco è cambiato anche nella rosa, con quattro partenze ed altrettanti arrivi, tra cui quello di Dario Devoto, uno dei tanti prodotti del vivaio del CUS Genova, rientrato in Liguria dopo 5 stagioni al Piacenza.

Novità anche dal settore giovanile che, grazie ai successi della prima squadra, è in forte sviluppo e può contare su una folta schiera di iscritti tra i 7 e i 17 anni: un risultato interessante, anche alla luce della forte concorrenza della pallanuoto, da sempre fiore all’occhiello di Recco.

I biancocelesti esordiranno in Serie A il 26 settembre affrontando sul campo di casa del “Carlo Androne” il neopromosso Rugby Udine.

 

Società: PRO RECCO RUGBY

Anno di fondazione: 1968

Palmares: -

Presidente: Mauro Cafferata  

Allenatore 1° squadra: ReganSue (nuovo)

Così nel 2003/2004: 6° Serie A, Girone A

Obiettivi 2004/2005:centro-classifica

Colori sociali: bianco-celeste

Campo da gioco: Campo del Rugby “Carlo Androne”, Recco

Sponsor: MedItalia (Biomedica)

Sito internet: www.proreccorugby.it

Nuovi arrivi: Dario Devoto (tallonatore, Piacenza 1947); Davide Pozzati (Delta Rugby Imperia, ala); Vidal Morgan (estremo, Waikoa Bay Stallions, NZL); Juan Manuel Lopez-Ballocco (seconda/terza linea, Silea)

Partenze: Ivan Durelli (terza linea, Cogoleto); Gianni Gambula (estremo, Cogoleto); Santiago Garcia (estremo, Los Tarcos, ARG), Brent Dale (terza linea, AUS).

LA ROSA

Estremi: Primiano BISCOTTI, Christian GUASTAMACCHIA, Vidal MORGAN (NZL), Sebastian QUIROGA

Ali: Tommaso BESIO, Daniele CANOPPIA, Jacopo MARTINO, Davide POZZATI

Centri: Claudio CEPPOLINO, Francisco GARCIA FERRE’, Igor GRILLI

Mediani d’apertura: ReganSUE (NZL), Luca ZANZOTTO

Mediani di mischia: Stefano ESPOSITO, Carlo GATTI, Michele PAGANO

Terze linee: Alessio BRUZZI, Alessio COSTA, Gianbattista MOLINETTI, Juan Manuel LOPEZ-BALLOCCO, Giacomo VIGNA

Seconde linee: Paolo CASANOVA, Federico CELLA, Alejandro ESCHOYEZ, Andrea MASSONE, Francesco NARCISI, Alberto PERI, Nicola VILLANI

Tallonatori: Dario DEVOTO, Davide NOTO

Piloni:Enrico ARATA, Alessio CASARETO, Diego GALLI, Dario GALLO, Alessio PERSICO, Salvatore SCIACCHITANO, Andrea VENTURELLI

 

NOTA PER LE REDAZIONI: CONFERENZA STAMPA CAR R. SANNIO

Tra gli appuntamenti stampa di questi giorni relativi alle presentazioni dei club partecipanti al Campionato di Serie A che prende il via domenica prossima, 26 settembre, ricordiamo quello con il CAR Rugby Sannio (Girone B)  che si presenta questo oggi ai media nella conferenza stampa organizzata presso la Discoteca Smile di Benevento (ore 18.30).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl