Comunicato 4 settembre 2002

04/set/2002 15.19.47 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
RUGBY Notizie a cura dell'Ufficio Stampa FIR
 

Roma, 4 settembre 2002

PRESENTATO A MILANO IL SUPER 10
FIR E LEGA A BRACCETTO VERSO IL SUCCESSO

Milano-
Il campionato italiano di super 10, che avrà inizio sabato, ha vissuto oggi a Milano la celebrazione in pompa magna per la presentazione alla stampa.

Presenti, ovviamente, i padroni di casa della LIRE con il presidente Zatta ed il Direttore delle relazioni esterne Ghiretti. Per la Federazione il presidente Giancarlo Dondi, alcuni consiglieri, e per la Nazionale il CT John Kirwan ed il manager Marco Bollesan.

Il primo atto della presentazione è stata la consegna dei premi per la stagione 2001-2002. A prendere la parola, per primo, è stato il presidente Dondi, il quale ha voluto sottolineare che: "il campionato italiano, edizione 73, si deve contraddistinguere come il secondo campionato Super 10". Dondi ha fatto un plauso alla edizione dello scorso anno: "ha portato più spettatori e più interesse per la grande 'suspence' con cui si è svolto, con 5 squadre in lotta, fino alla fine, per i play-off e 5 per la salvezza".

Dondi ha poi proseguito: "Abbiamo avuto il piacere di assistere ad una finale, a Rovigo, in uno stadio gremito. Questo successo è sicuramente da attribuire alla Lega e alla importante collaborazione con la federazione. La stagione che presentiamo ha tutte le caratteristiche per far pensare ad un ulteriore progresso visto che i miglioramenti, sia a livello strutturale e organizzativo, che di gioco, sono evidenti".

Dondi ha quindi consegnato la targa della Federazione alla squadra Campione d'Italia Arix Viadana (e successivamente anche alla Benetton Treviso per il successo della stagione 2001) e poi, a ciascuno dei presidenti delle 10 società del massimo campionato, un pallone con le firme dei giocatori della Nazionale.

Il presidente della LIRE Amerino Zatta ha condiviso le analisi di Dondi ed ha aggiunto, parlando della stagione che inizierà: "le premesse per replicare gli esiti positivi dello scorso anno ci sono tutte e lo ha dimostrato la fervida attività di precampionato. Saranno ottime anche le opportunità mediatiche che la LIRE offrirà al pubblico per seguire le competizioni di una stagione intensa ed accattivante: il Super 10, la prestigiosa Heineken Cup ed il rinnovato Parker Pen Shield. Quindi l'All Star Game che, in febbraio, chiuderà la prima fase del campionato, a cui farà seguito una Coppa Italia rinnovata nella formula e nella sostanza. L'epilogo il 7 giugno 2003 (o anticipato al 31 maggio, ndr), rappresentato dalla Finale Super 10, sarà la conclusione di un grande anno e un momento di festa per tutto il mondo del rugby nazionale".

 

KIRWAN: IL SUPER 10 E' FONDAMENTALE PER TUTTI
John Kirwan, invitato sul palco dal conduttore della giornata, il giornalista della RAI Andrea Fusco, ha parlato sia degli Azzurri che del rapporto fra Nazionale e Super 10. Sempre franco e diretto Kirwan: "ho accettato questo incarico come grande sfida a cui non si poteva dire di no. Come tutti gli allenatore voglio vincere. Sono stanco di credere in risultati che non vengono. La nostra stagione comincia tra due settimane contro Spagna e Romania, per proseguire a novembre con Argentina ed Australia. Voglio arrivare alla vigilia dell'ultimo test match, con i Campioni del mondo, con un bel 3 a 0 a nostro favore. Ma per riuscire a vincere il Super 10 è fondamentale. Quello che mi aspetto è un campionato tanto forte che possa portare il "prodotto" giocatori ad alto livello. Ho girato in questo periodo tra le varie società ed ho già riscontrato un livello più alto rispetto all'anno passato. Nelle partite del Super 10 della stagione scorsa, si è avuta una media di 18 minuti di tempo reale di gioco ma bisogna arrivare a 25 -30. Le qualità non mancano e mi auguro che tutte le 10 squadre possano lottare per i 4 posti dei play-off assicurandomi, dunque, giocatori più preparati fisicamente e mentalmente. Il Super 10 è fondamentale per la Nazionale".

 

I PREMIATI ALLA PRESENTAZIONE

Arix Viadana: Campione d'Italia

Simon Mason (Benetton Treviso): miglior realizzatore con 323 punti (6 mete, 37 trasformazioni e 73 calci piazzati)

Kaine Robertson (Arix Viadana): metaman con 12 mete.

Franco Tonni (General Manager Arix Viadana): premio "Carlo Bego"

Giulio De Santis, arbitro internazionale: premio "Luigi Lena"

Paolo Pacitti e Francesco Volpe, giornalisti: premio Motta - Petternella per l'Annuario del Rugby 2003

Franco Bernini (Arix Viadana): miglior allenatore

Mirko Bergamasco (APS Petrarca Padova): miglior Under 21

Stefano Baldo (Ilcev Rovigo U.21) a testimonianza del gesto di alto spessore morale e civile, mostrato in occasione del salvataggio di un bambino precipitato in un pozzo.

 

NAZIONALE U19 BATTE IL TARVISIUM 24 - 17
AL TORNEO "NOVE SERATE"

Treviso - La Nazionale Under 19, impegnata a Treviso nel Torneo "Nove Serate di Rugby", ha superato ieri sul terreno del "San Paolo" la formazione del Tarvisum, squadra che milita nel campionato di serie B.

Gli azzurrini, guidati dai tecnici Gianluca Guidi e Vincenzo Troiani, si sono imposti per 24 a 17 grazie a tre mete di Rebecchi, Patrizio e Manozzi, tutte trasformate dal piede di Pavin, autore anche di un calcio piazzato.

Prossimo appuntamento per la Nazionale azzurra venerdì contro una neo-retrocessa in Serie B, il CUS Padova.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl