JAGUAR TEST MATCH DI NOVEMBRE 2004, A ROMA AFFOLLATA CONFERENZA STAMPA

Allegati

14/ott/2004 20.12.27 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 14 ottobre  2004

 

JAGUAR TEST MATCH DI NOVEMBRE 2004

A ROMA AFFOLLATA CONFERENZA STAMPA

Si è svolta oggi, presso la Sala Rossa del Palazzo delle Piscine del Foro Italico di Roma, la conferenza stampa di presentazione dei Jaguar Test Match in cui la Nazionale Italiana Rugby sarà impegnata nel mese di novembre.

All’appuntamento, che ha visto una foltissima partecipazione dei media, hanno preso parte il Presidente della Federazione Italiana Rugby Giancarlo Dondi, il Direttore della Programmazione e dei Contenuti di La7 Antonio Campo Dall’Orto, il Presidente di Jaguar Italia Jon Lewis, l’ex Presidente FIR Antonio Mondelli, il Team Manager della Nazionale Italiana Marco Bollesan, il Commissario Tecnico John Kirwan, il Responsabile Marketing dello Sponsor Tecnico Kappa Stefano Braghin e il Responsabile Marketing di Reale Mutua Assicurazioni Marco Mazzocco.

 

DONDI ANNUNCIA:

“LOMU IN ITALIA LA PRIMA APPARIZIONE POST-TRAPIANTO”

Roma – A diciannove anni, in Sudafrica, stupì il mondo con la sua potenza e la sua velocità, trascinò la Nazionale della Nuova Zelanda alla finale contro gli Springboks padroni di casa e si aggiudicò il titolo di miglior giocatore della Coppa del Mondo del 1995.

Poi per Jonah Lomu,  la prima grande icona di un rugby che proprio in quegli stessi anni veniva proiettato nell’era professionistica, una malattia ai reni, la dialisi, il ritorno in maglia All Black alla Coppa del Mondo del 1999: otto mete per diventare il metaman più prolifico nella storia della rassegna iridata; infine ancora tanti problemi di salute a minarne il rendimento prima, a metterne in pericolo la vita poi.

Infine, la scorsa estate, il trapianto di rene e il desiderio di tornare, un giorno, ad indossare la maglia tuttanera: questa, riassunta in poche righe, la storia della stella degli All Blacks, oggi 29enne.

Sarà lui, 63 caps e 37 mete con la Nazionale più famosa del pianeta, l’ospite d’onore ed il testimonial del Jaguar Test Match Italia – Nuova Zelanda del 13 novembre, allo Stadio Flaminio di Roma: per l’ala neozelandese quella in Italia sarà la prima apparizione pubblica dopo il trapianto di rene e, proprio per celebrare questo grande evento e il grande spirito rugbystico ed il coraggio dimostrati dal giocatore nell’affrontare la malattia Lomu verrà premiato, in occasione del suo viaggio in Italia, dal Presidente della FIR Giancarlo Dondi.

A Lomu, che verrà ricevuto da Dondi e da Kirwan all’Aeroporto di Roma Fiumicino nella precedente il test-match Italia – Nuova Zelanda, il Presidente della FIR conferirà la massima onorificenza della Federazione, “Pro Singulari Merito” e il “Rugby Life-Style Award 2004”.

La star neozelandese alloggerà a Roma, presso lo stesso Hotel che ospiterà il quartier generale Azzurro nei giorni precedenti al match.

Ospite della comitiva Azzurra nella settimana di avvicinamento al match contro la Nuova Zelanda sarà anche Sir Clive Woodward, il tecnico che nel novembre scorso ha conquistato la Coppa del Mondo alla guida dell’Inghilterra.

Sempre nel corso della conferenza stampa odierna, il Presidente Dondi ha prospettato l’ipotesi che Diego Dominguez, il più prolifico Nazionale di tutti tempi con 983 punti messi a segno, dia il proprio addio alla maglia Azzurra in occasione dell’edizione 2005 dell’All Star Game, l’ormai tradizionale test che, nel week-end precedente alla prima giornata del 6 Nazioni, vede la Nazionale affrontare una selezione dei migliori stranieri che militano nel Findomestic Super 10, il massimo campionato italiano.

 

 

LA7” SPOSA IL RUGBY

CARLO CHECCHINATO TELECRONISTA

Roma – Sarà “La7”, già proprietaria sino al 2005 dei diritti tv dell’RBS Six Nations, a trasmettere i tre Jaguar Test Match che in novembre vedranno gli Azzurri affrontare il Canada (L’Aquila, 6 novembre), la Nuova Zelanda (Roma, 13 novembre) e gli Stati Uniti (Biella, 27 novembre).

L’hanno annunciato oggi, nel corso della conferenza stampa di presentazione degli incontri, il Presidente della Federazione Italiana Rugby Giancarlo Dondi e il Direttore della Programmazione e dei Contenuti di “La7” Antonio Campo Dall’Orto.

La7 – ha detto il Presidente Dondi – ci è stata molto vicina in occasione del 6 Nazioni e ci ha offerto un prodotto di grande qualità. Siamo certi che faranno altrettanto in occasione dei Jaguar Test Match”.

Dopo aver usufruito della produzione della BBC in occasione degli incontri del 6 Nazioni 2004, “La7” produrrà direttamente con le proprie telecamere i match di L’Aquila, Roma e Biella: “Il modello a cui ci ispireremo – ha spiegato nel corso della conferenza Dall’Orto – è quello della BBC: utilizzeremo 16 telecamere per la produzione di tutti i Jaguar Test Match, potremo contare su un regista con un passato da praticante della palla ovale e continueremo a lavorare per offrire un grande prodotto al sempre maggior numero appassionati che seguono questo sport”.

Tra le tante novità che caratterizzeranno le dirette di La7 a partire dai Jaguar Test Match novembrini, da segnalare l’esordio dietro al microfono di Carlo Checchinato, Assistant Manager Azzurro con 83 caps al proprio attivo, che affiancherà Paolo Cecinelli nelle telecronache delle partite dell’Italia.

“La7” continuerà anche nel 2005, come già annunciato in precedenza, a trasmettere tutti e 15 gli incontri dell’RBS 6 Nazioni: “Gli ascolti del 6 Nazioni 2004 sono stati ben più che soddisfacenti – ha proseguito Dall’Orto – ed è nostra intenzione far sì che sempre più persone si avvicinino al rugby e ne conoscano ed apprezzino i valori”.

 

AZZURRI IN FORMA “ALL BLACKS”

KIRWAN OTTIMISTA PER I JAGUAR TEST MATCH

Roma – Contro Canada, Nuova Zelanda e Stati Uniti scendiamo in campo per vincere e per continuare a migliorarci in vista del 6 Nazioni 2005: non potrebbe essere altrimenti”.

A John Kirwan, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana, il compito di rispondere oggi, alla conferenza stampa, alle domande più prettamente tecniche rivoltegli dai numerosi giornalisti presenti.

L’arrivo di Tim Lane come nuovo coach dell’attacco e dei trequarti – ha detto l’ex ala degli All Blacksha portato numerose novità nel sistema di gioco offensivo.

Abbiamo studiato gli errori emersi nel 6 Nazioni 2004, ci siamo resi conto degli errori che ci hanno impedito di mettere a segno un maggior numero di mete. I Jaguar Test Match sono l’ideale per sperimentare queste nuove soluzioni e per presentarci al meglio al 6 Nazioni”.

Il CT si è poi detto soddisfatto dei grossi progressi fisici che gli Azzurri hanno evidenziato nel corso dei tre raduni giornalieri tenutisi tra settembre ed ottobre: “C’è stato, sul piano fisico, un incremento quantificabile in un 15% in più rispetto alla passata stagione. Gli Azzurri sono più forti fisicamente, più preparati, più resistenti e potranno dimostrarlo già in occasione dei test match di novembre. In questo senso, sento di dover ringraziare le Società di Super 10 che hanno dimostrato una grandissima volontà di collaborare: il lavoro di gruppo sta dando grossi risultati”.

Il tecnico si è poi soffermato sui tanti infortuni verificatisi alla vigilia dell’ultimo mini-raduno di Calvisano: “L’assenza più pesante, in vista degli impegni di novembre, è sicuramente quella di Gonzalo Canale: ha subito la frattura del polso e, se tutto va bene, ne avrà per almeno quindici giorni. Spero di recuperarlo in tempo”.

 

 

ITALIA – NUOVA ZELANDA, GIA’ VENDUTO IL 60% DEI BIGLIETTI

DONDI: “SIAMO SULLA LINEA DEI GRANDI PAESI”

Roma – Nello stesso istante in cui prendeva il via, a Roma, la conferenza stampa legata ai Jaguar Test Match si concludeva la possibilità per le quasi 600 Società affiliate alla FIR di usufruire dei grandi sconti sui biglietti promossi dalla Federazione in vista dell’incontro Italia – Nuova Zelanda che il 13 novembre, al Flaminio di Roma, porterà la Nazionale di John Kirwan a confrontarsi per l’ottava volta nella storia contro gli All Blacks di coach Graham Henry.

Da lunedì 18 ottobre, presso tutti i punti vendita TicketOne e presso gli sportelli della Banca di Credito Cooperativo che aderiscono all’iniziativa (l’elenco dei punti vendita BCC è raggiungibile tramite il sito internet FIR, www.federugby.it), saranno in vendita i biglietti per i privati ma, com’era prevedibile, lo sbarco nella Capitale della nazionale neozelandese ha già richiamato l’attenzione dei tifosi italiani.

Ad oggi abbiamo venduto il 60% dei biglietti tramite le Società – ha commentato visibilmente soddisfatto il Presidente Dondi  - e, ad un mese dall’incontro, si tratta di un fatto senza precedenti. Anche per il futuro, a partire dal 6 Nazioni 2005, torneremo ad utilizzare questo canale di vendita che, da sempre, caratterizza le grandi nazioni rugbystiche”.

Il Presidente Dondi, rispondendo a una domanda circa la scelta dello Stadio Flaminio per il Jaguar Test Match Italia – Nuova Zelanda, ha precisato che lo Stadio Olimpico non ha potuto essere utilizzato poiché non è stato possibile definirne la disponibilità per il rugby entro il 15 di luglio, data ultima per comunicare all’International Rugby Board, la Federazione Internazionale, la sedi dei test match autunnali. La disponibilità del CONI era stata totale ma erano successivamente emerse delle problematiche circa il ripristino entro 24 ore del manto erboso dell’impianto, che avrebbe dovuto essere disponibile per il match del Campionato di Serie A Lazio – Bologna.

DA OGGI ONLINE WWW.FEDERUGBY.IT/JAGUARTM

IL NUOVO SITO DEI JAGUAR TEST MATCH

Roma – E’ online da questa mattina il nuovo sito internet www.federugby.it/jaguartm, il portale creato dal partner della FIR Atleticom appositamente appositamente per i tre Jaguar Test Match con Canada, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

All’interno del nuovo sito, raggiungibile anche attraverso il collegamento presente e chiaramente visibile su www.federugby.it

, tutte le ultime notizie e curiosità sulle Nazionali protagoniste, statistiche, i profili degli atleti e dello staff Azzurro e tante altre statistiche utili tanto agli addetti ai lavori che agli appassionati.

 

A MAURIZIO MONDELLI UN PALLONE CON LE FIRME AZZURRE

Roma – Al termine della conferenza stampa odierna il Presidente della FIR Giancarlo Dondi ha consegnato al proprio predecessore, Maurizio Mondelli, un pallone G-SPIN della Mitre firmato da tutti i giocatori della Nazionale Italiana.

 

JAGUAR TEST MATCH 2004

ANNUNCIATA LA TOURING SQUAD USA

Boulder (Colorado, Stati Uniti) – Tom Billups, Commissario Tecnico della Nazionale degli Stati Uniti, ha reso noti oggi i nomi dei 28 atleti selezionati per prendere parte in Novembre al tour europeo che porterà le “Eagles” ad affrontare a Dublino l’Irlanda il giorno 20 a Dublino e, una settimana più tardi a Biella, gli Azzurri di John Kirwan nel terzo ed ultimo dei Jaguar Test Match.

Nella rosa a stelle e striscie, composta da 15 avanti e 13 trequarti, figurano il centro Paul Emerick, stella dell’Amatori Catania che sta sorprendendo tutti nella fase iniziale del Findomestic Super 10 e Gerhard Klerck, seconda linea di recente arrivata alla corte di Craig Green alla Benetton Treviso.

Tra gli altri giocatori della rosa che militano in Europa il capitano Kort Schubert dei Cardiff Blues e il mediano d’apertura Mike Hercus che, dopo essersi messo in mostra ai Mondiali australiani del 2003, occupa con i Sale Sharks il secondo posto nella graduatoria della Zurich Premiership inglese.

 

AVANTI: Kort Schubert (Cardiff Blues - cap), Jurie Gouws (Santa Monica), Patrick Guire (Golden Gate), Mike Hobson (Air Force Academy), Matt Kane (Old Puget Sound Beach), Gerhard Klerck (Blue Bulls), Mike MacDonald (University of California), Fifita Mo'unga (Gentlemen of Aspen), Chris Osentowski (Belmont Shore), Alec Parker (Gentlemen of Aspen), Tony Petruzzella (California Polytechnic University - San Luis Obispo), Andrew Ryland (Penn State University), Brian Surgener (Back Bay), Jacob Waasdorp (Warringah), Matt Wyatt (OMBAC).

 

TREQUARTI: Eric Anderson (Olympic Club), Paul Emerick (Amatori Catania), David Fee (Chicago Lions), Mike Hercus (Sale Sharks), Scott Jones (Chicago Lions), Al Lakomskis (Belmont Shore), Mike Palefau (Provo Steelers), Matt Sherman (Randwick), Salesi Sika (Brigham Young University), Mose Timoteo (Golden Gate), Albert Tuipulotu (Gentlemen of Aspen), Francois Viljoen (Washington), David Williams (Chicago Lions).

 

FINDOMESTIC SUPER 10: POSTICIPATA LA NONA D’ANDATA

Roma – Il Consiglio Federale della Federazione Italiana Rugby, in occasione della riunione dell’8 ottobre 2004, ha deliberato che le gare di Campionato ed i Tornei Regionali e Nazionali in calendario il giorno 20 novembre 2004, data di svolgimento dell’Assemblea Elettiva in programma a Bologna, vengano posticipate alla data del 21 novembre.

Il provvedimento coinvolge anche la nona giornata d’andata del Findomestic Super 10, originariamente in programma proprio sabato 20 novembre, e che verrà dunque disputata domenica 21.

 

I PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE SPORTIVO

Roma - Il Giudice Sportivo nella sua ultima riunione di ieri, 13 ottobre, ha provveduto all’omologazione delle gare dei Campionati Nazionali  disputate lo scorso week-end.

Queste le sanzioni disciplinari adottate:

 

FINDOMESTIC SUPER 10

1 gara di squalifica (per doppio cartellino giallo): Cristopher Halaufia (SKG Gran Rugby)

SERIE A

2 gare di squalifica: Alessandro Cannone (Furlan’s Colleferro)

SERIE B

1 gara di squalifica (per doppio cartellino giallo): Alessandro Baiocco (Union Rugby Viterbo); Alberto Bano (Metal Vetro Valsugana Rugby)

1 gara di squalifica:  Alessio Gigli  (Gruppo Sportivo Sesto Rugby)

TROFEO PIEREGIDIO DELAUDE Under 21

1 gara di squalifica (per doppio cartellino giallo): Giovanni Marchetto (Carrera Petrarca PD); Massimo Pietrogrande (Carrera Petrarca PD)

UNDER 19

Il Giudice Sportivo, sciolta la riserva al comunicato del 6 /10/2004, vista la documentazione dell’Ufficio tecnico della FIR pervenuta in data 11 ottobre 2004 dalla quale emerge che la società Cus Genova è (Tutor) dell’AS Marco Polo per la categoria U19 e considerato che la Circolare Informativa FIR stagione sportiva 2004/2005 al punto 4.4, consente alle cosiddette società Tutor di utilizzare giocatori tesserati presso altre società anche nel Campionato U.19  e che pertanto la società Cus Genova poteva utilizzare i giocatori tesserati per la società Marco Polo nella gara CUS Genova – Carrera Petrarca PD del 3 ottobre (girone 1), ha omologato la gara con il risultato conseguito sul campo di gioco di 10 a 44 a favore del Petrarca Padova ed ha provveduto all’aggiornamento della classifica:

Under 19 – Girone 1: Benetton 10; Carrera Petrarca PD, Iraniana Loom S. Donà, 9; Mirano, Rovigo, I cavalieri Prato, 5; Gran Rugby Parma, 1; Piacenza 1947 e Cus Genova, 0.

5 gare di squalifica:  Francesco Testa (Rugby Frascati).

1 gara di squalifica: Alessandro Borsi (Ghial Calvisano); Cosma Garfagnoli (Net.Com.Lazio & Primavera); Mirko Passariello (Rugby Benevento)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl