nove azzurri infortunati

11/ott/2004 19.36.17 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Ufficio Stampa FIR
+39 06 3685 7832
+39 06 3685 7102 (fax)
www.federugby.it

Roma, 11 ottobre 2004

 

PROBLEMI AL RADUNO AZZURRO DI CALVISANO :

NOVE INFORTUNI CON SETTE SOSTITUZIONI

KIRWAN PREOCCUPATO

Calvisano -  Un week end molto duro quello dell’ultima giornata di Super Dieci che ha lasciato molti segni tangibili, in particolare sui protagonisti per la grande sfida fra Ghial Calvisano e Benetton Treviso. Tant’è che il primo atto del miniraduno azzurro di Calvisano per John Kirwan e Marco Bollesan è stato quello di fare la conta degli indisponibili, od indisposti, ovvero darsi da fare in fretta e furia con l’assistant Manager Carlo Checchinato per completare il quadro dei presenti ed abili così da affrontare con produttività la doppia sessione tecnica  prevista quest’oggi per la Nazionale Italiana di John Kirwan che, da ieri sera, è in raduno a Calvisano per il terzo mini-raduno dell’anno: all’orizzonte, per gli Azzurri, ci sono i tre Jaguar Test Match che, in novembre, li porteranno ad affrontare nell’ordine il Canada (L’Aquila, 6 novembre), la Nuova Zelanda (Roma, 13 novembre) e gli Stati Uniti (Biella, 27 novembre).

Sono stati ben nove gli Azzurri costretti a rinunciare al raduno o che, pur presenti, sono rimasti a bordo campo o hanno lavorato a parte: Carlo Del Fava (colpo al costato),  Mauro Bergamasco  ( problemi agli adduttori ha lavorato in palestra),  Alessandro Troncon (colpo alla glottide in occasione del match tra Ghial Calvisano e Benetton Treviso), Santiago Dellapè (toccato duro nell’ultimo turno del campionato francese), Gonzalo Canale (frattura ad un polso, il suo appare l’infortunio più problematico) ed il giovane estremo Enrico Patrizio (fermato da un attacco influenzale) non hanno potuto presentarsi a Calvisano mentre David Dal Maso (trauma distorsivo della rachide cervicale), Matteo Barbini (risentimento agli adduttori) e Roberto Mandelli (problemi al quadricipite femorale sinistro) hanno abbandonato nel pomeriggio l’Hotel Majestic di Castenedolo, quartier generale degli Azzurri.

Al posto degli atleti indisponibili o obbligati dalle condizioni fisiche a lasciare il raduno lombardo il CT Kirwan ha convocato 7 altri giocatori, tutti già a Calvisano, tutti , chi prima chi dopo, già nel giro della Nazionale: il capitano degli Azzurrini Under 21 Valerio Bernabò (Ghial), il trequarti della Benetton Treviso Walter Pozzebon, l’estremo del Conad L’Aquila Gert Peens, il pilone trevigiano Salvatore Costanzo, il seconda linea dell’Arix Viadana Cristian Bezzi e il terza linea dell’SKG Gran Parma Antonio Mannato, nonchè Giacomo Preo, poliedrico trequarti dell’Overmach Parma.

 

Non si tratta di infortuni gravi” spiegano all’unisono il CT Kirwan e il responsabile medico degli Azzurri, il dottor Gianluca Melegati.

“Ma” aggiunge il tecnico neozelandese “inutile nascondere che, a meno di un mese dai Jaguar Test Match, questi infortuni ci creino comunque dei problemi”.

Sia l’allenamento del mattino che quello del pomeriggio sono stati dedicati all’organizzazione offensiva e difensiva, con i giocatori divisi in due gruppi misti di avanti e trequarti ad alternarsi tra campo e palestra in occasione della seduta mattutina.

Domani, ad ogni modo, il mini-raduno Azzurro vivrà la sua seconda e conclusiva giornata con due nuovi allenamenti: ancora occhi puntati sull’organizzazione di gioco  globale e sul lavoro specialistico di avanti e trequarti che lavoreranno in gruppi separati.

Previsti anche i test fisici per tutti quegli atleti che, per svariati motivi, ancora non hanno potuto sottoporvisi.

Poi, nel primo pomeriggio, la comitiva Azzurra si scioglierà per tornare a radunarsi a L’Aquila domenica 31 ottobre, una settimana prima del Jaguar Test Match con il Canada, in programma proprio nel capoluogo abruzzese. 

 

 


I CONVOCATI

Mauro BERGAMASCO (Stade Francais), Mirco BERGAMASCO (Stade Francais), Valerio  BERNABO’ (Ghial Calvisano); Cristian BEZZI (Arix Viadana); Marco BORTOLAMI (Narbonne), Martin CASTROGIOVANNI (Ghial Calvisano), Salvatore COSTANZO (Benetton TV); Denis DALLAN (Benetton Treviso), Carlo Antonio DEL FAVA (Overmach Parma); Gianluca FALIVA (Benetton Treviso), Carlo FESTUCCIA (SKG Gran Parma), Paul GRIFFEN (Ghial Calvisano), Giorgio INTOPPA (Ghial Calvisano), Andrea LO CICERO (Conad L’Aquila), Antonio MANNATO (SKG Gran Parma); Andrea MARCATO (Carrera Petrarca Padova), Andrea MASI (Arix Viadana), Ludovico NITOGLIA (Ghial Calvisano), Fabio ONGARO (Benetton Treviso), Silvio ORLANDO (Benetton Treviso), Luciano ORQUERA (Carrera Petrarca Padova), Sergio PARISSE (Benetton Treviso), Enrico PAVANELLO (Benetton Treviso), Gert PEENS (Conad L’Aquila); Aaron PERSICO, Salvatore PERUGINI, Simon PICONE, Matteo PRATICHETTI (Ghial Calvisano), Walter POZZEBON (Benetton TV); Giacomo PREO (Overmach Parma); Kaine ROBERTSON (Arix Viadana), Rima WAKARUA (Admo Leonessa Brescia)

 

ANCHE PASCAL VALENTINI RINUNCIA:

E’ NATO NICOLO’: AUGURI

Calvisano - Alla lista degli assenti al raduno Azzurro di Calvisano si è aggiunto, ieri sera, il fitness trainer Pascal Valentini: l’ideatore dei duri test fisici a cui devono sottoporsi periodicamente gli atleti della Nazionale Maggiore è rimasto al fianco della moglie Lorraine che, due giorni fa, ha dato alla luce il piccolo Nicolò, secondogenito della coppia.

 

NUOVI VOLTI AZZURRI: LUCIANO ORQUERA

APERTURA UMILE, MA CON TANTA VOLONTA’

Calvisano - Il volto nuovo del raduno Azzurro di Calvisano è quello di Luciano Orquera, 23 anni domani,  mediano d’apertura del Carrera Petrarca Padova che, per la prima volta, è stato aggregato alla Nazionale di John Kirwan.

Soddisfazione ed una certa dose di incredulità per questo giovane italiano nato all’estero che, a tre anni dal suo rientro nella propria terra d’origine, ha già saputo mettersi in mostra sino a meritarsi la chiamata del CT Kirwan: “Non potevo aspettarmi regalo di compleanno migliore” racconta soddisfatto il numero 10, i cui bisnonni sono originari di Torino “anche perché conosco quelli che sono i miei limiti e, in un rugby dove i contatti sono sempre più duri e frequenti, so di avere ancora moltissimo da lavorare dal punto di vista fisico”.

76 chilogrammi distribuiti su 171 centimetri: “Devo guadagnare peso, ma ho voglia di arrivare in alto, di mettermi in gioco, di confrontarmi sul palcoscenico internazionale e sono convinto che, se saprò meritarmi un posto in questo gruppo, potrò migliorare moltissimo come giocatore e come persona. So che conquistarmi un posto non sarà facile, ma è una sfida che mi entusiasma e che sono intenzionato ad affrontare con la massima determinazione”.

Arrivato a Mirano nel 2002/2003 e passato l’anno scorso in Super 10 al Padova, Orquera condivide con l’ex capitano dell’Under 21 Azzurra Andrea Marcato il ruolo di apertura nel proprio club: “Ci alterniamo, anche se ultimamente, anche a causa di alcuni problemi fisici di Andrea, ho giocato con maggiore frequenza: forse anche questo è stato importante per farmi arrivare in Azzurro”.

 

INFORTUNI ANCHE PER LA NAZIONALE U21

6 FORFAIT AL RADUNO DI CALVISANO

Calvisano - Anche la Nazionale U.21 di Francesco Ascione ha dovuto fare i conti con le asprezze del campionato. Ben 6 i giocatori, infatti, convocati hanno dovuto dare forfait per la convocazione al mini raduno di calvisano in programma da domenica, martedì 12, a giovedì 14.

Si tratta di Vittorio Candiago della Benetton Tv, di Paul Edward Derbyshire (Cavalieri Prato) e del suo compagno di squadra Lorenzo Giovanchelli, dei due aquilani, Roberto Mariani e Luigi Aquilani, e del romano Massimo Pedretti (Lazio & Primavera). Ad essi si sono uniti, fortunatamente, perché promossi alla Nazionale maggiore, Valerio Bernabò e Matteo Pratichetti.

In loro sostituzione il tecnico Ascione ha chiamato: Lucas Lambrè (Veneziamestre); Marco Coletti (Overmach Parma), Alberto Zamboni (Lazio & Primavera), Carlo Cerasoli (L’Aquila); Carlo Curti (Unione R. Capitolina), Alberto Pellegrinelli (Rovigo); Matteo Zanette (San Donà).


 

TORNEO AUTUNNALE FEMMINILE:

ECCO LE OTTO FINALISTE

Roma -  Con gli ultimi concentramenti disputati domenica scorsa a L’Aquila, Perugia ed Aosta si è delineato il quadro delle otto squadre finaliste del Torneo Autunnale Femminile.

Si tratta delle prime e seconde classificate dei 4 gironi, vale a dire Frascati e L’Aquila per il Girone 1, Perugia  e Pesaro per il Girone 2, Riviera del Brenta e Benetton Treviso per il Girone 3 e Pavia e Biella per il Girone 4.

La quarta e conclusiva giornata del Torneo ha registrato il successo nel girone 1 delle ragazze del Frascati che superando L’Aquila ed il Cus Roma, si sono confermate al primo posto della classifica generale con 20 punti, seguite dalle aquilane a quota  + 12.

Sempre molto combattuto il girone 2 dove Perugia e Pesaro si sono classificate rispettivamente prima e seconda a soli 3 punti di differenza: le umbre hanno chiuso il Torneo con 31 punti sopra le marchigiane a 29.

Turno di riposo per le venete per le quali rimane confermata la classifica al termine della seconda giornata con le campionesse in carica del Riviera del Brenta prime a 25 punti seguite dalle Red Panthers di Treviso a 20.

Infine per il girone 4 nonostante il successo del Biella nell’ultima giornata, ad avere la meglio sono state le ragazze del Pavia che hanno distanziato il club piemontese di un solo punto: 34 per il Pavia, 33 per il Biella.

Le otto finaliste si affronteranno nella fase finale in programma domenica prossima, 17 ottobre.

 

I risultati e classifiche

GIRONE 1: Frascati - L’Aquila, 29 - 10; CUS Roma - L’Aquila, 28 - 0; Frascati - CUS Roma, 10-0.

Classifica parziale: Frascati 10, CUS Roma, 7; L’Aquila 5

Classifica generale: Frascati 20; L’Aquila, 12; Cus Roma 7; Villa Pamphili e Colleferro, 5

GIRONE 2: Galilei Jesi - Marconi Pesaro, 0 - 46; Perugia - G. Jesi, 62 - 0; Perugia -  M. Pesaro, 17 - 0.

Classifica parziale: Perugia, 9; M. Pesaro, 7; G. Jesi, 6.

Classifica generale: Perugia, 31; e M. Pesaro 29; G. Jesi 17; G. Prato, 16.

GIRONE 3:

Classifica generale: Riviera del Brenta, 25; Benetton Treviso, 20; Monza, 13; Piacenza 8.

GIRONE 4: Biella - Aosta, 15 - 5; Pavia - Valledora, 12 - 10; Biella - Valledora, 10 - 0; Biella - CUS Pavia, 15 - 7; Aosta - CUS Pavia, 7 - 5; Aosta - Valledora, 10 - 15

Classifica parziale: Biella, 12; Pavia, 9; Aosta e Valledora, 8

Classifica generale : Pavia, 34; Biella, 33; Valledora, 21; Aosta, 18.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl